La cattiveria quotidiana 318

dei coniugi Biagini
NTGCR. Seconda lezione: trovandosi sull’orlo della bancarotta, sospensione dell’aiuto ai poveri.

1 commento:

Mario Armosini ha detto...

Cicerone:I Doveri:Temperanza.......Ogni azione deve andare esente da temerità e negligenza, nè si deve fare alcuna cosa di cui non si possa dare motivo plausibile: questa è press'a poco la definizione del dovere. Bisogna fare in modo che gli istinti obbediscano alla ragione; non la precorrano, nè la abbandonino per fiachezza o pigrizia, ma siano tranquilli e non provochino alcun turbamento dell'animo, in tal modo risalteranno la fermezza e la moderazione; ecc. ecc. Massima: L'interesse è l'anima dell'egoismo:come il corpo, privato dell'anima, è senza vista,senza udito, senza conoscenza, sensa sensibilità e sensa movimento, così l'egoismo separato dal suo interesse, non vede non sente e non si agita più.Ne consegue che un uomo che per il suo interesse corre per terra e per mare,diventa immediatamente paralitico; ne consegue quell'improvviso torpore e quella specie di morte che provocchiamo in tutti coloro a cui raccontiamo i nostro affari; ne consegue la loro pronta resurrezione non appena inseriamo nel nostro racconto qualcosa che li riguarda: nelle nostre conversazioni e nelle nostre trattative osserviamo perciò che un uomo perde conoscenza e rinviene, a second che il suo interesse si avvicini a lui o se ne allontani. Vorrei conoscere i coniugi Biagini!