La cattiveria quotidiana 1763

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, ma nell’Urss non avevano introdotto il ‘libero amore’?” “Sì, ma era comunque sempre tra uomo e donna. E poi, visto il calo precipitoso delle nascite, in poco tempo se lo sono rimangiato, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1762

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio. Fra gli usurai mondiali e Stalin chi è il meno peggio?” “Senza dubbio Stalin. Almeno per lui un uomo era un uomo, una donna una donna e una famiglia una famiglia, Terenzio.”

I tesori ritrovati della spiritualità certosina

Clicca per info e acquisti
di Maurizio Schoepflin
Aveva una cinquantina d’anni Bruno, originario della città tedesca di Colonia, quando, attratto dall’ideale di un cristianesimo severamente ascetico, nel 1084 raggiunse la diocesi di Grenoble, ove fondò un romitorio sul massiccio della Chartreuse: da tale fondazione ebbe origine e prese il nome una delle più gloriose famiglie monastiche nate in seno alla Chiesa cattolica, quella dei certosini.
La ricchezza della tradizione inaugurata da san Bruno, che morì nel 1101 a Serra, non lontano da Catanzaro, ove aveva dato vita a un nuovo eremo, è testimoniata anche da numerosi scritti, tra i quali meritano

La cattiveria quotidiana 1761

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio. Che beneficio si otterrebbe impiccando i radical-chic politicallicorretti della decrescita felice?” “Un ambiente più pulito, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1760

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, non ti pare che i tronconi di quel ponte crollato somiglino a due gigantesche forche?” “Sarebbero ideali per appenderci i radical-chic politicallicorretti della ‘decrescita felice’ che hanno sabotato la Gronda, Terenzio.”

Il terzo segreto di Fatima

Clicca per info
Il Terzo Segreto di Fatima è stato tenuto completamente nascosto per più di mezzo secolo, e ciò che è stato rivelato il 26 giugno 2000 ne costituisce solamente la parte più “politicamente corretta”. Nel novembre 1984 venne pubblicata un’intervista al cardinale Joseph Ratzinger, nella quale venne fornita la chiave per accedere ai contenuti essenziali del Segreto. Il Cardinale Ratzinger collegò il contenuto del Terzo Segreto ai “novissimi” (cioè i testi escatologici delle Scritture) e ai messaggi celesti rivelati in varie apparizioni Mariane. il Segreto di Fatima svelerebbe quindi il “Mistero dell’Iniquità” che San Paolo, quasi 2.000 anni fa, disse essere “già in atto” (2 Tess 2,7). Quando avremo cominciato a cogliere la vera na-tura e l’assoluta gravità di questo mistero e delle sue ramificazioni a livello geopolitico, non avremo problemi a capire perché Giovanni XXIII impallidì e quasi svenne, dopo aver aperto la busta contenente il Segreto e averne letto le sue circa 25 righe di testo. 
(P. Paul Kramer, Il mistero dell'iniquità, p. 16)

La cattiveria quotidiana 1759

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, i radical-chic politicallicorretti della decrescita felice dormiranno tranquilli?” “Ma certo, dopotutto ne hanno ammazzati solo quarantatrè, Terenzio.”

La cattiveria quotidiana 1758

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, perché all’università di Fungorifungo scarseggia l’intelligenza?” “È il politicamente corretto ateneo dell’illustre Valerio Ragazzo Troppo Serio, campione mondiale di politicallicorrettume, Terenzio.”

Auguri a Papa Benedetto


Auguri Papa Benedetto Joseph!!!
Dio e san Giuseppe ti conservino a lungo per il bene della Chiesa! Prega per noi che ci sentiamo soli e abbandonati!

Esaudire i desideri di Dio

Clicca per info
di Stefano Biavaschi
Pregare è esaudire i desideri di Dio. Nella preghiera, quando è vera, non ci s’incontra con ciò che vogliamo, ma con ciò che Dio vuole da noi.
La preghiera è dunque figliolanza perfetta.
È un viaggio interiore in cui ci si arrende all’amore.
(da Stefano Biavaschi, Guida alla preghiera)

La cattiveria quotidiana 1757

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, come mai il professor Pigreco si è dimesso dalla cattedra di Analisi infinitesimale all’università di Fungorifungo ed è andato all’estero per sviluppare i suoi studi sull’intelligenza artificiale?” “Perché nella sua università non riusciva a trovare quella naturale, Terenzio.”

La preghiera

Clicca per info
di Stefano Biavaschi
Che cos’è la preghiera? E, in particolare, che cos’è la preghiera cristiana? È atto dell’uomo o è atto di Dio? In verità, nessun uomo può pregare se ciò non è suscitato da Dio; recitare formule è un conto, essere nella preghiera è un altro. E questo perché la preghiera, prima di ogni altra cosa, prima ancora che si esprima nelle sue varie modalità, di lode o di ringraziamento, di supplica o di intercessione, è uno stato d’essere. Pregare è riporre la propria vita in Dio. San Giovanni Damasceno (VII sec.) scriveva: “La preghiera è elevazione dell’anima a Dio”. Pregare è quindi un atteggiamento del cuore, in particolare un atteggiamento di umiltà: una rinuncia al proprio orgoglio, per porre la propria fiducia in Dio.
(da Stefano Biavaschi, Guida alla preghiera)

La neo-religione ecologista

Clicca per info
L’ideologia contemporanea dell’ecologismo trasforma la natura in un culto: non è una natura umanizzata dall’uomo, con la sua conoscenza e il suo lavoro, ma un’entità che esiste prima dell’uomo e che può esistere senza di lui. Il pianeta viene visto come un essere spirituale divino, la famosa divinità madre terra, Gaia, a cui ci rivolgiamo attraverso diversi canali, forze ctonie e forze vitali. La determinazione a diventare un tutt’uno con il cosmo e a perdere qualsiasi distinzione porta a un rifiuto della ragione e del pensiero critico, ritenuti fattori responsabili dei danni procurati al pianeta. In questo modo trionfa il non razionale e, di conseguenza, l’uomo celebra l’istinto, l’emozione, l’intuizione e, infine, l’irrazionalità. 
(Dominique Rey, Cattolicesimo, ecologia e ambiente, p. 23)

La cattiveria quotidiana 1756

dei coniugi Biagini
Dalle cronache del falso pastore. “Se un lupo mangia una pecora, io che c’entro?”