Il sottile e misterioso nemico della Chiesa

“Esso si trova dappertutto e in mezzo a tutti; sa essere violento e subdolo. In questi ultimi secoli ha tentato di operare la disgregazione intellettuale, morale, sociale dell’unità nell’organismo misterioso di Cristo. Ha voluto la natura senza la grazia; la ragione senza la fede; la libertà senza la autorità; talvolta l’autorità senza la libertà. È un “nemico” divenuto sempre più concreto, con una spregiudicatezza che lascia ancora attoniti: Cristo sì, Chiesa no. Poi: Dio sì, Cristo no. Finalmente il grido empio: Dio è morto; anzi: Dio non è mai stato. Ed ecco il tentativo di edificare la struttura del mondo sopra fondamenti che Noi non esitiamo ad additare come principali responsabili della minaccia che incombe sulla umanità: un’economia senza Dio, un diritto senza Dio, una politica senza Dio”.
(Pio XII, Discorso Nel contemplare agli Uomini di Azione Cattolica d’Italia, del 12-10-1952, in Discorsi e Radiomessaggi, vol. XIV, p. 359)

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Si, va bene, un pò retorico, ma ci potrebbe anche stare, è lo stile di questo autore. Ma, alla fine, quale sarebbe questa minaccia?

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
GIANNI TOFFALI ha detto...

accidente, conosceva bene le sue pecorelle (nere!!) il grande papa!!però per raddrizzarle, non doveva usare una goccia di miele, ma un barile di aceto fatto trangugiare obbligatoriamente! altro che le blande medicine del papa buono....

Anonimo ha detto...

Bravo Toffali,manganello e olio di ricino!
Poi vediamo se porgono l'altra guancia!
Ah no...i termini dovrebbero essere invertiti, ma checcefrega eh Giannì? Lo riammodernamo, tanto i modernisti dicono che va riammodernato

E quando avremo bastonato come si deve tutti i sodomiti, come santamente fece il confratello Svastichella vedremo se sapranno amare i loro nemici!
Ah no siamo noi che dovremmo amare i nostri nemici...ma chi le ha scritte queste cose un hippy comunista massone???

"Beati i miti perchè erediteranno la terra"...
Ma quale mitezza, manganello e un barile di aceto!

Sei un grande Toffali!
Sei un riformatore Toffali, il nuovo Lutero!

Questo sì che è Agape!

Gedeone Chiamin ha detto...

si, ha ragione Gianni T, viva il prete col forcone!

gianni toffali ha detto...

meglio dosi di olio di ricino oggi, o fiamme infernali domani?

Anonimo ha detto...

Toffali Toffali,ti ricorderei che non è bene mettersi al posto di Dio e giudicare chi andrà all' Inferno e chi no...questo non lo dico io, lo dice la Chiesa stessa a cui tu dovresti ubbidienza. Ricordo che si condanna il peccato non il peccatore, da dottrina.
Quindi è bene che ognuno di noi pensi alla sua trave e non stia a cercare la pagliuzza dell'altro.

"Non giudicate e non sarete giudicati, non condannate e non sarete condannati, perdonate e vi sarà perdonato."

Non l'hanno scritto Nietzsche o Marx questo...