Come risolvere il problema della povertà nel mondo?

Clicca qui per info e acquisti
Come va affrontata la questione della povertà nel mondo? Il cristiano come deve porsi dinanzi a questa problematica?

Walter Schall è un americano novantenne, sacerdote cattolico gesuita molto competente, preparato e coraggioso. , professore emerito alla Georgetown University, oltreché filosofo e scrittore. Nel suo volume Il giusto modo di sconfiggere la povertà edito per la prima volta in Italia da Fede & Cultura, Schall discute e ridimensiona con imparzialità e obiettività tutte le tesi economiche di cui si è parlato molto negli ultimi anni, riferite alla povertà, capitalismo, ambientalismo, diseguaglianza e persino misericordia.

Un volume audace e profetico che merita di essere letto, come traspare dalle parole dell'autore:
"Non dobbiamo dimenticarci che Papa Benedetto XVI nella Deus caritas est ci dice che la giustizia da sola non soddisferà mai i reali bisogni delle persone. Dobbiamo cambiare il paradigma all'interno del quale pensiamo la povertà. I nostri discorsi sui poveri non dovrebbero far pensare che desideriamo che tutti siano poveri. Le nostre spiegazioni sul perché i poveri sono poveri non dovrebbero sottendere teorie che, se messe in pratica, non aiuterebbero i poveri a non essere più tali. La peggiore delle ipotesi sarebbe quella di finire in un mondo prospero controllato da uno Stato totalitario che impone il controllo assoluto sulle nostre menti, sulle nostre famiglie, sui nostri corpi. In ultima analisi è proprio questo il rischio che si corre quando si affronta il problema della povertà nel mondo".

Nessun commento: