Karl Rahner e la neochiesa


Cosa c'è che non quadra nella teologia di Karl Rahner? E' azzardato parlare oggi dell'esistenza di una nuova Chiesa di Karl Rahner?
Il professore Stefano Fontana nella sua opera La nuova Chiesa di Karl Rahner cita l’esempio del cardinale Walter Kasper, molto attivo all’ultimo Sinodo della famiglia, la cui formazione è del tutto rahneriana. 
Per Kasper, il moderno metodo teologico non deve più partire dai dogmi, ma deve anzi "vedere il dogma come intermedio tra la Parola di Dio e la situazione di vita della comunità cristiana". Non più un dogma "visto come qualcosa di definitivo", ma una pura espressione linguistica, che si deve piegare alla situazione reale della persona e alle mutate percezioni storiche. La cosa che maggiormente colpisce in Ranher, tuttavia, è che "nei suoi confronti non è stata emessa nessuna condanna, nonostante i numerosi e fondamentali punti contrari alla dottrina cattolica". Giovanni XXIII lo chiamò al Concilio Vaticano II come perito. Qualcosa non torna.

Nessun commento: