Il Beato Carlo I d'Austria

Clicca qui per info e acquisti
Divenne erede al trono in seguito alla morte di Francesco Ferdinando il 28 giugno 1914, fu incoronato imperatore alla morte di Francesco Giuseppe nel 1916. In seguito alla sconfitta dell’Austria-Ungheria nella Prima Guerra Mondiale andò in esilio nell’isola portoghese di Madeira dove morì all’età di soli 34 anni. Negli ultimi giorni di vita chiamò a sé il figlio primogenito Otto perché volle che costui vedesse “come muore un imperatore”.
Nel corso della sua ultima notte su questa terra, il Beato Carlo I d'Austria alla moglie che lo assisteva piangente, fece questa bellissima confidenza che sintetizza la sua vita e anche la sua santità: "Tutta la mia aspirazione è sempre stata quella di conoscere il più chiaramente possibile, in  ogni cosa, la volontà di Dio, e di eseguirla nella maniera più perfetta".
Anatole France, premio Nobel per la Letteratura nel 1921, scrisse di lui: "L’imperatore Carlo è l’unico uomo decente, emerso durante la guerra, ad un posto direttivo; ma non lo si ascoltò. Egli ha desiderato sin­ceramente la pace, e perciò viene disprezzato da tutto il mondo. Si è trascurata una splendida occasione".
E lo scrittore inglese Herbert Vivian, che lo aveva conosciuto: "Carlo era un grande capo, un principe della pace, che voleva risparmiare al mondo un anno di guerra; un uomo di Stato con idee salvatrici per i complicati problemi dei suoi paesi; un monarca che amava i popoli, un uomo senza paura, d’animo nobile, di prestigio, un santo, dalla cui tomba si diffonde benedizione".
A 82 anni dalla morte, la Chiesa gli ha reso giustizia. Lo ha elevato alla gloria degli altari, indicandolo al popolo di Dio come esempio  di vero cristiano. Per alcuni storici resta una figura discussa da un punto di vista politico. Gli rimproverano ingenuità politiche ed errori di governo. Ma non ci sono punti oscuri sulla sua figura morale. L’avvocato Andrea Ambrosi, postulatore della causa del beato Carlo d’Austria, ci ha detto: . "Studiando la vita del beato, leggendo le migliaia di pagine di testimonianze delle persone che lo hanno conosciuto e che hanno esposto le loro impressioni sotto giuramento,  mi sono reso conto che Carlo d’Austria è un grande santo e fu un governante saggio e illuminato".
Tratto da: Beato Carlo in Italia
Per approfondire:

Mario Carotenuto, Carlo I d’Austria e la pace sabotata (l’intromissione della massoneria per sabotare i tentativi di pace intrapresi durante la Prima Guerra Mondiale dall’ultimo imperatore asburgico).Romana de Carli Szabados, Finis Austriae (la fine dell’epopea della famiglia imperiale asburgica attraverso la vicenda dell’ultimo imperatore, Carlo, esiliato nonostante i tentativi di pace, e poi beatificato da Giovanni Paolo II).

Nessun commento: