La sensibilità diversamente religiosa

Clicca qui per info e acquisti
"Ci sono momenti in cui la tentazione del sorriso non sfiora lontanamente neppure lo spettatore più smaliziato. Fra tutti, spicca quello in cui ogni ministro della Religione della Casa Comune mostra sulla sua mano il simbolo della propria 'sensibilità diversamente religiosa' in una specie di 'uno per tutti e tutti per uno'. Naturalmente il ministro di 'sensibilità cattolica' non mostra il Crocifisso, troppo drammatico e divisivo, ma il Bambinello appena nato, così facile da lordare e da umiliare. Senza pensare quanto fosse terribile e tremenda, nel senso vero dei termini, la manifestazione di Dio nella carne dell'uomo. Così terribile e tremenda che quando la Sacra Famiglia fuggì in Egitto, al passaggio di Gesù Bambino, come aveva profetato Isaia, gli idoli crollavano nei templi e nessuno avrebbe osato avvicinarli al Dio incarnato".

Nessun commento: