La cattiveria quotidiana 1874

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, come hanno fatto a inventare un’assurdità come il relativismo?” “Certi filosofastri hanno preteso di abolire il principio aristotelico del ‘terzo escluso’, che sarebbe come dire che una donna può essere incinta, ma solo un pochino, Terenzio.”

Il Sommo Pontefice come Vicario di Cristo

Clicca per info e acquisti
di P. Giovanni Cavalcoli
Papa Leone X condannò la tesi di Lutero, secondo il quale il Papa «non è Vicario di Cristo» (n.25, Denz.1475). Chi è un vicario? Uno che agisce a nome di un superiore, in quanto, per incarico di questi, svolge tutte o in parte le sue funzioni, per cui fa le veci di un superiore e agisce al suo posto, in modo tale che ciò chdecide il vicario, supponendo che svolga fedelmente l’incarico, viene con ciò stesso approvato e ratificato dal superiore; vale o ha vigore comse fosse decisdal superiore.
Ora, applicare al Papa il concetto di Vicario è un’operazione legittima e doverosa; se non altro, perché

Domenica VI di Pasqua

   Il tempo pasquale di maggio è dedicato anche alla Vergine Maria, la protagonista, umile e discreta, dei primi passi della Comunità cristiana: Maria ne è il cuore spirituale, perché la sua stessa presenza in mezzo ai discepoli è memoria vivente del Signore Gesù e pegno del dono del suo Spirito
di Mons. Gino Oliosi
Il Vangelo di questa domenica, tratto dal capitolo 14 di san Giovanni, ci offre un implicito ritratto spirituale della Vergine Maria, là dove Gesù dice: "Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui" (Gv 14,23). Queste

La cattiveria quotidiana 1873

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, se tutto è relativo, e io credo che la Terra è piatta, non diventerà piatta davvero?” “Niente di strano, Terenzio. Se un uomo può persuadersi di essere donna, può darsi che la Terra sia piatta.”

La cattiveria quotidiana 1872

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, un uomo può persuadersi di essere donna?” “Sì, basta essere mentecatti al punto giusto, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1871

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, come si concilia il relativismo con la ragione?” “Dove c’è il relativismo, la ragione è volata via da un pezzo, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1870

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, il relativista si fa un mondo come gli pare. Ma poi non dovrà fare i conti con la realtà?” “E infatti la realtà si vendica, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1869

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, un relativista, quando toccano i suoi interessi, cessa di esserlo?” “Certo, i suoi dubbi spariscono in un lampo, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1868

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, cosa fa un relativista?” “Sospende il giudizio, Terenzio.” “E dove lo sospende?” “Al posto della carta igienica, Terenzio.”

Ebrei e Cristiani

Le radici ebraiche della fede cristiana, il libro di Benedetto XVI su Ebrei e Cristiani, il movimento ebraico messianico che riconosce Gesù come Messia. Segni dei tempi dell'ultima rivelazione? Due testi su questi temi importanti: Il mistero di Israele e della Chiesa dell'ebreo messianico Kinzer (https://www.fedecultura.com/Il-mistero-di-Israele-e-della-Chiesa-p137713240) e Mosè secondo i saggi (https://www.fedecultura.com/Mosè-secondo-i-saggi-p122271586) del romanziere ebreo Edmond Fleg.

L'epopea cattolica nella Vandea del Terrore

Clicca per info e acquisti
La sanguinosa guerra di Vandea è al centro di questo romanzo di Jules Verne, ambientato durante il Terrore del 1793 e vero e proprio unicum nella produzione letteraria dell’autore. Se infatti Verne passa alla storia per i suoi “viaggi straordinari” e per le invenzioni tecnologiche, Il conte di Chanteleine rappresenta la sua presa di posizione a supporto dei contadini vandeani legati alla tradizione cattolica, alla nobiltà e alla monarchia. Racconta la storia di un nobile che, dopo aver condotto la ribellione contro il governo della Francia rivoluzionaria, si ritrova la casa distrutta e la moglie uccisa dalla folla: gli resta solo la figlia, la cui vita deve salvare dalla minaccia della ghigliottina. Un’epopea a tinte fosche, da cui traspare l’odio antireligioso e spietato di un regime, quello del Terrore, che vedeva in ogni credente, non importa se inerme, donna o bambino, un avversario da eliminare.
Jules Verne, Il conte di Canteleine, Gondolin, pp. 160

La cattiveria quotidiana 1867

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, cos’è il relativismo?” “È quel modo di NON-pensare per cui l’ultimo pisquano crede di poter dire quel che gli pare e fare i suoi comodi, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1866

dei coniugi Biagini
Nuovo inno repubblicano: “Allons anfan de la patrie, le gran cafon sont arrivé.”

La cattiveria quotidiana 1865

dei coniugi Biagini
Nuovo motto repubblicano: liberté, egalité, fraternité, maleducation.

Di nuovo disponibile il capolavoro di Romano Amerio

Cari amici,
vi ripropongo questo mio video dell'anno scorso sulla più chiara analisi della situazione della Chiesa dal dopo Concilio in avanti fatta dal grande pensatore cattolico Romano Amerio. Un libro che da solo dà gli strumenti per capire da dove viene lo sbandamento dottrinale e di fede e come resistervi. Senza bisogno di polemiche, ma con la chiarezza e la fermezza della verità. Quella che non cambia, quella cattolica, quella che salva. Da oggi è tornato disponibile questo capolavoro nella collana dei Classici della Tradizione. 
Lo puoi avere per pochi giorni in offerta speciale col 15% di sconto inserendo il codice sconto DPUH2C4STDQ0 dopo averlo messo nel carrello e prima di pagare alla pagina https://www.fedecultura.com/Iota-unum-p78868771

Romano Amerio, Iota unum, pp 608, € 39,00

La cattiveria quotidiana 1864

dei coniugi Biagini
Domandina imbarazzante. I galli coniugi Mikròn, recatisi in Vatigatto per essere ricevuti da un certo ometto biancovestito, arrivano con mezz’ora di ritardo, e la vecchia gallina Mikròn non porta il prescritto velo. In Gallia “laicità” vuol dire “maleducazione”?