Summa

di Giovanni Zenone
Nel frastuono delle passioni che sconvolgono questo mondo di tenebra, una tenebra che ha ormai avvolto in maniera apparentemente inestricabile la stessa Chiesa sin dal suo più alto soglio, il solo sentire tutti i fatti che mettono orrore o paura credo sia ormai da evitare accuratamente. Bisogna conservare la pace, quella che solo Cristo sa dare, non quella diabolica arcobaleno. Bisogna conservare la fede, quella della Chiesa di sempre, non della
"nuova chiesa", della "nuova teologia". Ma per conservare questi tesori credo si debba cominciare a chiudere gli orecchi, chiudere gli occhi, staccare la spina e non ascoltare né vedere giornali, telegiornali, e nemmeno blog, siti e portali non dico dei nemici, ma nemmeno degli amici. I siti amici sono ormai solo un continuo peana, o una critica instancabile e sempre più dolorosa nei confronti dei limiti ogni sera e ogni mattina superati nel peggio, sia dentro che fuori dalla Chiesa. Per evitare il mal di fegato, o di qualcos'altro, non leggo quasi più nulla. Mi pasco di spiritualità. Ho letto la bellissima biografia con i detti di san Serafino di Sarov, eremita ortodosso di fine Ottocento. Torno con profitto ai Padri del deserto. Cerco nuovi autori nel mondo ortodosso, un mondo cristiano che, nonostante molte pecche, ha superato vittoriosamente settant'anni di persecuzioni comuniste sovietiche. Ho preso a leggere la Summa di san Tommaso. La trovo un aiuto formidabile per riacquistare la pace. La tranquilla affermazione della verità, la confutazione argomentata e pacifica degli errori, enumerati e presentati in maniera convincente, la soluzione dei problemi... Un balsamo non solo per l'intelletto ma anche per il cuore, un aiuto per riposare in Dio, per farsi cullare dalla sua Sapienza. Provate anche voi.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Ok compagno Zenone, faremo come ci hai consigliato.
Hasta la victoria siempre!

Fabio ha detto...

Difficile di questi tempi "staccare".
Nella propria famiglia, nel senso di casa, luogo di accoglienza, forse si può trovare qualcosa, ma anche lì sono pochi i momenti (figli, nipoti, hanno sempre bisogno). I libri sapienzali, diari spirituali, come questo piccolo gioiello di cristianità ortodossa, sono di aiuto.

Trovo, comunque, molto vero questo tuo pensiero di ritornare al silenzio, non isolamento, alla vera Sapienza, quella di riuscire a vedere ed ascoltare con l'aiuto dello Spirito, senza ascoltare e vedere il mondo.

Sei nelle mie preghiere, caro Giovanni, da lungo tempo, spero che ritrovi la serenità (spirituale e nella vita).

Federico ha detto...

D'accordissimo con Zenone: la scelta eremitica sarebbe nel suo caso una soluzione più che auspicabile. Inizi col chiudere il suo blog, che ormai non pubblica più neppure quei simpatici articoli clerical-trash dal tono apocalittico che una volta facevano divertire grandi e piccini. E chiuda magari anche quella sua casa editrice, che fa abbattere alberi per pubblicare libri di autori del calibro di un decerebrato come Roberto dal Bosco. Dai che ormai manca poco, continua a tenere chiusi occhi, orecchie, bocca (e mi fermo qui) e vai avanti così. Un abbraccio.

Federico

La Voce di don Camillo ha detto...

Bravo Federico! Hai ragione, chiudiamo una delle poche voci sensate e dissenzienti e seguiamo solo il politicamente e clericalmente corretto, così ci sentiremo tutti a posto e non avremo problemi! Caro Federico, che Dio ti perdoni, perchè non sai quello che scrivi...
G.Z.

Federico ha detto...

Anonimo ha detto...

Brrr che paura il politicamente corretto... Meno male che c'è lei a salvarmi da sodomiti, lesbiche, trans, gente di sinistra, comunisti, socialisti, materialisti, illuministi, relativisti, fumatori di spinelli, femministe, sataniste, radicali, democratici, liberali, socialdemocratici, anarchici, centri sociali, sessantottini, musulmani, buddisti, indù, pastafariani, eretici, cattolici di sinistra, cattolici aperti, cattolici progressisti, preti di strada, atei, evoluzionisti, darwinisti, scienziati, abortisti, immigrati, zingari, neri, gialli, rossi, vegetariani, vegani, libertini, animalisti ed ecologisti. Che tutto quello che è diverso da me è proprio spaventoso: per questo preferisco rifugiarmi in qualche ideologia consolatoria e in visioni del mondo che non mettono in dubbio quel che mi hanno inculcato da bambino a catechismo. Me ne dia a palate, la prego. Federico

Giovanni Zenone ha detto...

Ottimo elenco del peggio da evitare accuratamente. Bravo Federico! Se a te piace pascitene in abbondanza, e buon pro ti faccia!

Federico ha detto...

Grazie della sua approvazione, ora posso dormire sonni tranquilli. Vado a mescolarmi tra tutte queste genti cosi' lontane dalla sua morale da benpensante. Del resto, Gesù non si mescolava forse ai peccatori?