La cattiveria quotidiana 1971

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ma a che je serve a Bergojo distrugge a-a Chiesa?” “È come domannà a Berzebù perché ha litigato co Domineddio, Romolé.”

Il Cielo in una stanza

Clicca per info
Far uscire Maria Valtorta da un devozionismo deleterio e nemico dell’intelligenza è lo scopo di questo libro. Si tratta allora di indagare, per quanto possibile, in modo rigoroso e scientifico gli accadimenti della sua vita. Uscire dai “si dice” ed entrare nei fatti che hanno caratterizzata la vita di questa donna nata a Caserta.

Ernesto Zucchini, Il Cielo in una stanza, Fede & Cultura, Verona 2019

La cattiveria quotidiana 1970

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ma perché Bergojo ce l’ha tanto cor matrimonio?” “Perché er matrimonio è a-a figura der legame fra Domineddio e a-a Chiesa, e distrutto l’uno se ferisce anche l’antro, Romolé.”

Immortale odium

Clicca per info
Roma, 1881: un gruppo di fanatici anticlericali attaccano di notte il corteo funebre di papa Pio IX cercando di buttare la salma nel Tevere. Assolti dalla magistratura, vengono addirittura premiati dalla massoneria con una medaglia la cui incisione evoca l'”immortale odium” per il papato.

Rino Cammilleri, Immortale odium, Fede & Cultura, Verona 2018

La cattiveria quotidiana 1969

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, hai sentito ch’ha detto Bergojo, che na gran maggioranza de li matrimoni sacramentali so’ nulli mentre tante convivenze so’ matrimoni veri?” “Me pare coerente: pe distrugge a-a Chiesa nun poteva dì mejo, Romolé.”

La cattiveria quotidiana 1968

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, che l’hai detta oggi a-a tua bestemmia quotidiana?” “Ma che stai a dì?” “Bergojo ha detto che a Domineddio je piace.” “Senti, Romolé, quanno quello dice ‘na cosa forse è mejo fa er contrario, Romolé.”

Il conte di Chanteleine

Clicca per info
Storia di un nobile che, dopo aver condotto la ribellione contro il governo della Francia rivoluzionaria, si ritrova la casa distrutta e la moglie uccisa dalla folla: gli resta solo la figlia, la cui vita deve salvare dalla minaccia della ghigliottina. Un’epopea a tinte fosche, da cui traspare l’odio antireligioso e spietato di un regime, quello del Terrore, che vedeva in ogni credente, non importa se inerme, donna o bambino, un avversario da eliminare.

Jules Verne, Il conte di Chanteleine, Fede & Cultura, Verona 2019

La cattiveria quotidiana 1967

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, hai sentito che in te la Trinità stanno a litigà a porte chiuse?” “E sta bestialità d’indo esce?” “È a-a bestemmia quotidiana de Bergojo.” “Quotidiana? ma se ne spara trenta ar minuto, Romolé.”

Dottrina sociale della Chiesa

Clicca per info
L’amore cristiano verso Dio e verso il prossimo, in quanto risposta dell’uomo all’amore totale e salvifico rivelato e attuato da Dio in Cristo, costituisce un punto inderogabile per la dottrina sociale, purificando il pensiero razionale da cortocircuiti e strumentalizzazioni. Anche se l’amore cristiano va oltre le sole esigenze della giustizia, esprimendosi nella misericordia, tuttavia non trascura la giustizia, ma la persegue quale giustizia superiore di Gesù.

George J. Woodall, Dottrina sociale della Chiesa, Fede & Cultura, Verona 2018