Non giudicare

Il non giudicare è un criterio per capire se l'ascesi ha condotto il monaco a Dio. Non serve a nulla che un monaco digiuni con tanto rigore e che lavori con tanta fatica se poi giudica gli altri. In questo caso l'ascesi non lo ha portato soltanto a sapersi elevare sugli altri. Gli è servita a soddisfare la sua superbia, a incrementare la consapevolezza del proprio valore. Ho incontrato se stesso nella propria ascesa, in chi ha resistito a rimanere nella cella  anche quando gli veniva voglia di allontanarsi, svanisce ogni giudizio verso gli altri.  Molte sentenze degli eremiti esortano quindi a restare in se stessi, a confrontarsi con la propria verità  e a non esprimere giudizi sugli altri. 
(Anselm Grün, Il cielo comincia in te, p. 75)

Commenti

Post popolari in questo blog

Il Granellino di Padre Lorenzo Montecalvo

Grazie Benedetto XVI!!!

Crociata di preghiera per il Papa e la Chiesa