Se gli strumenti prendono autonomia morale è la fine dell'uomo


Una lettura dell'autore James V. Schall (un americano novantenne, sacerdote cattolico, filosofo e scrittore), consigliata e suggerita dall'economista e banchiere Ettore Gotti Tedeschi:
"Schall mette in rispettosa discussione critica e con diplomatica eleganza gesuitica, tutte le tesi economiche che abbiam sentito affermare in questi quattro anni, riferite alla povertà, capitalismo, ambientalismo, diseguaglianza e persino misericordia. L'autore spiega che non è vero che c’è un “capitalismo sfrenato”; che non si deve demonizzare la “società dello scarto”, che può invece esser utile. Contesta anche il “volere una chiesa povera” che può sottintendere, se non spiegato, che si vuole anche un mondo povero. Conclude poi con una esortazione che non sembra rivolta solo al lettore: “Cercate prima il Regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta” (Mt 6,33). Un prezioso libretto che merita di esser letto".

Nessun commento: