La cattiveria quotidiana 394

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, che fa er rifuggiato, dopo essersi fatto mantené per i tre anni regolamentari in Italia co’ tutta a’a famiglia?” “Va a fa’ er rifugiato pe’ antri tre anni in Franza, co’ tutta a’a famiglia, che ner frattempo è pure cresciuta, perché così je danno più soldi, Romolé.” “E questo se po’ dì in pubblico, Pasquì?” “Eh, no, Romolé, ca si no te dicheno che chi semo noi pe’ giudicà.”

Nessun commento: