La cattiveria quotidiana 1081

dei coniugi Biagini 
“Mister President, abbiamo un problema. L’industria bellica ha i magazzini pieni e non sa più dove stivare la produzione. “Inventate subito un nemico della democrazia al quale portare la fiaccola della libertà a stelle e strisce.

2 commenti:

Franco R. ha detto...

Ma come, è già finita la luna di miele?


9 novembre 2016
"Esprimiamo grande soddisfazione per la sconfitta dell'abortista, omosessualista, massona Hitlery Clinton! Gli americani dopo il gravissimo errore delle elezioni di Barak Hussein Obama si sono risollevati dalla melma del politicamente corretto e hanno eletto un uomo nuovo. Ottimo segno che le borse siano crollate! Significa che la grande massoneria finanziaria mondiale è stata delusa, e noi ne godiamo. Preghiamo Dio che benedica Donald Trump e gli dia la forza di prestar fede agli impegni presi."
Prof. Giovanni Zenone Ph.D.
Direttore Fede & Cultura

Manlio ha detto...

Vede, gentile Franco R.,
la questione ha due aspetti.
Dal punto di vista della politica interna, la sconfitta dei massoni Hillary Clinton e Barack Obama, è un bene perché riuscirà (forse) ad imporre una battuta d'arresto al dilagare dell'aborto, dell'eutanasia e in genere dell'anticristianesimo.
Dal punto di vista della politica estera, invece, non può cambiare niente, qualunque presidente venga eletto, di qualunque partito sia. Perché? Perché purtroppo ogni presidente deve fare i conti con le lobbies interne, di cui le due più potenti sono quella del petrolio (alla quale appartengono tutti i Paperon de' Paperoni d'America) e quella dei fabbricanti di armi, e tutte e due smaniano per fare la guerra. Questo è il motivo per cui, sotto qualsiasi amministrazione, nonostante qualche debole tentativo in senso contrario, alla fine prevale costantemente negli USA il partito della guerra. Ecco perché gli americani, per tutta la loro storia, non hanno fatto altro che una guerra dopo l'altra.
Grazie per il suo commento e cordiali saluti.