Il reale

di Benedetto XVI
Dobbiamo forse chiederci accuratamente che cosa veramente sia "il reale"? È solo il constatato e constatabile, oppure l'azione stessa nel constatare non è invece solo una maniera ben determinata di comportarsi di fronte alla realtà, una modalità quindi che non è assolutamente in grado di comprendere il tutto, perché può persino condurre alla falsificazione della verità e dell'essenza stessa dell'uomo, qualora la assumiamo come l'unica decisiva?
(Al cuore della fede, 2013)

Nessun commento: