Invisibile e reale

di Benedetto XVI
La fede ha rappresentato da sempre qualcosa come una rottura e un salto avventuroso, perché esprime in ogni tempo il rischio di accettare un valore invisibile, accogliendolo come genuinamente reale e basilare. 
(Al cuore della fede, 2013)

Nessun commento: