Post

Visualizzazione dei post da 2021

Dante 700 anni in Paradiso

Immagine
Dante è stato un grande autore cattolico che ha messo nella sua opera la fede e la dottrina che salvano. Un autore che è capace ancora oggi di parlare alla vita di giovani e vecchi che si trovano "per una selva oscura ché la diritta via era smarrita".

Quanto tempo sprecato lontano da Dio! Ma ora...

Immagine
Gesù ti aspettava, non ha mai smesso di aspettarti con amore anche quando vagavi lontano da Lui! Lasciati avvolgere dalla gioia che viene dalla sua grazia.

Gesú a Valtorta: L’unità della Chiesa è solo nella retta dottrina

Immagine
Nell’ottavo volume de “L’Evangelo come mi è stato rivelato” di Maria Valtorta Gesù spiega agli apostoli in che cosa consista la vera unità della Chiesa: nella fedeltà alla dottrina che Gesù ha dato. Se vieni accusato di essere divisivo perché difendi la retta dottrina non temere!

I sacerdoti secondo Sarah: zelanti, generosi, virili

Immagine
L’articolo di Andrea Zambrano su La Nuova Bussola Quotidiana del 10 giugno 2021 sul nuovo libro del Card. Robert Sarah “A servizio della verità. Sacerdozio e vita ascetica” letto e brevemente commentato dal prof. Giovanni Zenone.

E' il rosario una delle armi da usare

Immagine
  E' il rosario una delle armi da usare “in ogni luogo, in tutti i tempi, in tutte le necessità” per aprirsi al perdono e non permettere all'odio e alla vendetta di prendere possesso della propria vita. Da "Il rosario di Nagasaki" di Takashi Nagai

Accogliere la misericordia di Dio

Immagine
La Sacra Scrittura, la tradizione apostolica, il Magistero della Chiesa e l'insegnamento dei santi concordano sul fatto che l’inferno sia una verità divinamente rivelata e unica garanzia della nostra libertà e dignità. Il rischio della dannazione eterna, come ogni verità di fede, è necessaria per accogliere la misericordia di Dio senza perdere la propria libertà. Da "L'inferno esiste" di Giovanni Cavalcoli.

I racconti del piffero, tra sorrisi e perle di saggezza

Immagine
di Fabio Piemonte                                    Una raccolta di 15 brevi storie di fantasia, piene di spunti di carattere storico e spirituale, di incursioni critiche nel contesto culturale attuale, con un tema di fondo: «Dio c’è, anche quando sta in silenzio». Freschi di stampa   I racconti del piffero   (Fede & Cultura) di Rino Cammilleri.  «Dio c’è, anche quando sta in silenzio» e non solo per coloro che hanno occhi per riconoscerlo, cuore vigile e mente attenta a cogliere i segni della Sua presenza nella realtà che ci circonda. È questo il   leitmotiv   de   I racconti del piffero   (Fede & Cultura 2021, pp. 176) di Rino Cammilleri - firma nota ai lettori della   Bussola   - che richiamano nel titolo, come una dolce melodia, la sinfonia del Padre disponibile anche   on demand   per quanti desiderino sintonizzarsi docilmente sulle sue frequenze.  È una raccolta di quindici brevi storie.   C’è quella di Tobia Nicodemi, scrittore mitomane che si convince che avrebbe dovut

I racconti del piffero di Rino Cammilleri

Immagine
  di Fiorenza Cirillo È tutto così semplice e chiaro, da vertigine. Quando ci si deve lasciare andare, quando ci si deve affidare, bisogna fare un salto fuori da sé. Un minuscolo e potentissimo salto che ci cambia la vita e le dà significato. Il leitmotiv dei   racconti di Cammilleri   è tanto enigmatico quanto limpido, a seconda della prospettiva da cui li si legge. Con sapienza e originalità, l’autore ci fa dare un’occhiata da vicino alle storie degli uomini dei tempi passati, presenti e futuri. Ogni racconto sembra farsi da sé e ci sorprende con direzioni inaspettate che ci indicano su quale aspetto focalizzare l’attenzione e la nostra intelligenza viene sempre interrogata dallo scorrere degli eventi, dalle azioni e dalle parole dei protagonisti.   Ogni storia ci regala qualcosa di utile . Tobia Nicodemi spara al Papa, pur di raggiungere la notorietà; l’investigatore Rocco Caldani si trova a raccogliere i timori di una ragazza lesbica tradita e a suggerirle di accogliere l’amante o

Al servizio della verità - NUOVA USCITA!

Immagine
Oggi il sacerdozio attraversa una crisi profonda e c’è confusione riguardo al compito e alla funzione del presbitero. Essere preti non è un lavoro ma una vocazione e un percorso di santificazione: il sacerdote è un servitore di Cristo, e quindi del prossimo. In questo libro il Cardinale Robert Sarah affronta il problema della decadenza morale e spirituale del clero e mette in guardia dai pericoli che ci sono oggi nella Chiesa: il carrierismo, la mondanità e la notorietà sui social. Per mantenere zelo per il ministero è invece necessaria una vita di preghiera, di ascesi e un forte attaccamento alla Liturgia, perché soprattutto nella celebrazione della Santa Messa è possibile trovare la vera gioia e la ragion d’essere della propria vita sacerdotale.

La lingua biforcuta del clero si chiama ambiguità

Immagine
L'ambiguità è una forma di menzogna e di truffa diabolica. Pio VI insegnava che un Sinodo non deve avere un linguaggio ambiguo ma deve insegnare con chiarezza. Per mons. Schneider il problema della Chiesa di oggi è l'inversione del rapporto fra amore e verità. Si getta la misericordia sulla gente contro la stessa Verità. Sembra quasi che la Chiesa sia diventata come il medico pietoso che rende la piaga purulenta...

Il pragmatismo cieco dei preti fa male alla Chiesa

Immagine
Ecco un breve riassunto dell’articolo su La Verità di oggi che lancia il libro del cardinal Robert Sarah A servizio della verità. Una breve introduzione di Lorenzo Bertocchi e alcune pagine del libro riportate e riassunte.

Mons Schneider a Trento il 18 giugno!

Immagine
Mons. Athanasius Schneider sarà il 18 giugno 2021 alle ore 18.00 al Castello del Buonconsiglio, Trento e presenterà il suo best-seller mondiale Christus vincit

Se Gesù è al centro della tua esistenza

Immagine
Concentra la tua vita su Gesù e avrai la sua pace che scaccia i timori e le preoccupazioni.nell’amore non c’è timore.

Tutto sembra andare in rovina

Immagine
In questo mondo instabile tutto sembra andare in rovina ma non temere: la via di Dio è perfetta! Abbi fede.

La pace che supera l’intelletto

Immagine
Resta tranquillo in presenza di Gesù e troverai quella pace che l’intelletto non ti può dare.

Non avere fretta con Dio

Immagine
Prenditi tempo e calma per stare con Dio, non avere fretta! È il tuo investimento migliore. Anche Gesú lo desidera, per colmarti di grazie.

Guareschi: pensare con la matita

Immagine
Fabio Trevisan, Giovanni Zenone e Gloria Mariotti parleranno del libro di quest'ultima "Pensare con la matita". L'impatto dell'esperienza del lager sullo stile grafico di Giovannino Guareschi.

I costi dello sterminio dei nostri figli

Immagine
Pro Vita e famiglia ha presentato il Primo Rapporto sui costi della legge 194 per l'aborto. Un disastro annunciato. Cinque miliardi per darsi la zappa sui piedi. I costi economici di questa legge sciagurata sono comunque ben oltre quei soldi. Le conseguenze umane poi sono enormemente più terribili.

La bandiera arcobaleno di Giuda e i castighi di Dio

Immagine
La “teologia di Giuda” ha una bandiera arcobaleno come suo simbolo, nell’illusione che Dio non punisca il peccato. Certo, Dio non manderà un nuovo Diluvio, ma i castighi di Dio saranno molto più terribili perché sono gli uomini stessi a farseli... Un brano illuminante da Maria Valtorta.

Riaprite le chiese!

Immagine
Col pretesto della pandemia i preti hanno chiuso le chiese e le mantengono chiuse. Abbiamo bisogno di chiese aperte per visitare il Santissimo e di preti disponibili per ascoltare i nostri affanni e darci la Grazia di Dio.

Nessuno di loro è vero uomo e vero Dio

Immagine
Sebbene molti, vantandosi della propria ampiezza di vedute, paragonino Gesù ad altre grandi figure del pensiero e della religione come Buddha, Confucio, Lao-Tzè e Socrate, nessuno di loro è vero uomo e vero Dio. Anzi, mentre tutti gli altri dicono di indicare la via, Cristo è la via: l’unica possibile via di salvezza. Per poterlo incontrare, occorre farsi umili e piccoli come bambini e lasciarsi amare da Lui. Da "L'uomo di Galilea" di Fulton Sheen.  

Standaert, Commentario alla Regola del nostro Padre San Benedetto, vol. 1 e 2

Immagine
  di don Giacomo Ruggeri Ruminare. Un verbo scomparso dalla grammatica del parlare comune. Padre Benoît Standaert, monaco benedettino francese che vive nel monastero di Saint-André de Clerlande in Belgio, è consapevole che senza l’esercizio attivo, costante, persistente di tale verbo – ruminare – la vita monastica non sarebbe così diversa dalla vita dell’operaio, della casalinga, dell’impiegato. Con la pregevole qualità delle edizioni  Monasterium   P. Standaert pubblica, in due volumi, il   Commentario   alla Regola di San Benedetto in versione italiana, a cura di fr. Andrea Oltolina e con la traduzione dal francese dell’oblata sorella Maria Elisabetta Pedrone delle Benedettine di Milano.   P. Michele Di Monte ha reso possibile la pubblicazione con la casa editrice sopra citata. “ Benedetto   – scrive P. Standaert –   ci parla sia in quello che dice, sia nel non-detto del suo testo così denso. Scrivere un commentario significa innanzitutto aprire il testo, o meglio, leggere, rileggere

Nagai testimonia la sua fede

Immagine
  Con un linguaggio colmo di affetto e tenerezza, il dottor Nagai testimonia la sua fede in Dio, mai venuta meno di fronte ai tragici fatti che hanno sopraffatto la sua vita, e trasmette valori come l’umanità, la solidarietà e il rispetto verso il prossimo. Da "I figli di Nagasaki" di Takashi Nagai

Dare sostanza al ministero sacerdotale

Immagine
Nell’attuale sbandamento e disorientamento dottrinale, la spiritualità monastica benedettina è un esempio che può tornare a dare sostanza al ministero sacerdotale, specie nel caso del prete diocesano che vive immerso nel mondo, in un contesto difficile. Da "Sacerdozio e monachesimo benedettino" di Sergio Paganelli  

Predicazione e annuncio

Immagine
Se la società presenta soluzioni ingannevoli e invita a conformarci alle mode della nostra epoca, è invece necessario ribadire l’importanza della predicazione e dell’annuncio, affinché la parola possa illuminare la vita delle persone e cementare la vita di una comunità. Perché solo la Chiesa è il luogo in cui si realizza la comunione e ci si può scoprire veramente fratelli, aprendosi al messaggio di Cristo. Da "Zibaldone di un parroco di periferia" di Gino Tedoldi  

La dignità della persona, un principio da recuperare

Immagine
di Fabio Piemonte Nel volume “Personalismi o dignità della persona?” sono raccolti preziosi contributi di giuristi, filosofi e teologi per recuperare il principio fondamentale della dignità della persona e liberarsi dai personalismi della modernità, esistenti anche all’interno del mondo cattolico. L’antidoto alla deriva attuale è ripristinare «la   lex naturalis   come criterio d’ogni legge positiva». «La persona dell’uomo è il diritto umano sussistente: quindi anco l’essenza del diritto», scrive Antonio Rosmini. Quest’affermazione del beato di Rovereto ben sintetizza il legame tra persona e diritto al centro di un volume   Personalismi o dignità della persona?   (Fede & Cultura 2021, pp. 208) a cura di don Samuele Cecotti, che raccoglie preziosi contributi di giuristi, filosofi e teologi alla ricerca di antidoti in materia alle deviazioni ideologiche del mondo cattolico. Tale volume propone il recupero del principio fondamentale della dignità della persona   nella riflessione di s

Storia ricca di sentimenti umani e sacri

Immagine
"Voglio gridarlo al mondo intero " è una storia ricca di sentimenti umani e sacri che aprono e si aprono agli orizzonti divini che dal dolore sconfina nell'amore. Un grido che non stordisce ma rievoca, ricompagina la mente, rimpiange una voce cristiana, lontana e sempre vicina nel "convertite e credete nel Vangelo", che scuote e smuove il cuore di pietra per ridiventare un cuore di carne. Appendice fotografica affascinante ed esaltante, eleva mente e spirito alle realtà celesti proiettando in un mondo ultraterrena che allieta e ribadisce i "pascoli eterni del Cielo". Complimenti. Chi leggerà non "starà" più come prima. don Luigi Terzi, San Gimignano (SI)  

Dio li ripaga con una grande serenità

Immagine
  Dallo sportivo all’attore, dal disabile alla mamma, dal marito alla suora. C’è il quindicenne che ha brandito il crocifisso davanti al gay pride, la scultrice che rende omaggio ai bambini non nati, e ancora l’anonimo fedele che faceva compagnia al medico abortista. I loro casi possono apparire “strani” agli occhi di un mondo secolarizzato e indifferente alla fede, ma sono molto graditi agli occhi di Dio, che infatti li ripaga con una grande serenità. Da "Gli strani casi" di Aldo Maria Valli

Quando le cose non vanno come vorresti

Immagine
Quando le cose non vanno non cadere nel rammarico e nel risentimento, buttati fra le braccia di Gesù: lui basta!

Sono riusciti a dividerci in famiglia e tra cristiani

Immagine
La situazione che viviamo sta portando divisione come non erano state capaci né le opposte tifoserie, né le ideologie o religioni diverse. Il nuovo stadio di divisione diabolica è entrato a distruggere i legami religiosi e familiari. Ecco come.

Si può essere pro-life e cannibali?

Immagine
Mons. Athanasius Schneider scrive nel libro Christus Vincit che abortire bambini e usarne le membra per commercio o per prodotti medici è una forma di cannibalismo più crudele di quella esistente tra i barbari. Oggi evidentemente abbiamo superato di gran lunga i barbari!

Al confine tra Francia e Svizzera, Lamotte

Immagine
  Gli opposti caratteri e gli antagonismi tra un parroco e un sindaco in un paese al confine tra Francia e Svizzera, Lamotte. Il parroco parla non con un crocefisso ma con la Madonna, mentre il sindaco, mangiapreti e fanatico sostenitore delle idee del suo partito, è socialista. La campana della chiesa si mette a suonare mentre nessuno si trova nella chiesa e senza che lo stesso campanaro riesca a spiegarsi chi può essere stato. Da "Il parrocco di Lamotte" di Helene Haluschka

Autentico rapporto d’amore

Immagine
  Bisogna essere in tre, per sposarsi bene: lui, lei e il Signore. Questa è la sostanza della felicità del matrimonio cristiano, che si basa su una visione trinitaria dell’autentico rapporto d’amore. Senza Cristo anche l’amore degli sposi è confuso, limitato e finito, come il vino alle nozze di Cana: solo grazie alla presenza e alla conoscenza del vero Sposo dell’umanità, il vino, cioè la gioia dello stare insieme, ritorna a riempire la vita, abbondante e migliore. Da "Tre per sposarsi" di F. Sheen.

Domande fondamentali su Maria Valtorta

Immagine
Maria Valtorta è stata un isterica visionaria? Perché l'Osservatore Romano nel 1960 ha considerato i suoi scritti un romanzo pieno di errori? È un giudizio ancora valido? E che dire della messa all'indice? La Valtorta era una grafomane che scriveva per consolarsi della sua immobilità a letto? Ha avuto forse una autentica rivelazione privata? Come dimostralo? E se fosse vero che valore ha per noi? Ci sono dati scientifici che riguardano l'opera di Maria Valtorta? Quali sono i fatti su cui basare un giudizio corretto? Alcune domande fondamentali cui risponde don Ernesto Zucchini, presidente della Fondazione Maria Valtorta nel libro

Perdere la propria anima

Immagine
  Che cosa accade se un giovane ricco decide di salvare il suo ex migliore amico, ora rivoluzionario, e l’identità del suo Paese da una terribile guerra civile? È quanto succede a Javier Marquez Ochoa, originario di Santiago de Compostela, che abbandona la fede e la vocazione sacerdotale per una vita di successi nell'imprenditoria. Ma a che giova all’uomo guadagnare il mondo intero se poi perde la sua anima?  Da "Il calzolaio di Finisterre" di Maximiliano Cattaneo.

E' un mistero

Immagine
Come ha fatto Eva, che vedeva Dio, a credere che, ribellandosi a Dio, sarebbe diventata lei come Dio? E' un mistero. Un mistero di iniquità. Il mistero di iniquità che si ripete ogni giorno perché ogni giorno c'è satana che ci gira intorno volendoci morti. E tali siamo se ci mettiamo contro Dio. Da "La gnosi al potere. Perché la storia sembra una congiura contro la verità" di Angela Pellicciari.

Segno di una realtà ontologica

Immagine
L'abito ecclesiastico è fondamentalmente segno di una realtà ontologica che riguarda la persona del presbitero, e le sue caratteristiche corrispondono all'esigenza di visibilità e distinzione, con una nota di sacralità che deriva da ciò che manifesta: la scelta da parte di Dio e la consacrazione che gli è stata affidata. Da "La talare sacerdotale. Segno di fedeltà a Cristo e di rinuncia al mondo" di M. De Santi  

Monte Tabor

Immagine
  Tutti i membri degli ordini religiosi ascendono dietro Cristo sul monte Tabor (monte della trasfigurazione) e sul monte Calvario (monte della croce della risurrezione) e così in Cristo e per Cristo entrano grandemente nel regno e nella vita del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.  Da "La città sopra il monte" di Francis Templar.

I Dottori della Chiesa

Immagine
  I Dottori della Chiesa non sono quadri di musei o di antiche dimore abbandonate, ma sono esistenze vive, che ispirano oggi la Chiesa universale a evitare la paralisi del bene e a mantenere l'ottimismo della fede, dell'amore alla vita e della speranza. Da "Eminente dottrina. La procedura per il conferimento del titolo di Dottore della Chiesa" di P.B. Wodrazka.

Le sette opere di misericordia spirituale

Immagine
A differenza della prassi ecclesiale odierna che spaccia la carità corporale per l'unica esistente, la più importante e davvero cristiana è la carità spirituale. Una breve e accorata esposizione del prof. Giovanni Zenone.

Una satira amara: “I racconti del piffero”

Immagine
  di Luciano Garibaldi Un mix di ironia, fantasia, amarezza. Questa la definizione del nuovo lavoro di Rino Cammilleri, autore cattolico di libri imperdibili come (citando i più recenti) « Immortale odium », « Ma l’Inquisizione ha fatto anche cose buone? », « Io e il Diavolo. Il romanzo di Sant’Antonio da Padova », « Il Vangelo fa parte del paesaggio? ». Il nuovo libro ha un titolo autoironico, « I racconti del piffe ro » (176 pagine, 17 euro, edizioni Fede & Cultura). I capitoli (e quindi i racconti) sono sedici. Sintetizzarli tutti è impossibile. Abbiamo preferito soffermarci su uno di essi, quello che ha per titolo « Il segreto del successo ». Incominciamo dal protagonista. E’ un personaggio inventato, ma non estraneo a molte realtà. Si chiama Tobia Nicodemi, scrittore fallito, giunto alle soglie della vecchiaia senza aver maturato una pensione e senza aver potuto mettere da parte risparmi peraltro mai realizzati. Lasciamo la parola all’Autore: « Protraendosi il flop delle sue

Riforma interreligiosa e umanitaria

Immagine
In un futuro non troppo lontano fatto di cyborg e veicoli volanti, la Chiesa cattolica è cambiata, trasformata da una riforma interreligiosa e umanitaria che ha vietato il segno della croce e la preghiera alla Madonna in nome dell’ecumenismo, della tolleranza e della fratellanza universale. Da "L'ultima battaglia" di Aldo Maria Valli.

Divisioni teologiche

Immagine
  Lontana dalle divisioni teologiche che serpeggiavano in seno all'anglicanesimo, [la Chiesa cattolica] si mostrava al mondo come una compatta unità, condotta dalla ferma ma paterna mano del papa, il vicario di Cristo in terra. Tale segreta speranza fu la stessa che animò Benson e che lo spinse alla conversione. Da "Robert Hugh Benson. Sacerdote, scrittore, apologeta" di Luca Fumagalli.

NUOVA USCITA - I racconti del piffero

Immagine
Un uomo smanioso di successo cerca di raggiungere la sospirata notorietà con un tentato omicidio mirato; un imputato dell’Inquisizione medievale si risveglia nel futuro; una lesbica gelosa si affida a un investigatore privato; uno scrittore frustrato escogita stratagemmi per sfondare; un signore afflitto da un problema nervoso decide di comprare un piffero e andare a suonarlo sul cocuzzolo della montagna. Queste e altre storie compongono una raccolta di racconti di cui il lettore è invitato a trovare il trait-d’union (sempre che ce ne sia uno…).

Da dove viene l'ateismo?

Immagine
L'ateismo è una disgrazia, un fatto che non dipende dalla volontà e dalla responsabilità della persona? Se la fede è un dono che responsabilità hanno coloro che non credono? Cosa dice in proposito la Bibbia e san Teofilo di Antiochia nel Libro ad Autolico? Cosa possiamo fare per queste persone amate da Dio?

Il Purgatorio è una verità di fede?

Immagine
Ma è proprio vero che la fede cristiana sia in gran parte una montatura della Chiesa che tiene occulte certe "verità scomode" per tenere le persone sottomesse? Cominciamo dal Purgatorio.

La Rivelazione cristiana è credibile?

Immagine
Ci sono ragioni condivisibili e accettabili dalla ragione per credere alla rivelazione divina di Gesù Cristo? Si tratta davvero di una rivelazione divina? Quali sono i motivi della credibilità in questa rivelazione? Qualche cenno su una questione fondamentale per i cristiani.

Il tempismo della CEI

Immagine
L'azienda CEI ci ha messo un anno a prendere una decisione in cui bastavano trenta secondi. Cos'hanno fatto per essere così tempestivi?

Prima la coscienza e poi il Papa

Immagine
Come diceva il Card. Newman, prima un brindisi alla coscienza e poi al Papa. Non per relativizzare il Magistero, ma perché la verità va riconosciuta e vissuta perché vera, non perché imposta dal - sia pur limitatamente valido - principio di autorità. Nel tempo in cui al Magistero autentico si oppongono i magisteri della chiacchiera o dell'intervista, il brindisi di Newman è quanto mai necessario!

Hans Küng eretico o santo?

Immagine
Il giornale della CEI tesse l'elogio funebre di Hans Küng, sospeso dall'insegnamento dalla stessa Chiesa Cattolica. Ma allora aveva forse ragione lui? Un pò di chiarezza invece dei soliti pasticci sarebbe opportuna no?

Valtorta, la scienza conferma la fede

Immagine
Il prof. Giovanni Zenone commenta l'inizio del volume "La cattedrale di Maria Valtorta". La dimensione miracolosa di questo testo non deriva da motivi devozionistici, ma dalle innumerevoli conferme scientifiche che sono anche conferme della verità del Vangelo.

La gioia e lo sdegno

Immagine
Come tenere insieme in equilibrio - instabile - la gioia cristiana e il sacro sdegno per le profanazioni che si compiono e le eresie che si propagano? Il dovere cristiano della legittima difesa dei propri sottoposti. Qualche suggerimento.

NUOVA USCITA - Dieci brevi lezioni di filosofia

Immagine
Siamo andati sulla Luna, ma le grandi domande filosofiche dei Greci, dei medievali, dei moderni e dei contemporanei, rimangono le medesime. Siamo creature misteriose, tanto piccole e tanto grandi, in un Cosmo immenso, ma non infinito, e portiamo a spasso, sulle nostre spalle, l'oggetto più complesso dell'Universo (il cervello). Siamo corpo e anima, cervello e mente; viviamo nello spazio e nel tempo, ma siamo proiettati sempre Oltre. Perché? Cosa significa questo immenso Enigma? Le neuroscienze, il dibattito sull'Intelligenza Artificiale, la Cosmologia del Big Bang, la dinamica del nostro venire alla luce… insomma, il sapere dell'uomo di oggi, possono dialogare con le riflessioni dei grandi filosofi che chi ci hanno preceduto, per permetterci di capire qualcosa, come in uno specchio.

Si può dimostrare l'immortalità dell'anima?

Immagine
Quando ti sbeffeggiano per la tua fede fai scoprire ai beffardi la grande cultura classica, aiutali a guardare senza vergogna dentro a loro stessi. Non siamo solo carne destinata a diventare mangime per vermi, il nostro destino è eterno!