Chi era davvero Lutero?

Clicca qui per info e acquisti
"Lutero nel 1520 compone Alla nobiltà cristiana della nazione tedesca. 'Svegliamoci, miei cari tedeschi', scrive. Svegliamoci e prendiamo atto che Roma ci vuole solo sfruttare e per farlo accampa pretese che non hanno fondamento  nella Bibbia. Prendiamo atto che Roma è la città dell'anticristo. Che a Roma regna satana: 'ci ingannano'; 'hanno reso paurosi re e principi'; 'la maggior parte dei papi fu senza fede'; 'il papa non ha sbagliato in moltissimi casi?'; 'in questa contesa lottiamo non lottiamo contro uomini, ma contro il principe dell'inferno'.
Lutero fa di più, trasforma la menzogna in virtù: 'Essa è una virtù se mira al raggiungimento di un fine che resista alla malizia del diavolo, e salvi l'onore, la vita, il vantaggio del prossimo'. Per Lutero il fine giustifica i mezzi. Il nemico da annientare è il papa e la corte romana. Per raggiungere questo obiettivo tutto è lecito. Menzogna e calunnia comprese. Abbiamo già ricordato l'opinione di Leone XIII sulla storia: "la scienza storica sembra essere una congiura storica contro la verità". Da Lutero in poi, la storiografia di matrice protestante è impegnata nell'attribuire alla Chiesa di Roma (e ai suoi difensori, in primo luogo la Spagna) ogni possibile violenza e nequizia: il protestantesimo vuole vincere ed edificare un nuovo tipo di universalità sulle ceneri del mondo romano".
Per approfondire:
Angela Pellicciari, Leone XIII in pillole (pillole di saggezza da raccogliere e diffondere tratte dal Magistero di Leone XIII).
Angela Pellicciari, Martin Lutero (Che tipo di stato e di cultura si affermano con la Riforma? "Martin Lutero" risponde a queste domande a partire da cosa Lutero ha scritto, predicato e insegnato. Una lettura dettagliata ed argomentata che offre non pochi spunti di riflessione).






Nessun commento: