Pensiero rosso

La gloriosa armata del pensiero rosso è compressa in un manipolo di pappagalli urlanti nelle aule dell’insignificanza in cattedra e nel teatro dell’effimero.
(Piero Vassallo, prefazione a Emilio Biagini, Il seme sepolto, Fede & Cultura 2009, p. 7)

2 commenti:

gianni toffali ha detto...

quando Berlusconi si deciderà a licenziare metà corpo docente dalle scuole italiane...sarà sempre troppo tardi!!

Anonimo ha detto...

Bha anche la censura del corpo docente?
Mi ricorda qualcosa di un famoso ventennio; non vedo dove sia il problema (mi riferisco cmq alla docenza universitaria).
Ogni professore, come ogni privato è libero di aderire alla formazione politica che ritiene più opportuna.
Ovviamente ciò non dovrebbe essere fonte di ingerenze nel processo educativo, ma non se la prenda solo con una metà del cielo.
E' notorio nell'ambiente come molte specializzazioni siano subordinate all'entrata in un movimento cattolico con parecchi agganci pubblici formato da due consonanti (la terza lettera del'alfabeto e la decima).
Ovviamente la cosa, visto l'avvento del regime in italia, non fa notizia, meno male che fuggo.
Gaia
R*