La cattiveria quotidiana 1648

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, com’è possibile che li traditori der Vatigatto finischeno in ta-a cacca?” “Perché a Quello lassù non la si fa, Romolé.”

La cattiveria quotidiana 1647

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ma se li traditori der Vatigatto ci hanno er bastone der comanno, semo rovinati.” “No, Romolé, finiranno loro in ta-a cacca.”

La cattiveria quotidiana 1646

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, se l’inferno nun ce sta, che ce sta a fa a-a Grazia, a-a Redenzione e tutto l’antro cucuzzaro clericale?” “Ce sta a fa niente, sarebbe solo a-a fine da-a Chiesa, er trionfo de li traditori che stanno ner Vatigatto, Romolé.”

La cattiveria quotidiana 1645

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, hai sentito che a-a nova Chiesa ha abolito l’inferno?” “Gliel’ha suggerito er padrone loro Berzebù, che lavora mejo quanno l’imbecilli credono che lui nun esiste, Romolé.”

La cattiveria quotidiana 1644

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ma che è st’intercomunione?” “È quanno vai a fa a-a Comunione co li retici, e li retici vanno a falla da noi, Romolé.” “E perché?” “Perché così semo tutti retici e ce n’annamo tutti quanti all’inferno, Romolé.”

Intransigente e tollerante

"La Chiesa è intransigente sui principi, perché crede, è tollerante nella pratica, perché ama. I nemici della Chiesa sono invece tolleranti sui principi, perché non credono, ma intransigenti nella pratica, perché non amano. La Chiesa assolve i peccatori, i nemici della Chiesa assolvono i peccati."
Réginald Garrigou-Lagrange (1877-1964)

Ordina i video del Festival 2018


Scarica tutti i video del VII Festival nazionale di Fede & Cultura! Una giornata di spiritualità, cultura, arte narrativa, economia, letteratura, apologetica, liturgia e tanta, tanta fede cattolica, quella di sempre, quella che non cambia, quella che salva! Ordina su https://www.fedecultura.com/7°-Festival-Fede-&-Cultura-2018-video-p128459524

La cattiveria quotidiana 1643

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, mo che’n prete s’è sposato l’amico finocchio, credi che a-a nova moda attecchirà?” “Nun saprei, ma de sicuro all’inferno stanno già facendo festa, Romolé.”

Luce dal sepolcro da Papa

Francesco ascolta la presentazione del libro
Gli Autori del volume Luce dal Sepolcro, Emanuela Marinelli e Marco Fasol, hanno presentato a Papa Francesco il loro libro ricevendone lodi. Un testo che conferma la storicità dei Vangeli grazie anche alla storicità della Sindone. Un libro di divulgazione e facile lettura che ci conferma nella Fede diventando così uno strumento di Apologetica fortissimo. Dalla maggiore sindonologa italiana e dall'Autore del best-seller Il Codice svelato.
Luce dal Sepolcro è stato tradotto e pubblicato in USA sia in Inglese che in spagnolo.

La cattiveria quotidiana 1642

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ma che predica er Vatigatto pe rabbercià fede e morale?” “Sempre più migranti, Romolé, sempre più migranti. Pare che e-e Ong nun hanno ancora sganasciato abbastanza, e così a-a predica se sbrodola.”

Indagine sull’autenticità della Sindone e dei Vangeli

Clicca
“Quinto Vangelo” o “Vangelo scientifico”: questa la definizione della Sindone, la più affascinante e la più importante delle reliquie cristiche, prova schiacciante della Resurrezione.

Non esiste, infatti, come scrivono gli autori, una spiegazione alternativa soddisfacente a quella di una resurrezione miracolosa: «Come ha fatto il corpo martoriato del crocifisso a sparire da quel telo, senza lasciare tracce di spostamenti, senza strappi o sbavature? Un’ipotetica estrazione manuale avrebbe inevitabilmente prodotto queste alterazioni nel tessuto e nell’immagine. Perché il processo di fibrinolisi del sangue

La cattiveria quotidiana 1641

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, sai indo er sor Saviansozzo scaja furminacci democratici contro li razzisti-fassisti-populisti?” “No, indo sta?” “Inte’n lussuoso attico de’n grattacielo de Nova Yocca, Pasquì.” “Tutto chiaro … tanto pagamo noi, Romolé.”

La cattiveria quotidiana 1640

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, hai sentito ch’ha detto er Sor Ambientazzo Ambientalozzi, che a-a natura ce ama, ce sostiene e ce coccola?” “E ci ha proprio raggione, Romolé; ce coccola co li terremoti, le ruzioni vorcaniche, l’alluvioni, l’epidemie, li serpenti, le mignatte, le zanzare, li scorpioni, li bacherozzi …”