La cattiveria quotidiana 1197

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, che vuol dire essere liberi?”, “Vuol dire avere i liberatori sempre tra i piedi, Terenzio.

Nessun commento: