La cattiveria quotidiana 776

dei coniugi Biagini
Telefonata in partenza da un augusto telefono nei meandri vaticani: “Pronto, caro Belzebù, come stai? Capirai bene, dopo il satanasso repubblicoide e la satanassa delle pompe da bicicletta non potevo non telefonare anche a te…”

Nessun commento: