La cattiveria quotidiana 1176

dei coniugi Biagini 
“Dimmi, Fulgenzio, come si distingue il buon pastore da quello cattivo?”, “Quello buono è sempre calunniato e perseguitato, Terenzio. “E quello cattivo?”, “Quello cattivo è amato dal mondo, va incontro al mondo, si abbracciano, e il mondo ne dice tanto bene, i giornali traboccano di lodi per il cattivo pastore. Non ascoltarlo ed evitalo come la peste, Terenzio.

Nessun commento: