Per chi NON votare?

Clicca per info
Per chi NON votare? Scopri cos'è il movimento 5 stelle e quale ideologia di morte si nasconde dietro gli insegnamenti dei suoi guru: leggi Incubo a 5 stelle, il libro rivelazione di Roberto Dal Bosco! https://shop.fedecultura.com/Incubo-a-5-Stelle-p64460026
#5stelle #Grillo #BeppeGrillo #CinqueStelle #movimento #politica #elezioni #culturadellamorte #RobertoDalBosco

Da che parte votare?

Chi votare? Noi facciamo nostro l'appello di Massimo Gandolfini. Lo riportiamo qui di seguito, che nella sostanza chiede di votare per il centro-destra.
Considerato il clima di grande confusione in atto in ordine alle prossime elezioni politiche, ritengo doveroso da parte mia – in qualità di presidente del Comitato Difendiamo i Nostri Figli, nato con i due Family Day 2015/2016 – darvi delle informazioni che ritengo possano esservi utili nel lavoro

La cattiveria quotidiana 1338

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, le false rivelazioni private servono a screditare la verità?” “Certo, Terenzio; infatti l’apostata attaccato da una falsa rivelazione pare un innocente perseguitato, e così resta al suo posto a demolire sempre meglio”.

Quale futuro per la vecchia Europa se la culla rimane vuota?

Clicca qui per info e acquisti
Un tempo si diceva che il Mediterraneo, e più in generale l’Europa, è stata la culla della civiltà. Ma cosa succede se quella culla rimane vuota? Con regolarità vengono pubblicati dati che registrano il calo demografico e l’invecchiamento della popolazione. L’ultimo è l’Ageing Report della Commissione Europea che dipinge un quadro preoccupante: se oggi per ogni pensionato ci sono 4 lavoratori attivi, nel 2050 saranno solo in 2 a garantire la pensione per ogni over 65. L’Italia in questo panorama ha raggiunto un infelice record: 509mila nascite l’anno scorso, il picco più basso dall’unità del 1861. 

La cattiveria quotidiana 1337

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, quando uno ha ingoiato il funghetto avvelenato, a che gli serve il resto della pietanza?” “Solo ad aggravare il mal di pancia, Terenzio.

La cattiveria quotidiana 1336

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, allora il diavolo può dire la verità?” “Certo, Terenzio, gli serve come la pietanza appetitosa che nasconde un funghetto avvelenato”.

Lo sviluppo della dottrina

Pubblichiamo un intervento del Cardinale Gerhard Ludwig Muller, prefetto emerito della Congregazione della dottrina della fede estratto da La Nuova Bussola Quotidiana. Parole chiare che confermano le verità di fede in questi tempi di ambiguità e confusione. Per approfondire i contenuti trattati puoi richiedere le nostre pubblicazioni ai link indicati. Partecipa anche tu al nostro apostolato per la Buona Stampa.

Clicca qui per info e acquisti
Parlare di uno sviluppo della dottrina non significa certamente interpretare storicamente il Cristianesimo nei termini dell’idealismo tedesco, dello storicismo e del modernismo. I sostenitori di queste correnti considerano Dio, o l’Assoluto, come un “trascendentale a priori”, ossia come la necessaria condizione soggettiva della nostra ragione e della nostra esperienza, che precede perciò la nostra esperienza e non può essere oggetto d’esperienza. Nella misura in cui l’Assoluto è la condizione del nostro pensiero e del nostro linguaggio, esso non può essere espresso con parole e concetti. Conformemente a questo approccio, allora, tutti i dogmi della fede cattolica sono semplicemente formule concettuali provvisorie che esprimono il sentimento religioso sempre mutevole della coscienza collettiva della Chiesa. Di conseguenza, anche quelle formule che chiamiamo dogmi dovranno essere soggette a queste vicissitudini e, pertanto, sono suscettibili di cambiamento” (Pio X, Pascendi dominici gregis). Seguendo questa teoria, le formule dottrinali hanno lo scopo di unire i fedeli all’Assoluto in un modo ineffabile, ma in se stesse non rappresentano veramente delle verità rivelate. Pertanto, noi non crederemmo veramente in Dio, ma nei fenomeni della nostra immaginazione e negli echi che essi provocano nel nostro linguaggio. Una tale idea di sviluppo contraddice la pienezza della verità presente nella persona storica di Gesù Cristo, il Verbo di Dio incarnato.

La cattiveria quotidiana 1335

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, com’è una falsa rivelazione privata?” “È fatta di sacrosante verità, pii propositi e impeccabili orazioni; ma poi, quando i gonzi in buona fede ci sono cascati, insinua una falsità, Terenzio.

La cattiveria quotidiana 1334

dei coniugi Biagini
Per la sagra delle definizioni. Inferno: il posto dove vanno tutti quelli che non ci credono.

La storia di Napoleone secondo Hilaire Belloc

Clicca qui per info e acquisti
Per le lande culturali dell’Inghilterra d’inizio Novecento si aggirava uno strano animale, un esemplare unico degno di un bestiario medievale. La mole era imponente e l’aspetto, nel complesso, risultava alquanto sgraziato, decisamente poco attraente. Non senza una nota d’ironia, George Bernard Shaw aveva battezzato questo ircocervo della carta stampata “Chesterbelloc”, fondendo in un’unica etichetta grottesca i nomi dei due uomini che lo componevano, amici fraterni e intellettuali cattolici di primissimo ordine: G. K. Chesterton e Hilaire Belloc.

La cattiveria quotidiana 1333

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, se qualcuno volesse screditare i cristiani scandalizzati da Bergoglio, come farebbe?” “Tirerebbe fuori qualche falsa rivelazione privata, Terenzio.

La cattiveria quotidiana 1332

dei coniugi Biagini 
Per la sagra delle definizioni. Razzismo: forma di odio dei degenerati fisici e mentali che inneggiano alle foibe e alla distruzione degli italiani.

Esistono prove della conversione di Benito Mussolini?

Clicca qui per info e acquisti
L’autore, Don Ennio Innocenti nel volume La conversione religiosa di Benito Mussolini, indaga sul lungo e sofferto iter di conversione di Mussolini che culminò con la sua uccisione. Il libro ricorda anche come Mussolini ebbe un finalismo anti-massonico e che si apprestò a regolarizzare ecclesiasticamente il suo matrimonio. A quanto pare l’esito positivo del cammino di conversione del Duce è stato confermato da Padre Pio che disse che il Duce si era salvato mentre Hitler bruciava all’inferno. Una questione molto controversa e dibattuta, che ha suscitato molto interesse e curiosità tra gli studiosi nell'ultimo mezzo secolo. Pubblichiamo di seguito un intervista all'autore del volume:

La cattiveria quotidiana 1331

dei coniugi Biagini 
Per la sagra delle definizioni. Resistenza: indispensabile parte del ferro da stiro, dannosa altrove.

La cattiveria quotidiana 1330

dei coniugi Biagini 
Per la sagra delle definizioni. Antifascismo: slogan di chi non sa più cosa dire.

Le seduzioni moderne del demonio

Clicca qui per info e acquisti
Lo snello opuscolo di Cesare Ghinelli, Le seduzioni moderne del demonio (Fede & Cultura, Verona  2015), qualificato medico primario di Chirurgia Pediatrica a Parma, mette opportunamente in luce, con dovizia di documentazione, le atroci seduzioni moderne del demonio; filosofie e religioni orientali, tecniche e medicine alternative, mistificazioni e inganni miranti alla distruzione del cristianesimo, come previsto nei diabolici piani della massoneria e dei rosacroce.

La cattiveria quotidiana 1329

dei coniugi Biagini 
Per la sagra delle definizioni. Cavallo di Troia: in antico era di legno, oggi è un gommone delle Ong.


La cattiveria quotidiana 1328

dei coniugi Biagini 
Per la sagra delle definizioni. Ecumenismo: il vizio di dare ragione agli eretici pur di andare d’accordo a tutti i costi.

Bisogna ripensare il modo di distribuire la comunione

Clicca qui per info e acquisti
Prima dell’apparizione della Vergine Maria, nella primavera del 1916, l’Angelo della Pace apparve a Lucia, Giacinta e Francesco, e disse loro: «Non abbiate paura, io sono l’Angelo della Pace. Pregate con me». (…) Nella primavera del 1916, alla terza apparizione dell’Angelo, i bambini si resero conto che l’Angelo, sempre lo stesso, teneva nella sua mano sinistra un calice, sul quale era sospesa un’ostia. (…) Diede la santa Ostia a Lucia, e il Sangue del calice a Giacinto e Francesco, che rimasero in ginocchio, mentre diceva: «Prendete e bevete il Corpo e il Sangue di Gesù Cristo, orribilmente oltraggiato dagli uomini ingrati. Riparate i loro crimini e consolate il vostro Dio». L’Angelo si prostrò nuovamente a terra ripetendo con Lucia, Giacinta e Francesco ancora tre volte la stessa preghiera. 

La cattiveria quotidiana 1327

dei coniugi Biagini 
Per la sagra delle definizioni. Misericordia: il vizio dei buonisti.

La cattiveria quotidiana 1326

dei coniugi Biagini 
Per la sagra delle definizioni. Cattiveria: la virtù dei buoni.

San Tommaso d'Aquino e Aristotele

Clicca qui per info e acquisti
"Fu l’Aquinate a battezzare Aristotele, mentre Aristotele non avrebbe potuto battezzare l’Aquinate; fu un miracolo squisitamente cristiano a far risuscitare il grande pagano. E questo si può dimostrare in tre modi (come direbbe lo stesso san Tommaso), che sarà bene riassumerre come una sorta di sommario di questo libro: 

Primo, nella vita di san Tommaso, lo dimostra il fatto che solo la sua enorme e solida ortodossia avrebbe potuto sostenere tante cose che allora non sembravano ortodosse.

La cattiveria quotidiana 1325

dei coniugi Biagini 
Per la sagra delle definizioni. Gomorra: la città gemella di Sodoma, dove soggiorna Saviani (o Saviane, o Saviano, o come cavolo si chiama).

La cattiveria quotidiana 1324

dei coniugi Biagini 
Per la sagra delle definizioni. Sodoma: la città santa dei “ghei”.

Il Cuore immacolato di Maria


Clicca qui per info e acquisti
Come è bello dunque in questa festa del Cuore Immacolato di Maria, di quel Cuore che ci ha dato a Fatima quella bella, quella stupenda promessa del suo trionfo, come è bello cantare le lodi della Santa Vergine in questa grande e bella festività. Ecco, cari fratelli, che cosa significa la festa del S. Cuore di Gesù e del Cuore Immacolato di Maria, giacché i due cuori sono inseparabilmente legati l’uno all’altro, come la madre assieme al Figlio è vincitrice di Satana, del grande avversario di Dio ed omicida delle anime umane. Vedete, cari fratelli, sempre la madre associata ai trionfi del Figlio suo. 

La cattiveria quotidiana 1323

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, che si diranno in tutto questo dialogo?” “Diranno soprattutto: ‘Pape Satan, pape satan, aleppe’, Terenzio.

Filosofia Cristiana per tutti! di Stefano Fontana

Iscriviti adesso al corso online di Filosofia Cristiana del prof. Stefano Fontana. Puoi partecipare online in differita o in presenza a Verona. Verrà rilasciato un attestato di partecipazione a fine corso.

La cattiveria quotidiana 1322

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, chi viene adorato di più in Vaticano?” “Il feticcio del dialogo, Terenzio.


Domani con Stefano Fontana

Domani Mercoledì 21 febbraio 2018, ore 18,30-20,00 a Verona  in via Marconi 60A Stefano Fontana terrà la seconda lezione del corso di Filosofia per tutti / modulo di Gnoseologia dal titolo
Conoscere con i sensi, conoscere con l’intelletto: materialità e spiritualità della conoscenza
Vieni anche tu a Fede & Cultura Universitas e partecipa in diretta o al corso online in differita.

Aveva scelto per la Verità...

Clicca qui per info e acquisti
"Ma chi ha scelto realmente per la Verità non conosce il male 'minore' o 'maggiore'. Sa che il male è male, per il quale non si può mai scegliere, pena l'incamminarsi su una strada dove la corsa in discesa è sempre più sfrenata, finché fermarsi diventa impossibile. E ci si schianta. La sempre più veloce corsa verso la dissoluzione della società cosiddetta 'civile' dimostra quanto avesse ragione Mario Palmaro. Aveva scelto per la Verità che non è il risultato di una speculazione filosofica, di solitarie meditazioni e di arrotolamenti ideologici. 'Io sono la  via, la verità e la vita. Nessuno viene al Padre se non per mezzo di me. Se conoscete me, conoscerete anche il Padre'. L'amore per la Verità è un amore totale, che non conosce compromessi. L'appartenenza a Cristo è appartenenza amorosa e intelligente alla Sua Chiesa, alla Chiesa Cattolica".

Intrighi di Corte

Clicca per info e acquisti
di Luca Fumagalli
Nel 1914, con Intrighi di Corte, mons. Robert Hugh Benson – noto soprattutto come autore del bestseller Il padrone del mondo – tentò per l’ultima volta la via del romanzo storico. Il lavoro, pur soffrendo di alcune piccole incoerenze a livello di trama, risulta nel complesso interessante, dal gustoso taglio apologetico; certamente, per questo e altro ancora, si tratta di uno dei romanzi migliori partoriti dalla fervida immaginazione del sacerdote inglese.

Fede & Cultura, blasonata casa editrice cattolica, da anni impegnata nella pubblicazione delle opere più interessanti della vasta bibliografia bensoniana, ha appena dato alle

La famiglia con figli salverà l'Italia

di Patrizia Floder Reitter (ProVita Onlus 14/2/2018)
Clicca per info e acquisti
La culla vuota della civiltà. All’origine della crisi (pagine 176, editore Gondolin), scritto dall’europarlamentare Lorenzo Fontana e da Ettore Gotti Tedeschi, economista, ex presidente dello Ior, l’Istituto pontificio per le opere di religione (comunemente conosciuto come Banca vaticana), è il libro appena pubblicato sul declino demografico ma anche economico del nostro Paese.
Un tempo si diceva che il Mediterraneo è stato la culla della civiltà, oggi con sempre più vecchi e pochi bambini le nostre radici inaridiscono, rischiano di diventare sterili. In Italia, grazie a politiche poco lungimiranti e pensando di poter colmare il gap demografico con i flussi migratori, le famiglie italiane sono scomparse dalle priorità dei partiti, del governo. Non vengono incoraggiate a fare figli. Sempre meno ci preoccupiamo dei diritti e della salute che girano attorno a una culla, delle donne, dei bimbi che potrebbero nascere, di quelli che

La cattiveria quotidiana 1321

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, qual è la massima preoccupazione pastorale del Vaticano?” “L’otto per mille, Terenzio.

La cattiveria quotidiana 1320

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, e che servirà il progetto di celebrazione comune cattolico-luterano?” “Ad andare all’inferno allegramente tutti insieme, Terenzio.

Il problema di Dio

Clicca qui per info e acquisti
"Il problema di Dio si impone in modo più vivo che in molte altre epoche meno turbolente. Ciò deriva dal fatto che molti uomini si sono separati da Dio, e hanno cercato di organizzare la vita sociale e intellettuale senza di Lui. Allora, i grandi problemi che hanno sempre preoccupato l'umanità hanno assunto un aspetto nuovo e talvolta tragico. Il voler fare a meno di Dio ha condotto molti al nichilismo e alla miseria fisica e morale peggiore anche del nulla. Allora i grandi problemi si aggravano fino all'esasperazione e ci si deve infine accorgere che tutti tendono a riproporre il problema di Dio, e riproporlo a fondo".

La cattiveria quotidiana 1319

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, come mai anche tra i Francescani dell’Immacolata ce ne sono stati alcuni che hanno accolto con favore il commissariamento?” “Perché qualche Giuda non manca mai anche nelle migliori famiglie, Terenzio.

La cattiveria quotidiana 1318

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, perché Bergoglio ha scatenato la persecuzione dei Francescani dell’Immacolata?” “Perché avevano i seminari pieni e la gente li amava, Terenzio.” “Ma che c’è di male?” “Niente di male, Terenzio, ma c’era troppo bene, che faceva risaltare per contrasto il fallimento del postconcilio, le chiese vuote, i seminari vuoti e l’otto per mille in caduta libera.

E’ la purezza del cuore che fa vedere te, o Signore

Clicca qui per info e acquisti
“Che io impari a desiderarti, Signore; che io impari a prepararmi per poterti vedere. Beati i puri di cuore perché ti vedranno…


E ti vedranno non perché sono poveri di spirito, né perché sono mansueti o piangenti o famelici e sitibondi della giustizia o misericordiosi, ma perché sono puri di cuore…

Buona è l’umiltà per avere il regno dei cieli, buona la mansuetudine per possedere la terra, buono il pianto per essere consolati, buona la fame e la sete della giustizia per essere saziati, buona la misericordia per ottenere misericordia, ma è la purezza del cuore che fa vedere te, o Signore (Sr 53, 7.9).

La cattiveria quotidiana 1317

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, perché hanno chiuso quell’abbazia dove celebravano in latino e dove andava tanta gente a Messa?” “Proprio per quello l’hanno chiusa, Terenzio.

Il senso del peccato

Clicca qui per info e acquisti
"Non è mai sufficiente che un sacerdote dica ai suoi fedeli di seguire la propria coscienza. Il Sacerdote deve costantemente cercare di illuminare questa coscienza attraverso lo Spirito. [...] Non è possibile comprendere l'enormità del peccato se non per mezzo dello Spirito Santo, una verità, questa, che Nostro Signore spiegò ai suoi Sacerdoti durante l'Ultima Cena. Più che in termini di infrazione dei comandamenti, il peccato si può meglio comprendere e debellare in termini di frattura dei nostri legami con il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Il peccato spezza i nostri vincoli con il Padre Celeste in quanto ci aliena a Lui come suoi figli".

La cattiveria quotidiana 1316

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, a che serve la grande apostasia?” “Ad andare all’inferno, Terenzio.

La cattiveria quotidiana 1315

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, a che serve l’abbraccio coi protestanti?” “A preparare la grande apostasia, Terenzio.

Ci salverà il monachesimo

Clicca qui per info e acquisti
L'essenza del monachesimo, spiega Beniamino Lucis, è connotata da una triplice dimensione: 1. La separazione dal mondo, la cosiddetta fuga mundi, che non è "(pag. 22), nè è da confondersi con un atteggiamento assimilabile alla misoginia, al non sopportare cioè la compagnia degli uomini: la fuga dal mondo è la dimostrazione che è possibile vivere la vita presente senza immischiarsi nelle faccende del secolo, ma con il cuore e la mente protesi alla contemplazione dei beni celesti, al quaerere Deum, cercare Dio, che per il monaco diventa, quindi, un programma di vita che postula, appunto, la separazione dal mondo; 

La cattiveria quotidiana 1314

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, a cosa è servito abolire il latino dalla Messa?” “A preparare l’abbraccio coi protestanti, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1313

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, come mai le apparizioni e i messaggi celesti toccano sempre più ai laici invece che ai religiosi?” “Perché da lassù vedono tutto, Terenzio, e sanno di chi possono fidarsi e di chi no.

I Domenica di Quaresima

Il Vangelo delle tentazioni di Gesù nel deserto
di Mons. Gino Oliosi
Mercoledì scorso, con il tradizionale Rito delle ceneri, siamo entrati nella Quaresima, tempo sacramentale di conversione e di penitenza in preparazione all’incontro con il Signore della Pasqua. La Chiesa, che è madre e  maestra, chiama tutti i suoi membri a rinnovarsi nello spirito, a ri-orientarsi

La cattiveria quotidiana 1312

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, secondo te cosa farà la Chiesa quando usciranno i dieci segreti di Medjugorje?” “Nasconderà, minimizzerà, si volterà dall’altra parte.

A tutti gli uomini piacciono le sfide

Clicca qui per info e acquisti
"Per natura agli uomini non piace ammettere i loro problemi. Quando si tratta di impurità, dobbiamo pregare per avere l'umiltà di vedere lo stato delle nostre anime. Tutti abbiamo difficoltà in questo campo e abbiamo bisogno che la grazia di Dio ci cambi. Quanto all'obiettivo, la Bibbia ci dice che non dovrebbe esserci neanche un pizzico di immoralità tra di noi (Efesini 5,3). Certo questo è difficile, ma a tutti gli uomini piacciono le sfide".

La cattiveria quotidiana 1311

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, cos’è la grande apostasia?” “È quello che abbiamo sotto gli occhi, Terenzio.

La cattiveria quotidiana 1310

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, perché l’iniziazione al satanismo non suscita scandalo, mentre un’Ave Maria scatena un putiferio?” “Perché il satanismo rallegra il diavolo che se la gode in silenzio, mentre l’Ave Maria gli attizza il fuoco sotto il sedere, Terenzio. E naturalmente i lacché del diavolo scattano al suo comando.”

La profezia dimenticata sul futuro della Chiesa

Pubblichiamo la profezia dimenticata sul futuro della Chiesa pronunciata da Joseph Ratzinger in occasione di una trasmissione radiofonica tedesca nel 1969 (nel 2009 l'editrice Ignatius Press ha diffuso il discorso di Ratzinger in un libro intitolato Faith and the Future)

clicca qui per info e acquisti
“Dobbiamo quindi essere cauti nei nostri pronostici. Quello che ha detto Sant’Agostino è ancora vero: l’uomo è un abisso; nessuno può prevedere quello che uscirà da queste profondità. E chiunque creda che la Chiesa sia non solo determinata dall’abisso che è l’uomo, ma raggiunga l’abisso più grande, infinito, che è Dio, sarà il primo a esitare con le sue predizioni, perché questo ingenuo desiderio di sapere con certezza potrebbe essere solo l’annuncio della sua inettitudine storica.

La cattiveria quotidiana 1309

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, a che serve insegnare ai bambini a fabbricare bambole vudù, come a Pesaro?” “A iniziarli al satanismo, Terenzio”.

La cattiveria quotidiana 1308

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, hai sentito che è tornata la scabbia e un sacco di altre brutte malattie che erano scomparse?” “Zitto, Terenzio, altrimenti ci accusano di istigazione all’odio razziale”.

Senza figli non c'è futuro

Clicca
Matteo Salvini presenta un libro del nostro coAutore Ettore Gotti Tedeschi con Lorenzo Fontana! Ordinalo subito scontato del 15% come prezzo lancio qui https://goo.gl/46BQVL
"Il primo parametro economico e sociale su cui sarò misurato al governo sarà il fatto che torneranno a nascere bimbe e bimbi che non stanno più nascendo, perché gli italiani torneranno a scommettere sul loro futuro". Parola di Matteo Salvini, leader della Lega Nord, autore della prefazione al libro "La Culla Vuota della Civiltà. All'origine della crisi", scritto a quattro mani dall'europarlamentare e vicesegretario federale della Lega Lorenzo Fontana e dall'economista Ettore Gotti Tedeschi, ex presidente dello Ior, vicino al papa emerito Benedetto XVI.  #MatteoSalvini #LorenzoFontana #EttoreGottiTedeschi #denatalità #Lega #politica #figli

Mercoledì delle ceneri

Un nuovo cammino quaresimale che si snoda per quaranta giorni e ci conduce alla gioia della Pasqua del Signore

di Mons. Gino Oliosi
Oggi, Mercoledì delle Ceneri, un nuovo cammino quaresimale, un cammino che si snoda per quaranta giorni e ci conduce alla gioia della Pasqua del Signore, alla vittoria della vita veramente vita sulla morte: Convertiti e credi al Vangelo oppure Ricordati che biologicamente sei polvere e in polvere ritornerai e quindi nell’amore sappi accettare i limiti di

Il rischio di toccare la liturgia

Clicca qui per info e acquisti
"Ora posto che la liturgia è la sede più pertinente del dogma, tanto che, lo ricordiamo, possiamo ben asserire che il dogma è la sua forma, il dogma è la forma della liturgia, e per ciò stesso , la liturgia è quel luogo dove meglio e con più proprietà è spiegata dalla Chiesa la Sacra Scrittura, toccare la liturgia è cosa che, già di estrema delicatezza per la rischiosità che ciò comporta in sé, moltiplica il rischio a dismisura".

La cattiveria quotidiana 1307

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, pensi che, oltre alle nostre, taglino anche le pensioni dei pezzi grossi?” “Non credo, Terenzio, le nostre pensioni sono di carta velina, ma quelle dei bonzi di regime sono d’oro, e l’oro non si taglia. Tutt’al più si potrebbe fonderlo e versarglielo in gola.

La cattiveria quotidiana 1306

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, hai sentito che la Corte costituzionale ha respinto il ricorso e confermato il furto delle nostre pensioni?” “Sì, Terenzio, inchiniamoci alla maestà delle legge e speriamo che il regime ci permetta almeno di andare a prendere la minestra dai frati. “Ma che dici, Fulgenzio, i frati ormai la minestra la danno solo ai migranti.

La cattiveria quotidiana 1305

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, è vero che Bergoglio ha detto che Lutero era intelligente?” “Sì, Terenzio, e se è per questo anche Belzebù è intelligente.” “E Bergoglio?” “Lui non è nemmeno quello”.

La cattiveria quotidiana 1304

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, bisogna pagare le tasse?” “Quali tasse, Terenzio? Per finanziare l’aborto, l’eutanasia, i giornali di regime, le banche fallite, l’invasione, le bufale del clima?”

La tesi ardita di Papini

Clicca qui per info e acquisti
"Lo scrittore Giovanni Papini nel suo libro Il Diavolo pubblicato negli anni Cinquanta fece scalpore con una tesi a dir poco ardita. Papini affermava che satana non può salvarsi da sé e Dio non può fare il primo passo; quindi agli uomini di buona volontà è offerta la possibilità di esercitare l'amore al nemico e con questo amore indurre satana a manifestare il suo pentimento. In tal modo Dio lo perdonerà e ci libererà dal male come chiediamo nell'orazione domenicale. Questa è una tesi non solo ardita, ma anche palesemente eretica. La verità è che la situazione di ribellione a Dio da parte degli spiriti malvagi è una scelta irrevocabile. I diavoli hanno rifiutato la signoria di Dio definitivamente, per l'eternità; la loro scelta irrevocabile nasce dalla loro natura di puri spiriti che per decidere non hanno bisogno di ragionamenti prolungati, ma scelgono immediatamente".

La cattiveria quotidiana 1303

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ma che è sta papolatria? “È il latrato de li papponi che stanno sempre cor più forte, Romolé”.

La cattiveria quotidiana 1302

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, hai visto a-a raccolta de firme pe sostené er papa?” “Sì, c’è pure na scomunicata, Romolé.” “E che vor dì?” “Vor dì che, come diceveno l’antenati nostri antichi, ‘pares cum paribus facillime congregantur’”.

Cosa è la gnosi?

Clicca qui per info e acquisti
La gnosi da sempre si interroga sul bene e sul male che ritiene suo dovere definire in modo chiaro per portare l’umanità verso la felicità. Verso quella che, volta a volta, ritiene essere la verità. Naturalmente questa ricerca porta vantaggi a chi la compie perché, nel caso la felicità per tutti riesca momentaneamente ad imporsi, i primi a godere dei suoi benefici sono gli stessi che l’hanno progettata. Così è stato (ed è) per tutte rivoluzioni, per tutte le dittature comuniste, proprio come oggi succede per il progetto di antropologia creativa che, puntando sulla decostruzione dell’uomo e della donna, mira a precipitare ognuno verso il vuoto esistenziale riempito dalla libido dominandi di alcuni che vogliono manovrare in ogni senso (vita-morte-riproduzione) la vita degli altri.

Lectio divina

di Mons. Gino Oliosi
La Lectio divina è una modalità di “avvicinamento” alla Scrittura. Essa consiste nel pregare con la Parola e nell’ascoltare la Parola nella preghiera, da soli o in un gruppo.
Lectio: Davanti alla pagina del Vangelo secondo Luca (4, 1- 13) che attualizza Gesù guidato dallo Spirito nel deserto e tentato dal diavolo, chiedo al Signore, che in questo momento mi parla, un “cuore che ascolta” per trasformare il mio udire nella disponibilità ad ubbidire.  Sono tutto teso a

La cattiveria quotidiana 1301

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, abbracciare un cadavere non è un rischio per la salute?” “Ma Terenzio, chi abbraccia un cadavere è già malato… nella testa”.

La cattiveria quotidiana 1300

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, ma, che cosa vuol dire esattamente ‘andare incontro al mondo’?” “Vuol dire abbracciare un cadavere, Terenzio, e poi maltrattare le pecore del gregge che storcono il naso per la puzza.

Interiormente sono in pellegrinaggio verso Casa

Clicca qui per info e acquisti
Pubblichiamo la lettera che il papa emerito Benedetto XVI ha inviato a Massimo Franco del Corriere della Sera, rivolgendosi amorevolmente ai lettori che chiedevano continuamente notizie sul suo stato di salute:

La cattiveria quotidiana 1299

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, ma, secondo te, se al tempo dello scisma d’Inghilterra fosse stato papa uno come Bergoglio, cosa sarebbe successo?” “Probabilmente non ci sarebbe stato nessuno scisma, Terenzio, perché un simile papa avrebbe concesso a Enrico VIII tutti gli annullamenti di matrimonio che voleva, e poi, d’amore e d’accordo, se ne sarebbero andati a braccetto tutti e due nella Geenna. È quello che succede sempre quando credono di andare incontro al mondo.

La cattiveria quotidiana 1298

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, è vero che Bergoglio (o qualche suo amico che lui non ha mai smentito) ha detto che l’inferno non c’è, il paradiso non è un gran che, Lutero era ispirato dallo Spirito Santo, la Presenza reale nell’Eucarestia non è un dogma?” “Sì, Terenzio.” “Ma allora che ci sta a fare a capo della Chiesa?” “Quale Chiesa, Terenzio?”

L’evoluzionismo è propriamente un nulla

Clicca qui per info e acquisti
L’evoluzionismo è propriamente un nulla. Esso è infatti un insieme composto da una teoria scientifica e da una teoria filosofica. Nessuna delle due si regge da sola. Le due teorie hanno bisogno l’una dell’altra per sopravvivere e si sorreggono a vicenda. La teoria scientifica si basa sul sistema filosofico; la teoria filosofica, per giustificarsi, si fonda a sua volta sulla presunta teoria scientifica. La teoria scientifica presenta come un “fatto” la nascita e la trasformazione dell’universo da una materia primordiale in strutture sempre più complesse, fino alla vita umana. La natura però ci dimostra il contrario.

La cattiveria quotidiana 1297

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, ma con tutti questi giovani e aitanti maschi africani in età da combattere, che sarebbero (dicono loro) “profughi” a causa delle guerre, chi c’è rimasto in Africa a combattere? Le donne, i vecchi e i bambini?” “Non farti sentire con certe domande, Terenzio, se no dicono che sei razzista”.

Omelia Domenica VI anno B

di Mons. Gino Oliosi
Nella giornata dell’ammalato e della memoria di Lourdes, preghiamo per la guarigione del corpo e dell’anima, liberandoci dalla lebbra dell’orgoglio e convertendoci all’amare come Dio ci ama

Domenica scorsa abbiamo memorizzato Gesù che, nella sua vita pubblica, ha guarito molti ammalati trovando fede e preghiera e rivelando  che Dio vuole per ogni essere umano la vita, la vita in pienezza, la partecipazione alla sua stessa

La cattiveria quotidiana 1296

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, secondo te riusciranno gli americani a diventare i padroni del mondo?” “Non mi stupirei, Terenzio, se dove hanno fallito Hitler e Stalin anche Soros prendesse una bella facciata per terra”.

Gnosi al potere


di Emilio Biagini
Angela Pellicciari, La gnosi al potere: perché la storia sembra una congiura contro la verità, Verona, Fede & Cultura (2014)

Clicca
Il decrepito trombone comunista Norberto Bobbio si distinse, su un giornale di regime (Repubblica, naturalmente), con una penosa aggressione alla Professoressa Pellicciari e al suo sacrosanto revisionismo. Il trombone si permise di bollare (senza diritto di replica) come “tentativo ideologico di destra” lo svelamento della brutale aggressione anticattolica nota come “risorgimento”. Lo smentiscono i fatti e le dichiarazioni degli stessi vertici massonici, che si gloriano e si vantano di aver “unificato” l’Italia. Ma, nonostante ciò, la negazione di aver avuto alcuna

Quanto più la Chiesa si occupa di politica tanto più tradisce il Vangelo

Clicca qui per info e acquisti
Il Cardinale Walter Brandmüller ha preferito non affrontare le tematiche di più stretta attualità. Apparentemente niente dichiarazioni - dunque - sulla mancata risposta del pontefice alle questioni sollevate o sulla divisione dottrinale che sta interessando la Chiesa di questi tempi. Ma il cardinale - in realtà - pare aver utilizzato risposte acute per chiarire e definire il suo pensiero complessivo sullo stato delle cose. Walter Brandmüller - infatti - è sì un uomo di Chiesa, ma anche uno storico e un professore. Una personalità abituata - quindi - a lasciar trapelare messaggi precisi mediante riferimenti storici. Massimo esperto di Concili e strettissimo collaboratore di Benedetto XVI, il cardinale cita Joseph Lortz e Erwin Iserloh: due storici della Chiesa che non hanno affatto tralasciato le

La cattiveria quotidiana 1295

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, quando si arriverà alla pace nel mondo?” “Solo quando gli americani diventeranno i padroni assoluti, Terenzio. “E come mai?” “Perché non si accontenteranno mai di meno.

La cattiveria quotidiana 1294

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, come mai gli americani ce l’hanno tanto con la Russia?” “Perché esiste, Terenzio.

L'ultima prova della Chiesa

Clicca qui per info e acquisti
675 - Prima della venuta di Cristo, la Chiesa deve passare attraverso una prova finale che scuoterà la fede di molti credenti. La persecuzione che accompagna il suo pellegrinaggio sulla terra svelerà il «mistero di iniquità» sotto la forma di una impostura religiosa che offre agli uomini una soluzione apparente ai loro problemi, al prezzo dell'apostasia dalla verità. La massima impostura religiosa è quella dell'Anti-Cristo, cioè di uno pseudo-messianismo in cui l'uomo glorifica se stesso al posto di Dio e del suo Messia venuto nella carne.

La cattiveria quotidiana 1293

dei coniugi Biagini
Aperture papali al mondo. “Be’, adesso taglio l’ossigeno al nonno, così ce lo leviamo dalle scatole”. “Ma Ermenegildo, cosa dici?” “Ma sì, Ermengarda, l’ha detto il papa”.

La cattiveria quotidiana 1292

dei coniugi Biagini 
Aperture papali al mondo. “Mamma, allora vado dal mio ragazzo e andiamo a letto insieme; basta prendere precauzioni per non restare incinta.” “Ma Virginia, disgraziata, guai a te!” “Ma mamma, l’ha detto il papa”.

La provvidenza individuale

Clicca qui per info e acquisti
Dio ti osserva individualmente, chiunque tu sia. Egli “ti chiama con il tuo nome”. Egli ti vede, ti comprende, così come Egli ti ha creato. Egli sa quello che c’è dentro di te, tutti i tuoi sentimenti e pensieri, quelli che ti sono propri, le tue inclinazioni e le cose che ti piacciono, la tua forza e la tua debolezza. Egli ti osserva nei giorni della tua gioia come pure nel giorno del dolore. Egli ti è vicino nelle tue speranze come nelle tue tentazioni.

La cattiveria quotidiana 1291

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, come mai il governo si fida così poco dei cittadini da pretendere sempre documentazioni e prove in appoggio per qualunque cosa?” “Perché nessuno è più sospettoso di un ladro, Terenzio”.

La cattiveria quotidiana 1290

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, chi sono i cristiani anonimi?” “Non lo so, Terenzio; io conosco solo l’Anonima Omicidi e l’Anonima Sequestri”.

La ragionevolezza della fede in Dio

Clicca qui per info e acquisti
La tradizione cattolica sin dall’inizio ha rigettato il cosiddetto fideismo, che è la volontà di credere contro la ragione. Credo quia absurdum (credo perché è assurdo) non è formula che interpreti la fede cattolica. Dio, infatti, non è assurdo, semmai è mistero. 

La cattiveria quotidiana 1289

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, in questo sconvolgimento di cervelli, a che serve il dialogo?” “A confondere ancor di più le idee, Terenzio”.

La cattiveria quotidiana 1288

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, com’è possibile essere così mentecatti da chiudere gli occhi di fronte al baratro?” “Vedi, Terenzio, quando, con la filosofia postmoderna, si arriva a credere che la realtà non esiste, perché sarebbero invece le chiacchiere a crearla, si è pronti a ingoiare qualunque idiozia. Poi provvedono i vizi allo sprofondamento in una vita bestiale, e allora addio capacità di pensare”.

La neo-Chiesa di Rahner e la resa al mondo

Stralci della relazione che il professor Stefano Fontana avrebbe dovuto tenere in una conferenza il 2 febbraio a Ferrara, poi annullata.

Clicca qui per info e acquisti
(...) La Chiesa ha bisogno della teologia, perché da essa dipende la sua coerenza nella visione e nella trasmissione della verità rivelateci da Gesù Cristo. Queste infatti hanno bisogno prima di tutto di essere comprese e possono essere fedelmente trasmesse solo se vengono comprese rettamente e questa retta comprensione viene poi difesa (apologia). Per tutto questo la Chiesa ha bisogno della teologia. (...)


La cattiveria quotidiana 1287

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, perché i preti non parlano più della morte e dell’inferno?” “Perché si fanno meglio i propri comodi se si chiudono gli occhi per non vedere il baratro, Terenzio.

La cattiveria quotidiana 1286

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, come mai questa fregola di luteranesimo nelle massime gerarchie della Chiesa?” “Perché con Lutero si possono fare i propri comodi, tanto si è giustificati per fede.” “E poi?” “E poi si va all’inferno, Terenzio”.

Solo Gesù Cristo va esaltato

Clicca qui per info e acquisti
Uno dei momenti più difficili e penosi della giornata del Padre era proprio quello del contatto con la folla, quando lasciava il confessionale per rientrare dalla chiesa in convento. Tanti avevano potuto parlargli, scaricarsi il cuore da ansie e tormenti, ricevere una parola di conforto e di speranza. Tanti però, i più, i meno fortunati aspettavano di trarre dal suo passaggio una briciola di bene.
Allora poteva succedere di tutto: chi cercava di lanciargli un messaggio, chi sperava di ricevere almeno una benedizione, chi desiderava sfiorare con la mano il suo corpo di taumaturgo: così la cura, l’abilità, l’energia dei giovani sacerdoti posti accanto al Padre non bastavano a contenere l’impeto del popolo a lui devoto. 

La cattiveria quotidiana 1285

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, se questi migranti fuggono dalla povertà, come mai sono quasi tutti maschi giovani e in ottima salute, coi vestiti griffati e col telefonino? Dove sono i deboli bisognosi di protezione?” “Ma caro Terenzio, hai mai visto un esercito invasore formato da donne, vecchi e bambini?”

Domenica V anno B

Anziché inconsapevolmente morire consapevolmente e vivere il dolore e l’angoscia della morte dà alla persona umana una preziosa opportunità di riconciliarsi con Dio, di affidargli la propria anima, di perdonare e chiedere perdono
di Mons. Gino Oliosi
Quest’oggi il Vangelo (Mc 1,29-39) – in stretta continuità con la precedente domenica – ci presenta Gesù che, dopo aver predicato di sabato nella sinagoga di Cafarnao, guarisce molti malati, ad iniziare dalla suocera di Simone. Entrato nella sua casa, la trova a letto con la febbre e, subito, prendendola per mano, la guarisce e la fa alzare. Dopo il

Un libro gratis da Fede & Cultura

La cattiveria quotidiana 1284

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, come mai c’è tutto questo piagnisteo? Femministe, ambientalisti, animalisti, vegani, postcomunisti, “ghei”, “trans”, migranti…” “Perché fare le vittime è il comportamento tipico dei prepotenti, Terenzio.