Ecologia?

di Lorenzo Penotti

Mentre la barca di Pietro cola a picco Pietro si occupa di salvaguardare i fiorellini, i vermi e l'aria pura.

La cattiveria quotidiana 322

dei coniugi Biagini
Incontro ecumenico. “I calvinisti: ‘Due più due fa sei’. I luterani: ‘No, fa cinque.’ E noi cattolici che facciamo, AAPP?” “Calma, ci stiamo lavorando.”

La cattiveria quotidiana 321

dei coniugi Biagini
“AAPP, c’è una congregazione alla bancarotta.” “Come mai?” “Speculazioni sbagliate. Li commissariamo?” “Giammai, è una congregazione progressista.”

I mascalzoni che vogliono mistificare l’oratore pro famiglia

di Giuliano Ferrara | 24 Giugno 2015 Il Foglio
La polizia del pensiero ha beccato Kiko Arguello, oratore della manifestazione contro l’ideologia del gender di sabato scorso, e lo ha arrestato. La discussione sul femminicidio c’entra fino a un certo punto. Il succo è l’abc del sentimento cristiano sul delitto, la colpa e il castigo di vivere senza Dio. Cialtroni.

Kiko Arguello in piazza San Giovanni durante la manifestazione di sabato scorso per la famiglia.
La polizia del pensiero ha beccato Kiko Arguello, oratore della manifestazione contro l’ideologia del gender di sabato scorso, e lo ha arrestato. Certe manifestazioni bisogna sporcarle subito, sennò il politicamente corretto

Malignità occasionale: Enciclica “Algarum vermorumque”

di Emilio Biagini
Le inaudite sofferenze delle alghe e dei vermi, rinchiusi in ambiti ristretti come fosse e pozzanghere non possono essere ignorate e richiedono pertanto la nostra paterna cura e benedizione. Queste creature minacciate dal malvagio espandersi delle miniere di carbone che i bipedi egoisticamente sfruttano per scaldarsi d’inverno, produrre luce elettrica e cucinare la zuppa, sono al centro della nostra paterna sollecitudine. Il nostro cuore sanguina considerando come le piccole creature non possono in alcun

La cattiveria quotidiana 320

dei coniugi Biagini
NTGCR. Quarta lezione: sevizie ai confratelli che continuano a soccorrere i poveri e rifiutano di versare nel buco le elemosine ricevute.

Gender (d)Istruzione di Gianfranco Amato scontato!

Acquistalo in formato cartaceo scontato del 25% per pochi giorni. Da oggi scontato del 60% in Amazon Kindle!

Malignità occasionale: cristianesimo in Galantina

di Emilio Biagini
La Galantina è una cosa molle da servire fredda in gelatina, assurta a grande prestigio e potere in una certa ripartizione lastricata di buone intenzioni, situata nei pressi di una vecchia cupola romana. Non avendo niente di meglio da fare, la Galantina si impegnò a rivisitare il Cristianesimo, al nobile fine di adeguarlo al momento storico.
Infatti non si poteva permettere a manifestazioni di piazza di oltre un milione di ignoranti non ak-kul-turati nella nuova teologia di cambiare la concezione dell’uomo implicita nei nuovi diritti, diritti, appunto di ak-kul-turamento e ak-kul-turazione koatta, sotto la benigna e partecipata supervisione della Galantina.
Il problema, infatti, era la ricerca della verità su ciò che riguarda l’omo. Un cristiano non doveva mettersi “contro” qualcuno o qualcosa, onde evitare tragici errori di

La cattiveria quotidiana 319

dei coniugi Biagini
NTGCR. Terza lezione: sull’orlo della bancarotta, sequestro delle elemosine ricevute dai confratelli per tappare il buco.

Non giudicare

Il non giudicare è un criterio per capire se l'ascesi ha condotto il monaco a Dio. Non serve a nulla che un monaco digiuni con tanto rigore e che lavori con tanta fatica se poi giudica gli altri. In questo caso l'ascesi non lo ha portato soltanto a sapersi elevare sugli altri. Gli è servita a soddisfare la sua superbia, a incrementare la consapevolezza del proprio valore. Ho incontrato se stesso nella propria ascesa, in chi ha resistito a rimanere nella cella  anche quando gli veniva voglia di allontanarsi, svanisce ogni giudizio verso gli altri.  Molte sentenze degli eremiti esortano quindi a restare in se stessi, a confrontarsi con la propria verità  e a non esprimere giudizi sugli altri. 
(Anselm Grün, Il cielo comincia in te, p. 75)