La cattiveria quotidiana 1761

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio. Che beneficio si otterrebbe impiccando i radical-chic politicallicorretti della decrescita felice?” “Un ambiente più pulito, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1760

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, non ti pare che i tronconi di quel ponte crollato somiglino a due gigantesche forche?” “Sarebbero ideali per appenderci i radical-chic politicallicorretti della ‘decrescita felice’ che hanno sabotato la Gronda, Terenzio.”

Il terzo segreto di Fatima

Clicca per info
Il Terzo Segreto di Fatima è stato tenuto completamente nascosto per più di mezzo secolo, e ciò che è stato rivelato il 26 giugno 2000 ne costituisce solamente la parte più “politicamente corretta”. Nel novembre 1984 venne pubblicata un’intervista al cardinale Joseph Ratzinger, nella quale venne fornita la chiave per accedere ai contenuti essenziali del Segreto. Il Cardinale Ratzinger collegò il contenuto del Terzo Segreto ai “novissimi” (cioè i testi escatologici delle Scritture) e ai messaggi celesti rivelati in varie apparizioni Mariane. il Segreto di Fatima svelerebbe quindi il “Mistero dell’Iniquità” che San Paolo, quasi 2.000 anni fa, disse essere “già in atto” (2 Tess 2,7). Quando avremo cominciato a cogliere la vera na-tura e l’assoluta gravità di questo mistero e delle sue ramificazioni a livello geopolitico, non avremo problemi a capire perché Giovanni XXIII impallidì e quasi svenne, dopo aver aperto la busta contenente il Segreto e averne letto le sue circa 25 righe di testo. 
(P. Paul Kramer, Il mistero dell'iniquità, p. 16)

La cattiveria quotidiana 1759

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, i radical-chic politicallicorretti della decrescita felice dormiranno tranquilli?” “Ma certo, dopotutto ne hanno ammazzati solo quarantatrè, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1758

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, perché all’università di Fungorifungo scarseggia l’intelligenza?” “È il politicamente corretto ateneo dell’illustre Valerio Ragazzo Troppo Serio, campione mondiale di politicallicorrettume, Terenzio.”

Auguri a Papa Benedetto


Auguri Papa Benedetto Joseph!!!
Dio e san Giuseppe ti conservino a lungo per il bene della Chiesa! Prega per noi che ci sentiamo soli e abbandonati!

Esaudire i desideri di Dio

Clicca per info
di Stefano Biavaschi
Pregare è esaudire i desideri di Dio. Nella preghiera, quando è vera, non ci s’incontra con ciò che vogliamo, ma con ciò che Dio vuole da noi.
La preghiera è dunque figliolanza perfetta.
È un viaggio interiore in cui ci si arrende all’amore.
(da Stefano Biavaschi, Guida alla preghiera)

La cattiveria quotidiana 1757

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, come mai il professor Pigreco si è dimesso dalla cattedra di Analisi infinitesimale all’università di Fungorifungo ed è andato all’estero per sviluppare i suoi studi sull’intelligenza artificiale?” “Perché nella sua università non riusciva a trovare quella naturale, Terenzio.”

La preghiera

Clicca per info
di Stefano Biavaschi
Che cos’è la preghiera? E, in particolare, che cos’è la preghiera cristiana? È atto dell’uomo o è atto di Dio? In verità, nessun uomo può pregare se ciò non è suscitato da Dio; recitare formule è un conto, essere nella preghiera è un altro. E questo perché la preghiera, prima di ogni altra cosa, prima ancora che si esprima nelle sue varie modalità, di lode o di ringraziamento, di supplica o di intercessione, è uno stato d’essere. Pregare è riporre la propria vita in Dio. San Giovanni Damasceno (VII sec.) scriveva: “La preghiera è elevazione dell’anima a Dio”. Pregare è quindi un atteggiamento del cuore, in particolare un atteggiamento di umiltà: una rinuncia al proprio orgoglio, per porre la propria fiducia in Dio.
(da Stefano Biavaschi, Guida alla preghiera)

La neo-religione ecologista

Clicca per info
L’ideologia contemporanea dell’ecologismo trasforma la natura in un culto: non è una natura umanizzata dall’uomo, con la sua conoscenza e il suo lavoro, ma un’entità che esiste prima dell’uomo e che può esistere senza di lui. Il pianeta viene visto come un essere spirituale divino, la famosa divinità madre terra, Gaia, a cui ci rivolgiamo attraverso diversi canali, forze ctonie e forze vitali. La determinazione a diventare un tutt’uno con il cosmo e a perdere qualsiasi distinzione porta a un rifiuto della ragione e del pensiero critico, ritenuti fattori responsabili dei danni procurati al pianeta. In questo modo trionfa il non razionale e, di conseguenza, l’uomo celebra l’istinto, l’emozione, l’intuizione e, infine, l’irrazionalità. 
(Dominique Rey, Cattolicesimo, ecologia e ambiente, p. 23)

La cattiveria quotidiana 1756

dei coniugi Biagini
Dalle cronache del falso pastore. “Se un lupo mangia una pecora, io che c’entro?”

La cattiveria quotidiana 1755

dei coniugi Biagini
Dalle cronache del falso pastore. “Non c’è nessun pregio speciale a far parte del gregge. I lupi hanno lo stesso diritto di farne parte.”

Quando la patologia diventa virale

Clicca per info
Quando la patologia diventa virtù! Una ragazzina con ossessioni compulsive che diventa l’icona delle bugie ambientaliste (incrocio tra patologia mentale e criminalità socioculturale). E ovviamente i gran sacerdoti del politicamente corretto si affrettano a proporla per il Nobel... Fra un po’ daranno il nobel per la purezza alle prostitute è quello per la difesa degli embrioni a Emma Bonino

'Germain Grisez scrive che "molte persone non credenti immaginano che gli esseri umani siano l’unica fonte di significato e di valore nell’universo. Queste persone, presumendo che le realtà sub-personali siano prive di intelligibilità e valore proprio, che gli umani invece sono in

Certezza

Il fatto che la maggioranza delle persone sia (stata) convinta di qualcosa è indice, con una ragionevole certezza, che quella cosa sia falsa. Al contrario, quando una certezza è insita naturalmente, cioè non per via mediatica, di qualcosa, è indice di una quasi certezza di verità.
G.Z.

La cattiveria quotidiana 1754

dei coniugi Biagini
Dalle cronache del falso pastore. “Tanti ponti per meglio accedere al gregge.”

La cattiveria quotidiana 1753

dei coniugi Biagini
Dalle cronache del falso pastore. “Non riesco tanto bene a distinguere i lupi dagli agnelli; chi sono io per giudicare?”

La cattiveria quotidiana 1752

dei coniugi Biagini
Dalle cronache del falso pastore. “I muri sono dannosi per i lupi.”

La cattiveria quotidiana 1751

dei coniugi Biagini
Dalle cronache del falso pastore. “Il riscaldamento globale fa male ai lupi.”

Uovo e gallina

Non tocca all’uovo far lezione alla gallina.
(Israel Joshua Singer, La famiglia Karnowski)

Immortale odium

Clicca per info
di Pietro Licciardi
Siamo nell’Italia da poco unificata da massoni e garibaldini, in cui si sono infine calmati gli eccessi e gli odi anticlericali della prima ora, pur rimanendo inalterata da parte dei circoli unitari che hanno ormai il monopolio del nuovo Stato l’ostilità per i preti e i cattolici. Cattolici i quali, dopo aver subìto le angherie e i soprusi patiti durante il “glorioso” Risorgimento, sembrano ormai aver fatto buon viso a cattiva sorte, rassegnandosi a nuovi destini comuni all’ombra del nuovo e infame tricolore.

Un deputato, noto massone, viene assassinato di ritorno da una conviviale cena in loggia. Non sarà l’unico a morire, altri

La cattiveria quotidiana 1750

dei coniugi Biagini
Dalle cronache del falso pastore. “La sicurezza dei lupi è indispensabile, quella del gregge un po’ meno.” 

La prima ora è di Dio

La prima ora è tutta di Dio! Allora Iddio parla, Iddio ara le anime, Iddio lavora in noi, plasma il nostro spirito: ... Ma per sentire questo, è necessario, fin dal mattino, gettarti umilmente ai piedi di Gesù, nel silenzio e nella solitudine, e disporre almeno di una mezz'ora al giorno: è allora che Iddio, parlandoci, si fa maestro.
(S. Luigi Orione) 

La cattiveria quotidiana 1749

dei coniugi Biagini
Dalle cronache del falso pastore. “Bisogna che i lupi siano ben nutriti.”

La cattiveria quotidiana 1748

dei coniugi Biagini
Dalle cronache del falso pastore. “Io parlo solo con i lupi.”

Da regalare a un sacerdote?

Clicca per info
di di Camillo Langone (il Foglio 1 febbraio 2019)
Sia lodato don Michele De Santi, autore de “La talare sacerdotale. Segno di fedeltà a Cristo e di rinuncia al mondo” (Fede & Cultura), un libro sulla “estrema convenienza di un abito specifico che contraddistingua il sacerdote”. Un libro che non tralascia alcun aspetto, antropologico, sociologico, simbolico, teologico, della delicata faccenda, fitto di riferimenti storici e canonici che spaziano dal concilio di Macon del 581, il primo “concilio a proibire esplicitamente al clero l’uso di indumenti secolari”, fino ai tanto numerosi quanto vani interventi di Giovanni

Amare Gesù

È bello sentir parlare di Gesù; più bello è ascoltare Gesù stesso che parla. È bello riflettere su Gesù; più bello è possedere Lui stesso. È bello ascoltare le parole di Gesù; più bello è fare la sua volontà.
(S. Maria di Gesù Crocifisso) 

La cattiveria quotidiana 1747

dei coniugi Biagini
Dalle cronache del falso pastore. “Il belato delle pecore è un fastidio. Bisogna ascoltare i lupi.”

La cattiveria quotidiana 1746

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, perché la satira a volte è così sboccata?” “Non fa che adeguarsi alla realtà, Terenzio.”

Non praevalebunt

Ogni giorno è una sofferenza per la situazione della Chiesa, per la confusione, l'ambiguità, la corruzione, le nomine di corrotti o eretici in posti di grande responsabilità, per l'insabbiamento di fatti scandalosi, per gli intrallazzi finanziari. Tuttavia ci dobbiamo consolare: le porte degli inferi non prevarranno, a Dio non è sfuggita di mano la situazione, Egli è più saggio e astuto dei suoi nemici interni alla Chiesa. Tutto il male che vediamo - che è meno di quello che c'è - è in vista della vittoria di Dio. Come le persecuzioni contro Gesù Cristo da parte degli scribi, dei farisei e dei sommi sacerdoti del

La cattiveria quotidiana 1745

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, se per non offendere i finocchi non si deve più nominare la vagina, o fica che dir si voglia, come si dovrà dire?” “Buco anteriore, per non confonderlo con quello posteriore, Terenzio.”

Stefano Fontana a € 1,79 solo oggi

Clicca subito
Amazon ha scelto per OGGI e solo per OGGI 12 marzo il best-seller di Stefano Fontana "Filosofia per tutti" come OFFERTA LAMPO KINDLE a solo € 1,79!!!! Non perdere l'occasione di leggere questo libro semplice, chiaro e orientativo di Stefano Fontana in ebook Kindle al prezzo di un cappuccino! L'offerta è valida solo oggi 12 marzo e solo su Amazon alla pagina https://amzn.to/2HrPdfj

La cattiveria quotidiana 1744

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, se i genitori sono Genitore 1 e Genitore 2, il figlio cosa sarà?” “Figlio X. Servirà a compilare la schedina del totocalcio, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1743

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, i mascalzoni hanno paura?” “Naturale, perché la risata li seppellirà, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1742

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, cosa aiuta a piangere bene?” “Poter ridere dei mascalzoni, Terenzio.”

Ascolto

Clicca per info e acquisti
“La chiesa si pone in ascolto”. Di chi? Dei giovani,  dei vecchi, delle “famiglie”, dell’ecosistema, dei migranti, degli scafisti, delle ONG, degli atei, dei diversamente credenti e dei diversamente atei, di Scalfari, di Mattarella, dei mercati, dell’Europa, degli omosessuali, dei trans e degli indecisi.
Si pone in ascolto di tutti, tranne che di Cristo.

Infatti, a forza di ascoltare le persone sbagliate, non ha più nulla da insegnare.

Voce "Ascolto" in Marco Manfredini, Piccolo dizionario semiserio del linguaggio Ecclesialmente corretto, Cassandra Books 2018, € 18

La cattiveria quotidiana 1741

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, non ti pare che la terra sia davero una valle di lacrime?” “Sì, Terenzio, ma ci si piange così bene.”

La cattiveria quotidiana 1740

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, tu dici il Rosario?” “Lo dicevo, ma ho smesso?” “E da quando?” “Da quando mi è stato chiesto di dirlo per ispessire la nebbia sui preti pederasti, Terenzio.”

Solidarietà per la famiglia Palmaro

Cinque anni fa, il 9 marzo 2014, moriva Mario Palmaro, una vita spesa in difesa della Vita e per la fede cattolica! Da allora l'Associazione san Giuseppe sostiene con un mensile la famiglia di Mario. Scopri come partecipare. Fatti provvidenza per la famiglia di un eroe della vera fede e della difesa della Vita! www.sangiuseppeassociazione.com

La cattiveria quotidiana 1739

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, qual è il secondo peggior nemico della Chiesa?” “Un prelato che manda in manicomio un suo prete perché ha osato opporsi all’omoeresia, Terenzio.”

Donne

Clicca per info
“Nelle Serate di Pietroburgo, spigolando e lasciando da parte disquisizioni (come ad esempio quella, prolissa, su Locke), il lettore potrà trovare molti altri spunti interessanti. Non resistiamo alla tentazione di riferire ciò che de Maistre dice sulla donna: “La donna non può essere superiore che come donna, ma dal momento in cui vuole emulare l'uomo, non è che una scimmia”.
Pura verità, piaccia o non piaccia ai vari “movimenti femminili” contemporanei”.
J. Evola, Il Conciliatore, novembre 1972

La cattiveria quotidiana 1738

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, qual è il peggior nemico della Chiesa?” “Un sedicente papa che non combatte il dilagare dell’omoeresia, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1737

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, qual è il peggior nemico della scienza?” “Uno scienziato ateo, Terenzio.”

Artisti moderni

A tal punto gli artisti moderni aspirano a differenziarsi gli uni dagli altri che proprio questa aspirazione li accomuna in un'unica specie.
(Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, p. 108)

Il senso del mistero di Garrigou-Lagrange

Clicca per info
di Emmanuele Barbieri, Corrispondenza Romana 6 marzo 2019
Il padre domenicano Réginald Garrigou-Lagrange (1877-1964) fu una delle più profonde menti speculative del XX secolo. Va dato merito alla casa editrice Fede & Cultura di averne avviato la riscoperta, grazie all’impegno di un giovane studioso, Marco Bracchi, che con passione ne ha curato la traduzione, o la ristampa, di alcune importanti opere.

Bracchi ha tradotto ex novo, o ha revisionato le traduzioni, verificando le fonti e le citazioni e corredando i testi di accurate note critiche. Sono stati così pubblicati Essenza e attualità del tomismo (2012), Introduzione allo studio di Dio (2013), La sintesi tomistica (2015), Dio accessibile a tutti (2017), La vita eterna e la profondità dell’anima (2018) e, in questi giorni, Il senso del mistero e il chiaroscuro intellettuale (2019).

Ne La vita eterna Garrigou-Lagrange affronta i grandi temi escatologici dei novissimi, considerando la profondità

La cattiveria quotidiana 1736

dei coniugi Biagini
PD. Apostasia. Frenesia vatigatta di leccare il c… al mondo, il quale non per questo smetterà di odiare il Vatigatto.

La cattiveria quotidiana 1735

dei coniugi Biagini
PD. Migranti. Invasori sponsorizzati da Soros e dal Vatigatto apostata.

Lessico

Chi accetta il lessico del nemico si arrende senza saperlo. Prima di diventare espliciti nelle proposizioni, i giudizi sono impliciti nei vocaboli.
(Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, p. 108)

La cattiveria quotidiana 1734

dei coniugi Biagini
PD. Repubblica. Prosecuzione delle medesime magagne della monarchia sotto la medesima genia di parassiti che ha cambiato bandiera al momento opportuno.

Cinque anni di generosità. Non molliamo!

Sosteniamo la famiglia di Mario Palmaro
Dona anche tu il tuo contributo
in memoria di un eroe
della Fede e della difesa della Vita!

L’Associazione Caritativa San Giuseppe
versa da 5 anni un mensile per far crescere e studiare
i 4 figli di Mario Palmaro.
Un dovere di carità e di gratitudine.

Fai bonifico continuativo sul conto corrente
bancario della BCC Valpolicella Benaco
IBAN IT33V0831511701000010010691 intestato a Associazione  Caritativa San Giuseppe
con causale “Per famiglia Palmaro”

La cattiveria quotidiana 1733

dei coniugi Biagini
PD. Anniversari. Occasioni per rinfocolare gli odi.

La cattiveria quotidiana 1732

dei coniugi Biagini
PD. “Panem”: l’altra metà del binomio “Panem et circenses” che nell’antica Roma veniva offerto alla plebe. La moderna democrazia offre solo i “circenses”.

La cattiveria quotidiana 1731

dei coniugi Biagini
PD. Televisione. “Circenses” (giochi del circo) per tener buona la plebe.

Santa Messa in suffragio

Una nuova giovinezza per la Chiesa

Clicca per info
Per chi credeva che la Chiesa sia morta: una smentita operata da Dio stesso! Quello che si credeva morto e da seppellire, considerato vecchio e da dimenticare, è diventato uno strumento di evangelizzazione, mostrando la bellezza del sacro e dell'incontro con Dio. Scopri anche tu un grande tesoro della Chiesa che si è voluto occultare per oltre 50 anni! Con interventi del Card Robert Sarah e Raymond Leo Burke!

La cattiveria quotidiana 1730

dei coniugi Biagini
PD. Stampa. Carta per giochi di prestigio.

La cattiveria quotidiana 1729

dei coniugi Biagini
PD. Mozzarella: materia prima di presidente malleabile per giochi di prestigio.

Cristo ha abbandonato la Chiesa?

Clicca per info
A te capita spesso di ascoltare quello che dicono certi sacerdoti, di vedere come si comportano, di leggere quello che combinano e ti viene la voglia di mandare tutto a quel paese... Non sei il solo!!!! La stragrande maggioranza dei buoni cristiani sta vivendo questa crisi. Ti do una buona notizia: questo che stai soffrendo, la crisi di coscienza che hai è una cosa buona, anzi ottima!!! Gesù stesso ha detto che è necessario che avvengano gli scandali. Ma tutto quello che ci fa soffrire ci fa capire che stiamo soffrendo per la Chiesa, per amore del corpo mistico di Cristo che è ancora misteriosamente ma realmente presente nel corpo sociale della Chiesa. Il grande scrittore e sacerdote, un vero profeta, Robert Hugh Benson, un convertito di calibro grossissimo, ha scritto questo piccolo libro che ti farà vivere e sperimentare la presenza di Cristo nella Chiesa nonostante tutto quello che vediamo... Una grande esperienza di fede di cui hai bisogno come tutti noi, per poter continuare a essere una luce sul lucerniere, un evangelizzatore!
Robert Hugh Benson, Cristo nella Chiesa

La cattiveria quotidiana 1728

dei coniugi Biagini
PD. Democrazia. Gioco di prestigio per far credere che la volontà degli elettori sia rispettata.

Mercoledì delle Ceneri

Nel Vangelo del primo giorno di Quaresima ci viene indicato come ravvivare, nel cammino verso il Triduo Pasquale, la rettitudine interiore e la purezza di intenzioni: l'intimità del Signore con il Padre suo e fin dal Battesimo Padre nostro nella fraternità ecclesiale
di Mons. Gino Oliosi
Nei quaranta giorni di Quaresima siamo chiamati a convertirci all'orientamento stesso del Signore Gesù, che non faceva niente per essere ammirato dagli uomini, ma viveva davanti al Padre ponendo a fondamento la sua onnipotenza

La cattiveria quotidiana 1727

dei coniugi Biagini
PD (Piccolo dizionario della democrazia). Elezioni. Gioco di prestigio col quale si fa sparire la volontà degli elettori.

La cattiveria quotidiana 1726

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, a che serve disprezzare i poteri forti? Se ne fregano.” “Ma serve a mantenere sano il nostro fegato, Terenzio. E poi un giorno la pagheranno.”

VII Domenica

La nostra vita cristiana vissuta in modo sapienziale per il dono dell'amore gratuito di Dio in noi
di Mons. Gino Oliosi
Nel Vangelo di oggi Gesù propone alcune riflessioni sapienziali sull'amore gratuito di Dio in noi attraverso l'ascolto della Sua Parola e l'incontro sacramentale con Lui,  risorto, vivo nel suo corpo che è la Chiesa, noi che conveniamo per la Messa.
Nella conversione al Vangelo che richiameremo mercoledì prossimo, primo giorno di quaresima, è ravvivare la disponibilità nella consapevolezza che il primo amore è Lui,

La cattiveria quotidiana 1725

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, visto che i poteri forti se ne fregano dei risultati elettorali, a che serve votare?” “Almeno serve a mostrargli quanto li disprezziamo, Terenzio.”