Theodore McCarrick sarà ridotto allo stato laicale

Theodore McCarrick, secondo fonti vaticane che includono New Life, sarebbe sul punto di essere ridotto allo stato laicale. La Congregazione della dottrina della fede, guidata dal cardinale gesuita spagnolo Luis Ladaria, sembra che stia concludendo il processo contro l'ex cardinale con l'obbiettivo della pena massima  prevista dal diritto canonico: la dimissione dallo stato clericale.

Theodore McCarrick nel luglio 2018 è stato espulso, da Papa Francesco, dal Collegio cardinalizio. Il processo canonico sarebbe in dirittura d'arrivo con informazioni molto chiare sulle accuse di pedofilia e rapporti con seminaristi e giovani sacerdoti. Secondo una fonte che cita Nueva Vida, tutto si dovrebbe concludere nei prossimi giorni, anche in considerazione della imminente conferenza sugli abusi che si terrà in Vaticano per affrontare il tema degli abusi sessuali con la presenza di tutti i presidenti delle Conferenze episcopali del mondo.

Se la dimissione dallo stato clericale sarà fatta, Papa Francesco si presenterà con la testa di McCarrick su un vassoio d'argento per mostrare intransigenza nel castigare i corrotti. Peccato che la stampa farà finta di aver dimenticato che sullo scandalo Theodore McCarrick è cresciuto l'altro scandalo, forse peggiore, detto "Il caso Viganò", dato alle stampe grazie alla penna del vaticanista della Rai Aldo Maria Valli, punito con una sospensione dal lavoro a tempo indeterminato per aver fatto emergere questo caso. Cioè lo scandalo delle coperture fatte - secondo Mons. Viganò - dallo stesso papa nei confronti di McCarrick. Ma sul caso Viganò papa Francesco non ha voluto dire una parola.

Nessun commento: