La cattiveria quotidiana 1371


dei coniugi Biagini 

“A Pasquì, ho sognato n’immagine meravjosa, de bontà e de misericordia, che me guardava con tanta dorcezza”… “E poi?” “E poi è venuto ‘n refolo de vento, a-a maschera è caduta, e dietro c’era a-a faccia de Berzebù.” “Naturale, Romolé, più bella a-a maschera, più orrenda a-a faccia”.

Nessun commento: