Dov'è finito don Camillo?

Gentilissimi lettori,
poichè in molti, sia per mail che con commenti sul blog, avete chiesto che fine abbia fatto don Camillo, l'anziano gestore di questo sito, diamo una risposta - già inviata ad alcuni per mail - per tutti, che è stato l'ultimo post del reverendo.
Noi non abbiamo i dati del vecchio blog di don Camillo, ma cercando con Google "La voce di don camillo addio" ho trovato, in cache, questo post, che fu l'ultimo.
Volendo si possono leggere ancora (in cache) tutti i commenti.
Allego qui di seguito solo l'ultimo post di don Camillo.
Credo che possiate usare questo metodo, comunque, per cercare e trovare i vecchi post, perchè noi non li abbiamo: il sito è completamente nuovo dall'1 novembre 2009.

Con amicizia Vi auguro Buon anno!

Prof. Giovanni Zenone Ph.D.
Direttore
Fede & Cultura
viale della repubblica, 16
37126 Verona
tel. 045-941851
fax. 045-9251058

Cari amici,
ho varcato da molto il tempo della pensione ed ora sono stanco. Stanco non di lavorare nella vigna del Signore, che è la cosa più bella della vita, ma di combattere contro l'ignoranza invincibile, contro la volgarità degli attacchi alla Chiesa e alla Verità da parte degli anti-Cristi mediatici. Ho scritto tanto su questo blog, ho combattuto, mi sono arabbiato e anche divertito.
Ora mi rendo conto che sono stanco di tutto questo, che la battaglia deve continuare su un altro piano, quello mistico, quello della contemplazione e della preghiera. I tanti lettori di questo sito mi hanno in parte apprezzato e in parte odiato. I nemici sono rimasti tali, ma proprio per essi ho deciso che collaborerò alla loro salvezza in altro modo: pregando per le loro anime.
Ho deciso di ritirarmi in un monastero, anzi, in un romitaggio. Gli ultimi giorni della mia vita li trascorrerò senza computer, senza telefono, senza alcun rapporto col mondo esterno. Il mondo mi rivedrà solo quando dal mio romitaggio uscirò in una cassa di legno.
Tra pochi giorni non sarò più sul web e questo sito sarà ceduto ad altri che ne faranno quello che parrà loro opportuno.
Cominciano giorni di grande battaglia. Il demonio è sempre più scatenato, prepariamoci. Io vado in prima linea.
Vi chiedo perdono se ho fatto del male a qualcuno.
Pregate per me che sono un peccatore.
Vi voglio salutare, benedire ed abbracciare tutti.
Vostro

don Camillo

7 commenti:

Ned ha detto...

Ah, ecco svelati gli altarini. E anche con bello sfoggio di titoli, titoloni e titoletti! Come se questo potesse nascondere la verità, la scomparsa del nostro pastore, e la sua sostituzione però usando ancora il suo nome. E' incredibile. Solo davanti a continue ed insistenti richieste, finalmente, la verità. O almeno le dichiarazioni del latitante ma originale DonCamillo. Chissà poi quali saranno i fatti veri, quale l'identità del TafkaDC.
Bisogna proprio dirlo, la lobby cattolicomosessualesbochic stava per segnare un punto. Per fortuna c'è chi sta attento a queste cose.
Ma non è bello, no, proprio per niente nientino.

Giacomo ha detto...

C'è qualcosa che non mi quadra... Sembra come se nessuno sapesse che fine avesse fatto Don Camillo, mentre lui lo aveva scritto a chiare lettere in quest'ultimo intervento, a Ottobre, e che è stato online una buona mesata. La colpa non ritengo sia di Fede&Cultura, che anzi si occupa della diffusione della Buona Stampa, e che sta portando avanti a suo modo l'opera di questo blog che Don Camillo aveva cominciato. Sono molto perplesso da frasi come "finalmente la verità"...
Ad esempio tu, Ned, se parli in questa maniera vuol dire che non hai seguito la vicenda (e quindi che cacchio parli a fare??) ed oltretutto invece di tacciare qualcuno di "cattolicomosessualesbochic" faresti meglio a leggere qualcuna delle pubblicaizoni di F&C.
Saluti.

Ned ha detto...

Noto che le repliche non sono gradite.

Sora Lella ha detto...

Bravo Giacomo, bella replica a 'sto zozzone, che je possino d'annaje tutti li mori su li zaffaciufoli!
ma che c'avrà da dì? ma che je freca? e, poi, se ce piacono li truidi, e che ssarà mai?che lo diceva pure er marito mio, poretto, possino prennesse cura de l'anima sua nparadiso come se lo prennevano l'amici sua ntera, che me raccontava certe cose che je capitavano quanno nnava a sudà che manco li dardi spaziali de goldreik ce stanno ddietro.
na cosa: ma che cacchio è F&C? na rivista de cucina? na banda d'anabattisti?

Giacomo ha detto...

No no, Ned, spiegami il tuo punto di vista, sono curioso, anche se secondo me hai parlato soltanto per parlare.

Ned ha detto...

Io avevo spiegato ma si vede che questo personaggio che ha sostituito il Doncà nemmeno premurandosi di mettere una nota chiarificatrice, e quindi inducendo gli altri a credere che ancora stessero confrontandosi con colui il quale ben poteva dall'alto dela sua esperienza condurre questo sito, ecco, questo personaggio che non si presenta ha ritenuto di non pubblicare.

gianni toffali ha detto...

cari utenti vecchi e nuovi...che diffidente siete...se il nuovo gestore dice di non sapere nulla circa il vecchio don Camillo, non vedo perchè dubitarne. comunque che io sappia, il buon vecchio Camillo, si è messo, su incarico del vescovo a praticare esorcismi, giacchè le puntute critiche sul blog, non bastavano più!!