La cattiveria quotidiana 1970

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ma perché Bergojo ce l’ha tanto cor matrimonio?” “Perché er matrimonio è a-a figura der legame fra Domineddio e a-a Chiesa, e distrutto l’uno se ferisce anche l’antro, Romolé.”

Immortale odium

Clicca per info
Roma, 1881: un gruppo di fanatici anticlericali attaccano di notte il corteo funebre di papa Pio IX cercando di buttare la salma nel Tevere. Assolti dalla magistratura, vengono addirittura premiati dalla massoneria con una medaglia la cui incisione evoca l'”immortale odium” per il papato.

Rino Cammilleri, Immortale odium, Fede & Cultura, Verona 2018

La cattiveria quotidiana 1969

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, hai sentito ch’ha detto Bergojo, che na gran maggioranza de li matrimoni sacramentali so’ nulli mentre tante convivenze so’ matrimoni veri?” “Me pare coerente: pe distrugge a-a Chiesa nun poteva dì mejo, Romolé.”

La cattiveria quotidiana 1968

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, che l’hai detta oggi a-a tua bestemmia quotidiana?” “Ma che stai a dì?” “Bergojo ha detto che a Domineddio je piace.” “Senti, Romolé, quanno quello dice ‘na cosa forse è mejo fa er contrario, Romolé.”

Il conte di Chanteleine

Clicca per info
Storia di un nobile che, dopo aver condotto la ribellione contro il governo della Francia rivoluzionaria, si ritrova la casa distrutta e la moglie uccisa dalla folla: gli resta solo la figlia, la cui vita deve salvare dalla minaccia della ghigliottina. Un’epopea a tinte fosche, da cui traspare l’odio antireligioso e spietato di un regime, quello del Terrore, che vedeva in ogni credente, non importa se inerme, donna o bambino, un avversario da eliminare.

Jules Verne, Il conte di Chanteleine, Fede & Cultura, Verona 2019

La cattiveria quotidiana 1967

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, hai sentito che in te la Trinità stanno a litigà a porte chiuse?” “E sta bestialità d’indo esce?” “È a-a bestemmia quotidiana de Bergojo.” “Quotidiana? ma se ne spara trenta ar minuto, Romolé.”

Dottrina sociale della Chiesa

Clicca per info
L’amore cristiano verso Dio e verso il prossimo, in quanto risposta dell’uomo all’amore totale e salvifico rivelato e attuato da Dio in Cristo, costituisce un punto inderogabile per la dottrina sociale, purificando il pensiero razionale da cortocircuiti e strumentalizzazioni. Anche se l’amore cristiano va oltre le sole esigenze della giustizia, esprimendosi nella misericordia, tuttavia non trascura la giustizia, ma la persegue quale giustizia superiore di Gesù.

George J. Woodall, Dottrina sociale della Chiesa, Fede & Cultura, Verona 2018 

Il romanzo degli Asburgo

Clicca per info
La casa d’Asburgo rappresenta un mito, la metafora di un mondo scomparso e di un’Europa che non c’è più. Da Giovanna la Pazza all’arciduchessa Sofia, passando per la fiera Maria Teresa e la fragile Maria Luisa, questo libro ripercorre l’appassionata e struggente vita di molte donne celebri in un arco temporale che va dagli albori del Medioevo alla dissoluzione dell’Impero austroungarico, la cosiddetta Finis Austriae, rivisitando la storia dal loro punto di vista di mogli, madri e amanti.

Romana de Carli Szabados, Il romanzo degli Asburgo, Fede & Cultura, Verona 2019

La cattiveria quotidiana 1966

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, hai visto er segno da-a croce co-a testa all’ingiù ch’ha fatto Bergojo davanti a-a tomba de Padre Pio? Ma che vor dì?” “A-a croce rovesciata è ‘n segno de Berzebù, in linea co l’antre bestemmie der medesimo individuo, Romolé.”

La cattiveria quotidiana 1965

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, perché Bergojo e li scagnozzi sua hanno aperto er giubileo a li musulmani?” “Forse sperano d’esse invitati a’n bel pellegrinaggio a-a Mecca, Romolé.”

Le grandi Eresie

Clicca per info

Nessun chiama eresia l'ammasso di pratiche e affermazioni moderne sul divorzio, ma un'eresia lo è chiaramente, perché la sua caratteristica determinante è il rifiuto del dogma cristiano del matrimonio.

Hilaire Belloc, Le grandi eresie, Fede & Cultura, Verona 2019

La cattiveria quotidiana 1964

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, hai sentito ch’ha detto Parolin, che nun se po’ tollerà a-a violenza indiscriminata?” “Se vede che a-a violenza ben mirata invece va bene, per esempio contro li sgranarosari, Romolé.”

Perché i cristiani non temono il martirio

Clicca per info
“Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi”: questa frase di Gesù ci ricorda che la stessa vita del cristiano è da intendersi come sacrificio, offerta e martirio, seguendo la Croce di Cristo e bevendo al calice della sua passione. 

Nicola Bux, Perché i cristiani non temono il martirio, Fede & Cultura, Verona 2017

San Filippo a Napoli

Clicca per info

La storia dell’Oratorio partenopeo, la diatriba sulla sua autonomia rispetto alla Casa di Roma, la ricerca di una regola di vita comune alle case filippine, sono le tappe di una vicenda che si è protratta fino alla soppressione degli ordini e delle corporazioni religiose operata dai Savoia nel 1866, e di cui rimangono ancora testimonianze come la chiesa barocca dei girolamini. 

Corrado Sedda, San Filippo a Napoli, Fede & Cultura, Verona, 2019

La cattiveria quotidiana 1963

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, che differenza ce sta fra a-a finocchiaggine e a-a pedofilia?” “A-a stessa che ce sta fra er bacillo de Koch e a-a lebbra, Romolé.”

La cattiveria quotidiana 1962

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. Per caso Bergoglio avrà nella testa un transistor che ripete: “ambiente… ambiente… ambiente… migranti… migranti… migranti…”?

La Vandea raccontata da Jules Verne

Clicca per info
di Paolo Gulisano
Jules Verne: un nome che generazioni di lettori hanno imparato a conoscere attraverso i suoi capolavori immortali: Viaggio al centro della terra, Il giro del mondo in ottanta giorni, Michele Strogoff, Ventimila leghe sotto i mari e tanti altri. Verne pubblicò nel corso della sua vita un centinaio di romanzi. Era nato l’8 febbraio 1828, e si spense il 24 marzo 1905. Aveva attraversato tutto il XIX secolo, aveva accompagnato la trasformazione del mondo attraverso le invenzioni di macchine che lui stesso, con la sua fantasia, aveva anticipato. Aveva sognato razzi che portano l’uomo dalla Terra alla Luna, aveva immaginato sommergibili come il Nautilus, aveva precorso i tempi.

Per molti, Verne fu dunque, con i suoi racconti fantastici, un anticipatore del futuro, e quindi un cantore delle magnifiche sorti e progressive. In realtà Jules fu ben altro. Fu anzitutto

La cattiveria quotidiana 1961

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. Siamo vittime del clima. Alla fine dell’Impero Romano faceva freddo e i barbari calavano dal nord. Ora fa caldo e arrivano dal sud.

Napoleone

Clicca per info
Napoleone cercò, come generale e legislatore, di unificare l’Europa e restituirle la pace, pur a costo di tante battaglie: un progetto che, se fosse riuscito, avrebbe cambiato l’intera storia di un continente condannato ai moti nazionalisti dell’Ottocento e alle Guerre Mondiali del Novecento.

Hilaire Belloc, Napoleone, Fede & Cultura, Verona 2018

Domenica XV

"E chi è mio prossimo?" (Lc 10,25). Sta a noi farci "prossimo" di chiunque che incontriamo abbia bisogno di aiuto 
di Mons. Gino Oliosi
Il Vangelo di questa domenica si apre con la domanda che un dottore della Legge pone a Gesù: "Maestro, che cosa devo fare per ereditare la vita veramente vita, la vita eterna?" (Lc 10,25). Sapendolo esperto nelle Sacre Scritture, il Signore invita quell'uomo a dare lui stesso la risposta, che infatti egli formula perfettamente citando i due comandamenti

La cattiveria quotidiana 1960

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. Da Roma in su l’Italia è stata civilizzata dai Romani, e si vede. Da Roma in giù dai Greci filosofanti, e si vede.

L'uomo

Clicca per info
Ernest Hello ricorda come la verità e il bene devono rifiutare ogni forma di convivenza e accomodamento con l’errore e il male; allo stesso modo la pace non può e non deve consistere in una conciliazione dei contrari, perché bene e male sono distinti e nemici in eterno. Tuttavia il male a volte diventa ipocrita per convivere con il bene: ecco creati il protestantesimo, il liberalismo, l’eclettismo e il trasformismo.

Ernest Hello, L'uomo, Fede & Cultura, Verona 2018

Il senso del mistero

Clicca per info
La realtà che circonda e coinvolge l’uomo è avvolta dal mistero. Mossi da un “sesto senso” siamo portati a investigare e ad aprirci a un mistero più grande di noi. In questa ricerca Garrigou-Lagrange offre una guida chiara e sicura. Attraverso un crescendo che parte dal senso comune, attraversa la conoscenza fisica e metafisica, culminando nella conoscenza di fede e in particolar modo nella mistica, giungiamo al cuore del mistero che è la vita stessa di Dio. 

R. Garrigou-Lagrange, Il senso del mistero, Fede & Cultura, Verona 2019

La cattiveria quotidiana 1959

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. Come mai al personale degli zoo nascono tanti bambini? Perché si appropriano del viagra da somministrare ai panda e...

La cattiveria quotidiana 1958

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. Ecco l’ultima dello spapa che sta al timone della schiesa: “Nessuno è senza peccato, neanche la Madonna, caramba.”

In quella casa c'ero anch'io

Clicca per info
Volendo mettersi nelle scene del Vangelo come un personaggio tra gli altri, l’autore [Ferdinando Rancan] non ha trovato niente di meglio che farsi piccolo e sentirsi come un bambino che Maria ha adottato introducendolo nella sua casa e poi nella sua famiglia. Da allora il Vangelo non viene considerato dall’autore semplicemente un libro, ma diventa una vicenda personale vissuta e raccontata in prima persona.

Ferdinando Rancan, In quella casa c'ero anch'io, Fede & Cultura, Verona 2005

L'alba di tutto

Clicca per info
Ne "L’alba di tutto" si affronta un’utopia in cui la Chiesa è trionfante. Il cattolicesimo è ormai religione di Stato in tutto il mondo, in Oriente il papa è stato nominato arbitro delle contese internazionali, l’intero sistema educativo è nelle mani della Chiesa, scienza e fede si sono riconciliate a Lourdes, gli intellettuali si sono dovuti arrendere alla veridicità della Rivelazione e del Vangelo. Perfino gli economisti si sono convinti che la carità assistenziale degli ordini religiosi è la forma migliore di gestione socioeconomica. 

Robert H. Benson, L'alba di tutto, Fede & Cultura, Verona 2016

La cattiveria quotidiana 1957

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. La Chiesa si preoccupa tanto dell’anidride carbonica nell’aria. Perché non si preoccupa dell’anidride solforica che esce dal Vaticano?

Fulton Sheen sarà beato!

Una notizia meravigliosa!!!
Sarà beato l'arcivescovo americano Fulton Sheen, poiché è stato riconosciuto il miracolo compiuto per sua intercessione!
Un vescovo davvero cattolico che ora dal Cielo intercede per noi in questo tempo di terribile oscurità nella Chiesa!
Fede & Cultura ha pubblicato quattro libri del nuovo beato:
La vita merita di essere vissuta, Il sacerdote non si appartiene, Tre per sposarsi e ora anche La pace dell'anima.



Il Padrone del mondo

Clicca per info
Ne "Il Padrone del mondo" Robert Hugh Benson è capace di profetizzare l’avvento di un mondo globalizzato e tecnologico che ha negato Dio e la trascendenza in nome di umanitarismo, massoneria, filantropia ed eutanasia, che sono il preludio dell’inferno sulla terra.

Robert H. Benson, Il Padrone del mondo, Fede & Cultura, Verona 2014

La cattiveria quotidiana 1956

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. Il fracasso indegno fatto dai teppisti delle motorette è inversamente proporzionale alla lunghezza del loro pisello.

San Filippo Neri a Napoli

Clicca per info
di Emilio Biagini
Ecco una ben documentata opera storica che ripercorre il sorgere dell’Oratorio filippino di Napoli e dei suoi contrasti con la casa madre di Roma, e nel fare ciò illumina il carattere del fondatore e la natura della vocazione filippina, com’è proprio delle monografie storiche di eccellenza, le quali non si limitano ad un tema ristretto, ma ampiamente illuminano l’epoca oggetto dei loro studi e le personalità che vi agirono.
San Filippo Neri appare essere stato uno spirito poco dedito al raziocinio. Le sue scelte si basavano su stati d’animo. Il suo giudizio restava sospeso, non come lo sospendevano i

Le chiavi della questione sociale

Clicca per info

Senza questi due principi [bene comune e sussidiarietà], diventa impossibile fare la politica vera, quella che riconosce un ordine organico e finalistico di cui mettersi a servizio, quella che non rinuncia all’autorità ma nemmeno ai corpi intermedi e alle società naturali, quella che nello Stato vede solo uno strumento e non la sintesi della comunità politica.

Stefano Fontana, Le chiavi della questione sociale, Fede & Cultura, Verona 2019

Una visita di Fabio Trevisan

Il prof. Giovanni Zenone con Fabio Trevisan, uno dei maggiori specialisti italiani di Chesterton venuto ieri nella sede di Fede & Cultura. https://www.fedecultura.com/Quella-cara-vecchia-pipa-p62551438

La cattiveria quotidiana 1955

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. Il fracasso è l’unico modo della gente che non vale niente per farsi notare.

La sapienza dei medievali

Clicca per info

Il Medioevo fu realmente un’epoca buia, barbara e priva di vitalità culturale, come spesso è stato descritto e considerato? Si tratta di un pregiudizio che, fin dal Rinascimento, ha bollato con un marchio quasi indelebile il periodo che va dalla dissoluzione dell’Impero Romano alla fine del XV secolo. La realtà storica è invece ben diversa e proprio la filosofia, in particolare quella cristiana, è in grado di illuminare questi secoli e svelarne tutta la ricchezza culturale.

Stefano Fontana, La sapienza dei medievali, Fede & Cultura, Verona 2018

La cattiveria quotidiana 1954

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. Siamo passati dalla dottrina sociale della Chiesa Cattolica alla dottrina sempre meno cattolica della chiesa sempre più socialista.

Non voi avete scelto me

Clicca per info e acquisti
Perché un albero porti frutto, bisogna che le sue radici siano ben piantate a terra, che l'acqua fresca lo alimenti e che il sole lo riscaldi: lo stesso è per la vita sacerdotale, che deve essere radicata nella sana dottrina della Chiesa, nutrita dalla preghiera e ristorata dalla contemplazione.

Guido Pozzo, Non voi avete scelto me, Fede & Cultura, Verona 2018

La cattiveria quotidiana 1953

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. Perché un prete può farsi ridurre allo stato laicale mentre una moglie non può farsi ridurre allo stato nubilare?

L'azione del Maligno -74% in eBook

Clicca per info
Il libro L'azione del maligno, di Padre Gabriele Amorth e collaboratori, è in offerta Kindle del mese di luglio scontato del 50% rispetto al prezzo dell'eBook su Amazon e del 74% sul cartaceo. Puoi avere questo libro su Amazon o anche sul nostro sito. Non lasciarti scappare l'occasione scontata!
Non dimenticare che acquistando sul nostro sito www.fedecultura.com tu sostieni il nostro apostolato molto di più che acquistando su Amazon o su altri siti! Grazie!

Maledetta Costituzione?

Clicca per info
La Costituzione italiana è davvero la più bella del mondo? A dispetto di quel che si insegna normalmente, l’uomo della strada non ne è del tutto convinto. Questo libro si propone di fornire degli elementi valutativi sulla base di un’analisi critica del dettato costituzionale e delle sue conseguenze socio-economiche. L’autore è fortemente convinto che andare oltre la Costituzione, criticamente e consapevolmente, rappresenti un percorso necessario per qualsiasi tentativo di sviluppo a livello individuale, familiare e del consesso civile.

Antonino Trunfio, Maledetta Costituzione, Cassandra Books 2019

La cattiveria quotidiana 1952

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. “Il ghei-praid di Bologna è stato colpito dalla grandine,” proclamò l’alto presule “ma gli sgranarosari non si permettano commenti soddisfatti e simili discorsi di odio.” Voce dal fondo: “Ma al nostro posto ha già parlato la grandine dal cielo.”

L'Oratorio di san Filippo Neri

Clicca per info
di Emilio Biagini
Il non comune talento storiografico di padre Corrado Sedda si esplica in questa nuova opera che tratteggia in modo chiaro e sintetico la realtà dell’Oratorio filippino, illustrando cos’è l’Oratorio, cosa fa e come lo fa. È un’ottima introduzione per chiunque si accosti seriamente alla vita oratoriana.
Ne emerge in modo affascinante la figura del grande San Filippo Neri (1515-1595), apertosi alla vita “come un giglio tra le spine” sia per la perduta agiatezza del padre sia per “l’indecoroso spettacolo di una società che non sentiva più non solo il tormento del dubbio, ma nemmeno la viltà delle

Proselitismo ed ecumenismo

I guai del proselitismo

Più volte il Papa ha condannato il proselitismo come contrario all’ecumenismo. Il termine però potrebbe essere frainteso, perché esso viene da “proselito”, dal greco prosèlytos, che, nel Nuovo Testamento, è il “convertito” (alla lettera: colui-che-si-è-avvicinato: Mt 23,15; At 2,11; 6,5; 8,27; 13,26; 13,43). L’origine della parola, quindi, non ha nulla di spregiativo o sconveniente. “Proselitismo” originariamente, vuol dire semplicemente “far proseliti”, il che è evidentemente un’opera buona.
Senonché già Cristo indica un modo sbagliato per far proseliti: “Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che percorrete la

Ma che noia la realtà

Atto unico
di Emilio Biagini
Personaggi:
Il carceriere LIBERTÉ,
Il giudice EGALITÉ,
Il pubblico accusatore FRATERNITÉ,
Il cancelliere FRIVOLITÉ,
MINIMO, 1° testimone a carico,
MEDIO, 2° testimone a carico,
MASSIMO, 3° testimone a carico,
L’imputata REALTÀ.
Piccola folla di baroni universitari, borsaioli, politicanti, magnaccia, pregiudicati, preti arcobaleno, nani e ballerine.

L’azione si svolge nella Sala Arcobaleno del Palazzo d’Ingiustizia.

FRIVOLITÉ – In piedi. Entva la Covte. Pveviede l’onovevole giudice Egalité.
EGALITÉ – Seduti. L’imputata è presente?
FRIVOLITÉ – La sta povtando il cavcerieve Libevté.
LIBERTÉ – (trascinando brutalmente l’imputata per un braccio) Vieni avanti, cretina.
EGALITÉ – L’accusa è

La cattiveria quotidiana 1951

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. “Vietato pregare nelle chiese della diocesi in riparazione per il ghei-praid,” proclamò l’alto presule “i fedeli preghino altrove.” Voce dal fondo: “Eminenza, una moschea andrebbe bene?”

Che io non sia come un bronzo


Rendi chiara la mia lingua, * o mio Salvatore; * dilata la mia bocca * e, riempiendo questa, rendi compunto il cuore, * perché io possa camminare secondo ciò che dico * e fare per primo ciò che insegno: * è detto infatti che grande è * colui che fa e insegna. * Se dunque dico e non faccio, * sarò considerato come un bronzo che risuona'. * Dammi dunque di dire ciò che devo * e di fare ciò che conviene, * tu che solo conosci * ciò che è nel cuore dell'uomo. Preghiera per il 29 giugno dall'Anthologhion, preghiere bizantine. https://www.fedecultura.com/Anthologhion-di-tutto-lanno-Vol-IV-p138977515

La cattiveria quotidiana 1950

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. Dal “Secolo di 2 secoli fa”: Trovato cadavere in mare. Trovata pistola, arma del delitto, a casa del morto. Due ipotesi: il cadavere si è suicidato in casa, poi è andato a gettarsi in mare; oppure il cadavere si è suicidato in mare, è tornato a casa a riporre la pistola, poi è ritornato a gettarsi in mare. Complimenti ai giornalisti del “Secolo” per le acute deduzioni.

Per evitare la gastrite spirituale...

Consigli "culinari" per quest'estate per evitare la gastrite spirituale e gustarsi la vita. Un'autocritica di culinaria spirituale del nostro direttore Prof. Giovanni Zenone.

La cattiveria quotidiana 1949

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. È stato candidato come sindaco al comune di Firenze un transgender: la Comuna di Firenza?

Sradicare la fede

Clicca per info
Forse non tutti sanno che il Risorgimento è stato, anche, un violento tentativo di sradicare la fede cattolica dal cuore e dalla mente della popolazione italiana. Per giustificare la propria condotta e dare qualche parvenza di credibilità alla propria azione politica, i Savoia e i liberali hanno proseguito nella “congiura all’aria aperta” ideata da Massimo D’Azeglio.
Prendendo atto della realtà, D’Azeglio riconosceva che, non essendoci le forze per fare la guerra, bisognava ricorrere alla propaganda e buttarsi nel “campo della opinione e della

La cattiveria quotidiana 1948

dei coniugi Biagini
Per la serie “I pensieri di Orazia”. “Dominum vobiscum…”, disse il prelato. Ha forse fatto diventare neutro Dio per compiacere quelli del “gender”?