Il Granellino di Padre Lorenzo Montecalvo

Clicca per info e acquisti
(Mt 7, 15-20) Carissimi lettori de Il Granellino, fate attenzione a certi ministri della parola di Dio che dimorano nella Chiesa. Sono tutto burro e marmellata. Essi insegnano il contrario di quello che abbiamo ascoltato nel Discorso della Montagna. Spesso le loro chiese sono affollate perché predicano un Vangelo che non è affatto di Gesù Cristo. La loro parola mielosa è accolta con grande entusiasmo. Essi insegnano quello che la gente vuole ascoltare. Cosa vogliono ascoltare i giovani d'oggi? Vogliono che il prete dica loro che non è peccato avere rapporti prematrimoniali se avvengono nell'amore.
Cosa vogliono ascoltare quelli che hanno vergogna di confessare i loro peccati al prete? Vogliono ascoltare che la confessione è voluta dalla gerarchia della Chiesa, ma non da Gesù Cristo. Cosa vogliono ascoltare i divorziati che si sono risposati civilmente o i conviventi? Vogliono ascoltare che possono ricevere la Comunione. Cosa vogliono ascoltare quelli che vanno a Messa sporadicamente? Vogliono ascoltare che a Messa si va solo quando si ha voglia. Cosa vogliono ascoltare quelli che non pagano le tasse allo Stato? Vogliono ascoltare che non è un dovere pagare le tasse allo Stato, l'importante è essere generosi con la chiesa che si frequenta. Cosa vogliono ascoltare quelli che hanno deciso che la carriera è più importante di avere un altro figlio? Vogliono ascoltare che i contraccettivi non sono immorali. Cosa vogliono ascoltare quelli che vogliono praticare l'omosessualità senza sentirsi in colpa? Vogliono ascoltare che non c'è niente di male in quello che fanno. L'importante è fare tutto per amore. Cosa vogliono ascoltare quelli che vogliono fare il figlio attraverso l'inseminazione artificiale? Vogliono ascoltare che tutto è lecito. I falsi profeti sono quelli che non hanno nessun desiderio di portare il popolo a Dio, ma solo a se stessi per essere acclamati dai peccatori incalliti come pastori buoni, misericordiosi e simpatici. Signore, libera la tua Chiesa dai falsi profeti! Amen. Alleluia. 
Per approfondire:

12 commenti:

Paul Candiago ha detto...

Gentile Sigra/ina Pina Massa (il granellino) se questo P=Padre Lorenzo Montecalvo se la vede con Radio Maria di Erba Como Italia mi creda siamo in mano dei Ladroni=Pinocchio che si fida della Volpe e del Gatto.
Non a caso il Sommo Pontefice Francesco ci avverte che non Puzziamo di Pecora e Siamo Fuori Strada e siamo piu’ interessati alle fragranze del Mondo.
Non sono le belle parole o gli spettacoli telecomunicativi che fanno Chiesa anzi servono solo Falsi Profeti e Impresari di commercio di religione e la occulta Massoneria che se la ride.
Abbiamo bisogno di Catechesi Integrale e vivere dando esempio di Fedelta’, specie per Ecclesiastici= preti suore e frati e fedeli a Parola Tradizione Magistero della Una Santa Cattolica Apostolica Chiesa Romana Universale Madre e Maestra.
Dopo questa evangelizzazione reale della Buona Novella, secondo il nostro stato di cristiani, se rimane tempo: conversione, preghiera e penitenza.
Nel Mondo e non del Mondo, anche se viviamo nella zizzania= falsi profeti a noi rimanere forti nella Fede: aiutati ed incorraggiati da sante persone e non da saltinbanchi dell’Idolo delle telecomunicazioni e mass media.
Supporto al mio scirvere: osservare i Segni che la Provvidenza ci manda per capire la follia del Mondo.
Cordiali saluti, Paul

Unknown ha detto...

Salve Padre Lorenzo sono grata a Dio perché tutte le mattine tramite wothz app la seguo mi piace perché è chiaro e conciso,per questo mi viene in mente Gesù quando parlava alle folle!!!!Prego per lei

Unknown ha detto...

Padre Lorenzo è strumento nelle mani di Cristo e ci guida , ci orienta verso l'eternità

Unknown ha detto...

Abbiamo bisogno del Vangelo spiccioli e non paroloni per far aumentare la nostra piccola fede....santa giornata nel Signore.

emanuele megna ha detto...

Abbiamo bisogno di veri profeti e non di falsi profeti menzionieri

Unknown ha detto...

Io ricevo ogni giorno da una mia amica messaggi su whatsapp de "Il granellino".Devo dire che è assolutamente assurdo quello che lei scrive.È fuori tempo,anacronistico,retrogrado,aculturale ,pieno di idiozie e inoltre a fine messaggio c'è sempre la richiesta di soldi!!!

Unknown ha detto...

Eh già,dopo l'approvazione.Poi voi riempite chi volete dei vostri assurdi messaggi!!

Unknown ha detto...

Grazie

Unknown ha detto...

Vorrei ricevere il granellino

Unknown ha detto...

Vorreicome devo fare? ricevere il granellino su wattsapp

La Voce di don Camillo ha detto...

Non ne abbiamo idea, non è un servizio di Fede & Cultura.

Gianluca ha detto...

Mi è capitato di leggere ‘il granellino’ attraverso whatsup e mi ha fatto paura. Il giudizio è di Dio non dell’uomo, attenzione a chi predica intolleranza e diffidenza verso le diversità. Solo chi è senza peccato può scagliare la pietra verso il prossimo; e Gesù ci insegna che la condizione umana non può per sua natura essere esente dal peccato. Lui si è immolato per questo, come il pellicano ha dato la sua stessa vita per nutrire i suoi figli sconfiggendo proprio in questo sacrificio il peccato. Non sta a noi , compresi i ministri di Dio giudicare il comportamento degli uomini. È sì loro dovere indicare la strada giusta, ma senza giudicare. Ho vissuto durante l’infanzia la calunnia, l’offesa e il giudizio proprio dalle stesse persone che frequentavano la parrocchia del paese in cui sono nato, e questo mi ha segnato profondamente portando grandi sofferenze. Leggendo il granellino ho rivissuto la stessa intolleranza vissuta in quel periodo. Grazie alla mia forza e alla mia famiglia sono riuscito a superare quei momenti ma ancora oggi ne porto i segni. Vivo nella speranza che un giorno Dio giudichi non solo il mio comportamento, ma anche la crudeltà e il giudizio che esprime Padre Lorenzo nei suoi commenti. Mi auguro davvero che questo sacerdote abbia un cuore integro e puro, e prego affinché Gesù gli doni l’umiltà di riconoscere che anche lui possa cadere nel peccato come ogni essere umano. I messaggi d’amore propri di gente di Dio come madre Teresa di Calcutta donano ristoro all’anima alimentando la speranza dell’incontro con Cristo, i messaggi del granellino alimentano invece l’odio e l’intolleranza verso i diversi, portando ad allontanare e a giudicare il prossimo. Trovo tutto ciò molto triste. Scusate questo sfogo, ma sentito la necessità di condividere il mio pensiero.