La cattiveria quotidiana 516

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ma se s’accoppeno tutte e’e creature prima che nascheno nun ce resterà più nisuno.” “Ce resteranno loro, Romolé, li padroni der monno co’ li lacché loro.”

Nessun commento: