Salmo 23 (versione impudente)

La TV è il mio pastore, non manco di nulla.
Su soffici poltrone riposo tranquillo, ed essa, senza accorgermi,
lontano dalla fede mi conduce.
Distrugge la mia anima, mi conduce nei sentieri del sesso e della violenza per amore dello sponsorizzatore.
Quand’anche camminassi all’ombra delle responsabilità cristiane,
non mi accorgo più di alcun male, perché essa – la TV – è con me.
Il telecomando mi consola e mi da sicurezza.
Per me prepara sempre pubblicità e mondanità.
Davanti ai miei occhi e a quelli dei miei figli non manca mai violenza e stupidità.
Essa unge il mio capo di paganesimo e consumismo.
Veramente il mio calice trabocca di imbecillità!
Così pigrizia e ignoranza mi accompagneranno tutti i giorni della mia vita
e io abiterò comodo in casa ignorando tutti e guardando la TV sempre.

Nessun commento: