La cattiveria quotidiana 1289

dei coniugi Biagini
“Dimmi, Fulgenzio, in questo sconvolgimento di cervelli, a che serve il dialogo?” “A confondere ancor di più le idee, Terenzio”.

Nessun commento: