Post

Il linguaggio costituisce una caratteristica dell’uomo

Immagine
Clicca per info Il linguaggio umano è un mistero che tuttora la scienza non riesce a spiegare in maniera esaustiva. Il linguaggio verbo-vocale, cioè quello emesso con la voce e che si esprime attraverso parole e frasi, è ciò che rende l’uomo unico e nettamente diverso dagli animali. Umano solo umano, dunque, sta a significare che proprio il linguaggio costituisce una caratteristica dell’uomo che lo distingue da tutti gli altri esseri viventi. Da "Umano solo umano" di Francesco Avanzini.

Il «Commento alla Divina Liturgia» di Nikolaos Cabasilas e la fase post lockdown

Immagine
  Clicca per info Presento di seguito il   Commento alla Divina Liturgia   del Padre della Chiesa greco Nikolaos Cabasilas (1320/22-1391/97), tradotto in italiano da M.M.E. Pedrone e M. di Monte (Monasterium, 2019). Come si desume dal titolo, si tratta di un testo di liturgia, materia che risulta, soprattutto oggi, quanto mai bisognosa di divenire oggetto di seria riflessione e catechesi per noi cristiani. Lo scollamento, inaugurato secoli fa, tra Parola di Dio e sacramento/liturgia, ha prodotto una, anche molto latente, radicalizzazione della comprensione di un termine a prescindere dall’altro e, come conseguenza, una scarsa conoscenza riguardo, non solo alla Parola di Dio, ma anche alla materia liturgico-sacramentale.   Scindere   ciò che costituisce un’unità non riguarda solo la Parola e il sacramento ma anche l’amore a Dio e l’amore al prossimo, il dogma e la pastorale, la verità e la misericordia, ecc. Gli esiti di ciò, sul piano spirituale ed esistentivo, sono incalcolabili. L’uo

«Asceti contemporanei del monte Athos» dell’archimandrita Cherubim. Note sul cammino ascetico della Chiesa in uscita

Immagine
  Clicca per info Esce per il pubblico italiano il classico   Asceti contemporanei del monte Athos. Ascesi e purificazione sulla via del Paradiso ( introduzione e note a cura di padre Michele Di Monte, Edizioni Monasterium, 2019, 193 pp., 20 euro; titolo originale:   Contemporary Ascetics of Mount Athos , St. Herman of Alaska Brotherhood, 1992) dell’archimandrita Cherubim, al secolo Giorgio Karembelas (1920-1979), monaco del monte Athos stabilitosi a soli due anni dalla tonsura, a causa di una malattia, ad Atene, dove fondò il monastero del Santo Paraclito in Oropos con una regola athonita. Il testo riporta le storie e i cammini spirituali degli anziani Joachim della   skiti di sant’Anna (confratello dello stesso Cherubim), Atanasio di Grigoriou e Callinico l’esicasata ma anche, connesse a queste, di Daniele di Katounakia, Filarete di Constamonitou e Gerasimo Menagias. Sono queste le figure di grandi asceti vissuti nella prima metà del XX secolo.   In primo luogo, dai racconti si rice

La chimera del vero amore

Immagine
Clicca per info La crescita, le difficoltà in famiglia, lo studio, la ricerca di un lavoro, la chimera del vero amore: queste le piccole e grandi battaglie di tutti i giorni, quando anche le cose banali sembrano andare irrimediabilmente alla rovescia. Da "Accetto la sfida" di Giulia Fornasier.  

«L’inviato» di Michael O’Brien: il vero thriller è la lotta spirituale del cattolico

Immagine
Dalla presentazione de L'inviato , di Michael O'Brien, pubblicato da Fede & Cultura:  «Attesissimo sequel dell’acclamato thriller Il nemico ,  L'inviato  è il capitolo finale della trilogia di Padre Elia, ebreo convertito e sopravvissuto alla Shoah, chiamato dal Papa a opporsi all’Anticristo annunciato nella Bibbia. Lo vediamo giungere a Gerusalemme per strappare la maschera al Presidente dell’Unione Europea, leader politico mondiale che predica un nuovo mondo e il superamento di tutte le differenze in chiave umanitaria. Riuscirà Padre Elia a trovare dentro di sé la forza per portare a termine la sua missione, anche quando tutto sembrerà perduto e le tenebre avvolgeranno ogni cosa?» Dall’intervista di Leone Grotti a Michael O’Brien, Meeting di Rimini 2008: «Un giorno ero in chiesa a piangere e pregare in ginocchio per la condizione disastrosa della Chiesa in Canada. Poi è avvenuto un miracolo: si è presentata chiara alla mia mente tutta la storia di padre Elia. Non pote

Schneider: quando vaccinarsi equivale al cannibalismo

Immagine
Mons. Athanasius Schneider sui vaccini prodotti con feti abortiti è tranchant: è peggio del cannibalismo. Dal volume Christus Vincit  

Il male a volte diventa ipocrita

Immagine
Clicca per info Ernest Hello ricorda come la verità e il bene devono rifiutare ogni forma di convivenza e accomodamento con l’errore e il male; allo stesso modo la pace non può e non deve consistere in una conciliazione dei contrari, perché bene e male sono distinti e nemici in eterno. Tuttavia il male a volte diventa ipocrita per convivere con il bene: ecco creati il protestantesimo, il liberalismo, l’eclettismo e il trasformismo. Da "L'uomo" di E. Hello