La cattiveria quotidiana 1875

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, se, come pretendono i filosofastri, tutto è relativo, come mai non si accorgono di essere relativi loro per primi? “Perché si preoccupano solo di relativizzare e infinocchiare gli altri, Terenzio.”

Nessun commento: