La tristezza e lo sdegno

P. Giovanni Cavalcoli OP
Monta lo sdegno dei cattolici per il trattamento vergognoso inflitto al nostro Direttore dalla Curia diocesana di Verona. Riportiamo il comunicato su Riscossa Cristiana di P. Giovanni Cavalcoli o.p., già Officiale della Segreteria di Stato Vaticano e il rilancio di Pontifex Roma.

Come tutti sappiamo da due giorni, la notizia è certa. Il vescovo di Verona, Giuseppe Zenti, pare aver ottenuto il suo scopo: il licenziamento del dott. prof. Giovanni Zenone, già editore di Fede & Cultura, dall'insegnamento di religione a scuola. La notizia sta suscitando grande clamore e tristezza in ambienti cattolici e non; oggi riportiamo
una considerazione di Padre Giovanni Cavalcoli O.P., Officiale della Segreteria di Stato della Santa Sede. Padre Cavalcoli: A seguito della notizia dell'esonero dall'insegnamento di religione del Prof. Giovanni Zenone da parte del Vescovo di Verona, certo di interpretare i sentimenti di sdegno di moltissimi cattolici riconoscenti per le preziose pubblicazioni dell'illustre Editore, desidero esprimere la mia piena solidarietà col Prof. Zenone, il quale certamente ora sta vivendo la beatitudine evangelica relativa a coloro che sono insultati per il Nome di Cristo. Preghiamo per la Diocesi di Verona e per il suo Vescovo, affinchè siano in piena comunione col Successore di Pietro e col Magistero della Chiesa.

P. Giovanni Cavalcoli, OP

3 commenti:

alex ha detto...

monta lo sdegno dei cattolici, o monta lo sdegno del Prof. Zenone ?

Caterina63 ha detto...

Alex.... nella Chiesa se un membro soffre, ci rammenta san Paolo, tutte le membra soffrono.....
io non conosco altra Chiesa, non so lei!
Lo sdegno del prof. Zenone è anche il nostro sdegno, almeno fino a quando il Vescovo non spieghi le vere motivazioni in modo tale che, come cattolici PENSANTI E RAGIONEVOLI, non comprendiamo se il professore ha meritato o meno questa situazione che resta dolorosa, inquietante ed inspiegabile....

alex ha detto...

Pensanti, credo di si, ragionevoli non saprei . . . .
a volte capita di voler aver ragione a tutti i costi.
Io non conosco le motivazioni del vescovo,
ma forse Lei si, visto che afferma che quelle date fino ad ora non sono vere. . . . . eppure conclude scrivendo che la situazione è inspiegabile.
Non è che le spiegazioni date semplicemente non le piacciano ?