2 anni senza Mario

Clicca per fare una donazione
Gentile Benefattore,

il 9 marzo ricorrono i due anni che Mario Palmaro ci ha lasciati. In questi tempi in cui la famiglia, i bambini e la vita sono sempre più sotto attacco da parte delle forze del Male sentiamo la mancanza della penna, acutissima e pacata allo stesso tempo, di Mario.
La nostra Associazione San Giuseppe, nata il giorno seguente la dipartita del carissimo amico Mario con l’unico scopo di sostenere la famiglia Palmaro, si è prodigata per alleviare loro almeno il problema della sussistenza. Ci eravamo proposti di garantire per vent’anni un bonifico mensile pari a uno stipendio per far crescere i quattro figli di Mario e Annamaria e sino ad ora, grazie anche alla Tua generosità e alla solidarietà di centinaia di amici, conoscenti e persone che hanno stimato la sapienza intelligente e convincente di Mario, ci siamo riusciti.

Notiamo tuttavia che purtroppo ora alcuni, per lo scadere della carta di credito o per altri motivi, hanno cessato quel contributo continuativo che è imprescindibile per dare persistenza a quest’opera di bene, a questo dovere di gratitudine per il bene che Mario ha donato senza riserve sino all’ultimo giorno della sua vita, anche nei momenti più dolorosi della sua malattia.

Ti chiediamo, se è ancora nelle Tue possibilità, di dare continuità a un gesto di carità verso la famiglia di Mario e di farTi promotore di questa iniziativa di carità anche presso altre persone, in modo che l’unione di molte offerte, anche se piccole, possa garantire quella somma che è indispensabile a una famiglia che ha perso il papà per poter vivere almeno con i mezzi di prima necessità.

Le donazioni si possono fare cliccando il francobollo qui a sinistra oppure:
Con un bonifico bancario continuativo sul conto della BCC Valpolicella Benaco IBAN IT33V0831511701000010010691 intestato a Associazione  San Giuseppe con causale “Per famiglia Palmaro”. Il codice BIC per i bonifici dall'estero è CCRTIT2TE01.
Con carta di credito andando sul sito www.sangiuseppeassociazione.blogspot.it e seguendo le istruzioni.
Con conto Paypal facendo una donazione al conto sangiuseppeassociazione@gmail.com

Grazie per quello che ha fatto e per quello che farai


L’Associazione San Giuseppe
A sostegno della famiglia di Mario Palmaro

Alessandro Gnocchi – Fabio Trevisan - Giovanni Zenone

La cattiveria quotidiana 548

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ma che vor dì ‘relativismo’?” “Vor dì che tutto è relativo, Romolé.” “Ma come se fa a sapé che dire ‘tutto è relativo’ nun è relativo?” “Infatti nun se sa.” “Ma allora è com’er serpente che se morde la coda, Pasquì.” “Come tutti l’arzigogoli de li grandi filosofi, Romolé. Vié, namose a fa’ mezzo litro.”

La cattiveria quotidiana 547

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ma perché nun se po’ dì che uno che je piacciono e’e donne è normale?” “Perché vorrebbe dì che l’antri so’ anormali, Romolé.” “E nun lo sono?” “A Romolé, namose a fa’ mezzo litro de li Castelli prima che ci arresteno, che ormai comandeno loro, anche se so’ quattro gatti.”

La cattiveria quotidiana 546

dei coniugi Biagini
Intervista in piazza. “Signora, anche lei è venuta a contestare le Sentinelle in piedi?” “Sì.” “Perché?” “Perché ho un figlio finocchio... cioè ‘ghei’.” “E lei ne è orgogliosa, naturalmente...” “No, preferirei che fosse normale.” Enorme scandalo dei benpensanti.

La cattiveria quotidiana 545

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ho avuto ‘na visione da’a Chiesa tutta bella, indo tutti annavano d’accordo e se voleveno bene, e convertiveno tutti co l’esempio da’a santità loro.” “E poi, Romolé?” “E poi me so’ svejato, Pasquì.”

La cattiveria quotidiana 544

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ma li frati ce credeno più a l’inferno?” “Ma che dici mai, Romolé, li frati han de esse moderni e annà incontro ar monno.”

Gender: non una “teoria” ma un’ideologia senza nulla di scientifico


Autore di un esaustivo saggio sul tema, l’avvocato Aldo Rocco Vitale afferma: “Il ddl Cirinnà è palesemente anticostituzionale, perché viola in primo luogo il principio di uguaglianza


Clicca per info e acquisti
Che differenza c’è tra gender studies e teoria gender? È vero che si vuol promuovere l’avvento di una società in cui il sesso non determina la persona? E cosa comporta considerare il genere di appartenenza una variabile?
Sono alcuni degli interrogativi scottanti ed attuali che l’avvocato Aldo Rocco Vitale (che ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia e Teoria Generale del Diritto Europeo presso la facoltà di Giurisprudenza dell’università Tor Vergata) si pone per concettualizzare un argomento che solleva l’interesse e la curiosità dell’opinione pubblica.
Nel suo libro edito da Fede & Cultura, dal titolo Gender questo sconosciuto, Vitale affronta con sistematicità e competenza il problema di una società liquida in divenire, considerando i retaggi e le prospettive future legate al tema della persona ed alle derive di un materialismo ed un utilitarismo che, parafrasando Nikolaj Berdjaev, vorrebbero ridurre l’uomo ad immagine e somiglianza di una macchina.

Avvocato Vitale, innanzitutto, perché è più corretto usare il termine “ideologia” e non “teoria” per definire il gender?

Ci si trova nell’ambito del pensiero in entrambi i casi, sia in quello della teoria che in quello dell’ideologia. Mentre però la teoria è una prospettiva, come una finestra, che si apre sul panorama della verità, l’ideologia è invece il (Continua su Zenit)

La cattiveria quotidiana 543

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ma se’n frate ne diffama n’antro, che succede?” “Succede che va all’inferno, Romolé.”

La cattiveria quotidiana 542

dei coniugi Biagini
“Papà, che differenza c’è tra dialogo e diavolo?” “Solo due consonanti, ma l’effetto è lo stesso.”

La cattiveria quotidiana 541

dei coniugi Biagini
“AAPP, nell’Islamistan hanno sgozzato altri duecentocinquanta cristiani.” “Parli piano, non vorrà mica turbare l’atmosfera del dialogo?”

La cattiveria quotidiana 540

dei coniugi Biagini
“Papà, che differenza c’è tra inglesi e mericani?” “Che ieri gli inglesi hanno fallito la conquista del mondo ma sono riusciti a rovinarlo e i mericani stanno ottenendo i medesimi risultati oggi.”

Un'occasione speciale solo per pochi giorni

La cattiveria quotidiana 539

dei coniugi Biagini
“Papà, la maestra ha detto che la Costituzione mericana dice che tutti gli uomini hanno diritto a cercare la felicità. Ma che significa?” “Per gli americani vuol dire il diritto di avere tanti dollari.”

La cattiveria quotidiana 538

dei coniugi Biagini
“Papà, la maestra ha detto che la Costituzione mericana dice che tutti gli uomini hanno diritto alla libertà. Ma che significa?” “Significa il diritto alla loro libertà di comandare in casa d’altri.”

O cavalieri o felloni: decidete voi...

Clicca per info e acquisti
Con prefazione di Padre Serafino Tognetti
La cavalleria è una via spirituale che si offre a tutti i credenti per elevarsi a Dio e combattere la buona battaglia nel tempo e nel luogo in cui ognuno è chiamato a vivere e operare. La cavalleria non è un ripiegamento intimistico sul bel tempo che fu ma una vera e propria via di santificazione che conduce a Dio, fatta di sacrificio e di lotta contro il male. Mai come oggi è offerta al cavaliere occasione più bella e avventura più grande: lo spirito della cavalleria rinvigorisce e purifica un ideale di vista cristiana che sembra essersi

La cattiveria quotidiana 537

dei coniugi Biagini
“Papà, la maestra ha detto che la Costituzione mericana dice che tutti gli uomini hanno diritto alla vita. Ma che significa?” “Che per loro sono ‘uomini’ solo quelli in grado di portare una pistola.”

La cattiveria quotidiana 536

dei coniugi Biagini
“Mister President, il despotato di Islamistan vuole alzare prezzo di petrolio.” “Ah, questo attentato a libertà americana. Mettere subito in allarme flotta e basi aeree.”

La cattiveria quotidiana 535

dei coniugi Biagini
“Mister President, il despotato di Islamistan massacra i cristiani.” “No comment, noi no possiamo interferire affari interni di straniero paese.”

La cattiveria quotidiana 534

dei coniugi Biagini
“Mister President, abbiamo rivoltato il Mohammedistan come un guanto, sterminato il governo e ammazzato metà della gente, ma le armi di distruzione di massa non si trovano.” “Mettetecene qualcuna delle nostre.”

I danni del silenzio

Avete taciuto abbastanza. È ora di finirla di stare zitti! Gridate con centomila lingue. Io vedo che a forza di silenzio il mondo è marcito.
(Santa Caterina da Siena)

Outlet

La cattiveria quotidiana 533

dei coniugi Biagini
“Mister President, abbiamo occupato il Mohammedistan ma le armi di distruzione di massa non si trovano.” “Cercate ancora.”

I Salmi: perché non ci resta che pregare

Di fronte al franare sempre più devastante delle basi stesse della fede c'è una sola cosa da fare, anzi due. Pregare e studiare la dottrina di sempre. Pregare con l'intensità e la fede che hanno saputo superare epoche di persecuzione, sangue e tradimenti. Studiare con la foga e la fame di san Tommaso che seppe amare Dio conoscendolo e facendo conoscere agli altri quello che aveva ricevuto. La piattaforma Fede & Cultura FaceBook Store offre alcuni nostri titoli a prezzi convenientissimi che variano a seconda dei giorni e delle disponibilità. Fra questi segnaliamo I Salmi nel libro di Angelo Pellicioli a 5 euro invece che 25. Un'occasione da non perdere, sino a esaurimento delle scorte. www.fedecultura.ecwid.com

La cattiveria quotidiana 532

dei coniugi Biagini
“Mister President, la dittatura del Mohammedistan è laica e rispetta le minoranze cristiane.” “Male, male, bisogna portare loro la libertà. Inventate che hanno armi di distruzione di massa, così possiamo schiacciarli.”

Mattia Rossi a Verona il 20 febbraio

Sabato 20 febbraio alle ore 16,30 il nostro Autore Mattia Rossi presenterà a Verona il suo volume Le cetre e i salici - Riflessioni sull’eclissi del canto gregoriano nella Chiesa postconciliare presso il Circolo Traditio, in via Galvani 31. Per maggiori informazioni 347-4230340

La leggenda nera di Papa Borgia

Perché dobbiamo riabilitare
il Pontefice più calunniato della storia

Sacrilego, simoniaco, incestuoso, avvelenatore, nepotista. La storia ha sempre presentato così Papa Alessandro VI, al secolo Rodrigo Borgia, secondo una vera e propria “leggenda nera” che resiste tutt’oggi nell’imaginario collettivo. Nel corso del Novecento, però, non pochi storici e storiografi si sono interrogati sulla fondatezza di quelle accuse, domandandosi se esse non siano piuttosto il risultato della propaganda dei molti nemici politici, primo fra tutti il Guicciardini. Questo saggio scandaglia da vicino il pensiero e l’azione del più controverso Papa della storia, dimostrando come questi in realtà fosse tollerante, frugale e liberale, attento ai movimenti monastici, devoto alla Madonna, sostenitore della pratica del rosario e dell’adorazione eucaristica.

Qui lo trovate a prezzo ridotto di 3 euro!


La cattiveria quotidiana 530

dei coniugi Biagini
Per la serie “Gli aurei detti del Professor Sbrindelli”: “Sognare l’utopia non è reato.”

La profezia finale

clicca per acquisti
di Giovanni Zenone
Ho finito ieri l'ultimo libro di Antonio Socci, La profezia finale (disponibile anche in Kindle) e devo dire che è davvero un libro perfetto. La stragrande maggioranza dei cattolici è profondamente a disagio con le continue esternazioni ambigue di Papa Francesco che ammiccano in maniera incomprensibile ai laicisti, agli ecologisti, ai neo-malthusiani, ai radicali, ai centri sociali di sinistra, ai dittatori comunisti come Castro & C. e nello stesso tempo bastona e castiga i buoni cattolici fedeli alla Fede e alla Tradizione di sempre. Le nomine episcopali e di consultori fra i leccapiedi che cavalcano il pauperismo, l'ecologismo e tutte le idee ereticali non si contano più. Basti pensare all'eretico spretato della teologia della

La cattiveria quotidiana 529

dei coniugi Biagini
Per la serie “Gli aurei detti del Professor Sbrindelli”: “In malora la realtà; lasciateci sognare.”

La cattiveria quotidiana 528

dei coniugi Biagini
Per la serie “Gli aurei detti del Professor Sbrindelli”: “L’utopia ha una carica rivoluzionaria.”

La cattiveria quotidiana 527

dei coniugi Biagini
Per la serie “Gli aurei detti del Professor Sbrindelli”: “Il peccato non esiste e non va neppure nominato.”

La cattiveria quotidiana 526

dei coniugi Biagini
Per la serie “Gli aurei detti del Professor Sbrindelli”: “La tolleranza repressiva favorisce la nascita di complessi e neurosi nei dolci pargoletti.”

La cattiveria quotidiana 525

dei coniugi Biagini
Per la serie “Gli aurei detti del Professor Sbrindelli”: “Vietare è repressivo.”

Ma la famiglia è una soltanto...

di Giovanni Zenone
A pochi giorni dal Family Day che ha visto riuniti quasi due milioni di persone per manifestare in favore della famiglia e contro la sua umiliazione e omologazione a unioni “civili” e omosessuali tramite progetti di legge studiati a questo scopo, riportiamo un illuminante capitolo del libretto “Adozioni a coppie gay – cosa dice la Scienza” edito da Fede & Cultura e giunto alla quinta ristampa, del neuropsichiatra e neurochirurgo Massimo Gandolfini, promotore e portavoce del Family Day, che spiega come l’ideologia per la quale esisterebbero più tipi di “famiglie” e non una sola famiglia, quella composta di mamma e papà, sia contraria ai dati biologico-scientifici, medici e di buon senso.
La biologia dice il vero: “famiglia”. Non “famiglie”
“Il tema del matrimonio e della famiglia omosessuale ricorre quasi quotidianamente sui canali della (continua su Aleteia)

La cattiveria quotidiana 524

dei coniugi Biagini
Per la serie “Gli aurei detti del Professor Sbrindelli”: “È rigorosamente vietato vietare.”

Collezione Family Day

Monaldo e Pulcinella

Clicca per info e aqcuisti
Fresco di stampa Monaldo e Pulcinella, l'ultimo libro di Monaldo Leopardi, il geniale e umoristico padre del poeta Giacomo Leopardi. Di Monaldo Fede & Cultura ha pubblicato anno or sono il Catechismo filosofico e catechismo sulle rivoluzioni, la Summa del pensiero anti-illuminista e contro-rivoluzionario. Ora escono questi dialoghetti curati con pregio da Roberto Marchesini sui rischi di una libertà sganciata dalla verità e dal bene. Con il suo consueto umorismo e l'arguzia pungente che gli sono proprie Monaldo sfata tutte le bubbole che sono tutt'ora idoli incontrastati del mondo moderno. 

La cattiveria quotidiana 523

dei coniugi Biagini
Per la serie “Gli aurei detti del Professor Sbrindelli”: “Quello che dà fastidio a me lo so soltanto io, e non venite a seccarmi.”

La cattiveria quotidiana 522

dei coniugi Biagini
Per la serie “Gli aurei detti del Professor Sbrindelli”: “Ognuno deve poter fare quel che vuole, purché non dia fastidio a me.”