Ecologia?

di Lorenzo Penotti

Mentre la barca di Pietro cola a picco Pietro si occupa di salvaguardare i fiorellini, i vermi e l'aria pura.

La cattiveria quotidiana 322

dei coniugi Biagini
Incontro ecumenico. “I calvinisti: ‘Due più due fa sei’. I luterani: ‘No, fa cinque.’ E noi cattolici che facciamo, AAPP?” “Calma, ci stiamo lavorando.”

La cattiveria quotidiana 321

dei coniugi Biagini
“AAPP, c’è una congregazione alla bancarotta.” “Come mai?” “Speculazioni sbagliate. Li commissariamo?” “Giammai, è una congregazione progressista.”

I mascalzoni che vogliono mistificare l’oratore pro famiglia

di Giuliano Ferrara | 24 Giugno 2015 Il Foglio
La polizia del pensiero ha beccato Kiko Arguello, oratore della manifestazione contro l’ideologia del gender di sabato scorso, e lo ha arrestato. La discussione sul femminicidio c’entra fino a un certo punto. Il succo è l’abc del sentimento cristiano sul delitto, la colpa e il castigo di vivere senza Dio. Cialtroni.

Kiko Arguello in piazza San Giovanni durante la manifestazione di sabato scorso per la famiglia.
La polizia del pensiero ha beccato Kiko Arguello, oratore della manifestazione contro l’ideologia del gender di sabato scorso, e lo ha arrestato. Certe manifestazioni bisogna sporcarle subito, sennò il politicamente corretto

Malignità occasionale: Enciclica “Algarum vermorumque”

di Emilio Biagini
Le inaudite sofferenze delle alghe e dei vermi, rinchiusi in ambiti ristretti come fosse e pozzanghere non possono essere ignorate e richiedono pertanto la nostra paterna cura e benedizione. Queste creature minacciate dal malvagio espandersi delle miniere di carbone che i bipedi egoisticamente sfruttano per scaldarsi d’inverno, produrre luce elettrica e cucinare la zuppa, sono al centro della nostra paterna sollecitudine. Il nostro cuore sanguina considerando come le piccole creature non possono in alcun

La cattiveria quotidiana 320

dei coniugi Biagini
NTGCR. Quarta lezione: sevizie ai confratelli che continuano a soccorrere i poveri e rifiutano di versare nel buco le elemosine ricevute.

Gender (d)Istruzione di Gianfranco Amato scontato!

Acquistalo in formato cartaceo scontato del 25% per pochi giorni. Da oggi scontato del 60% in Amazon Kindle!

Malignità occasionale: cristianesimo in Galantina

di Emilio Biagini
La Galantina è una cosa molle da servire fredda in gelatina, assurta a grande prestigio e potere in una certa ripartizione lastricata di buone intenzioni, situata nei pressi di una vecchia cupola romana. Non avendo niente di meglio da fare, la Galantina si impegnò a rivisitare il Cristianesimo, al nobile fine di adeguarlo al momento storico.
Infatti non si poteva permettere a manifestazioni di piazza di oltre un milione di ignoranti non ak-kul-turati nella nuova teologia di cambiare la concezione dell’uomo implicita nei nuovi diritti, diritti, appunto di ak-kul-turamento e ak-kul-turazione koatta, sotto la benigna e partecipata supervisione della Galantina.
Il problema, infatti, era la ricerca della verità su ciò che riguarda l’omo. Un cristiano non doveva mettersi “contro” qualcuno o qualcosa, onde evitare tragici errori di

La cattiveria quotidiana 319

dei coniugi Biagini
NTGCR. Terza lezione: sull’orlo della bancarotta, sequestro delle elemosine ricevute dai confratelli per tappare il buco.

Non giudicare

Il non giudicare è un criterio per capire se l'ascesi ha condotto il monaco a Dio. Non serve a nulla che un monaco digiuni con tanto rigore e che lavori con tanta fatica se poi giudica gli altri. In questo caso l'ascesi non lo ha portato soltanto a sapersi elevare sugli altri. Gli è servita a soddisfare la sua superbia, a incrementare la consapevolezza del proprio valore. Ho incontrato se stesso nella propria ascesa, in chi ha resistito a rimanere nella cella  anche quando gli veniva voglia di allontanarsi, svanisce ogni giudizio verso gli altri.  Molte sentenze degli eremiti esortano quindi a restare in se stessi, a confrontarsi con la propria verità  e a non esprimere giudizi sugli altri. 
(Anselm Grün, Il cielo comincia in te, p. 75)

La cattiveria quotidiana 318

dei coniugi Biagini
NTGCR. Seconda lezione: trovandosi sull’orlo della bancarotta, sospensione dell’aiuto ai poveri.

Mario Adinolfi al Family Day 2015

Mario Adinolfi contro il ddl Cirinnà, contro il linguaggio ingannevole delle leggi contro l'uomo, contro la famiglia, contro i bambini, contro i più deboli, contro gli insulti di Scalfarotto.

Gianfranco Amato al Family Day 2015

Il formidabile intervento di Gianfranco Amato, presidente dei Giuristi per la Vita, Autore di Gender (d)Istruzione e Omofobia o eterofobia?

Con tutte le migliori intenzioni

di Giovanni Zenone
Clicca per info
Spero di avere il tempo e la forza d'animo di leggere l'ultima Enciclica di Papa Francesco. I motivi di perplessità pregiudiziale sono abbondanti, ma oggi più che mai essere cattolici significa stare uniti al centro visibile della Chiesa che è il Papa. Perché la tentazione di farsi una chiesa a proprio uso e consumo, adatta alla propria sensibilità, fosse anche legittima, giusta, buona, non può portare al bene. La salvezza viene dalla Chiesa, e dalla Chiesa Cattolica, fuori dalla quale, come sa chi mastichi un minimo di dottrina, non c'è salvezza, con buona pace degli ecumenisti talebani. Ma forse è proprio per poter leggere con maggiore chiarezza e preparazione l'enciclica "verde" che io suggerisco di leggere prima "San Francesco antimoderno" di Guido Vignelli, che smaschera le bugie che hanno trasformato san
Clicca per info
Francesco in un burattino delle ideologie ecologiste, pacifiste, islamiste. Un testo prezioso, breve, documentato, convincente. Il secondo testo è il prezioso secondo volume della Collana Pensiero Sociale Cristiano dell'Istituto Acton del Michigan (USA) appena pubblicato in traduzione italiana: "Chiesa, ecologia e ambiente", del vescovo Dominique Rey. Dopo queste letture, di misura ben inferiore alle troppe pagine dell'ultima Enciclica, si avranno coordinate storico-dottrinali tali da non lasciarsi sviare da affermazioni non magisterali, sebbene all'interno di un documento magisteriale, che ripetono idee del tutto ipotetiche se non palesemente sbagliate come quella del riscaldamento globale causato dall'uomo e la caricatura dell'imprenditore come mostro alla sola caccia del profitto a qualunque costo. In offerta come "Collezione san Francesco non fu ecologista" a 15,40 euro all inclusive invece che 25,2 solo su questo blog con carta di credito, payal o bonifico anticipato.

Cantico di frate sòla?

La situazione della Chiesa è drammatica, con un’Europa che abbandona in massa la fede e l’altra metà del pianeta che perseguita i cristiani o li massacra. Davanti a tutto questo papa Bergoglio che fa? Un’enciclica sulla presenza dei cristiani nel mondo, sulla loro dura condizione e sulla libertà di coscienza? No. Un’enciclica ecologica sulla spazzatura differenziata e la pulizia dei fiumi.
Sembra di stare nell’esilarante scena di Johnny Stecchino, dove l’autista palermitano spiega a Benigni qual è la vera, grande, tragica piaga di Palermo: “il traffico!”.
VERMI E CRISTIANI
E’ commovente vedere quanto accoratamente il papa argentino nell’enciclica si preoccupa della sopravvivenza di “alghe, vermi, piccoli insetti e rettili”, specie che “di solito passano inosservate” (n. 34). Invece all’incerta sopravvivenza dei cristiani perseguitati, torturati, deportati, non è stata dedicata nessuna enciclica. Sono massacrati senza che nessuno

Pregi e limiti dell'Enciclica Laudato si'

Un libretto per capire la prospettiva cattolica
Con prefazione di Samuel Gregg
Un’enciclica, tante sfide intellettuali. La Laudato Si' ha già creato un ampio dibattito, fra cattolici e non, una settimana prima che venisse ufficialmente pubblicata. Dopo la presentazione, la discussione sulle sue implicazioni, nell’ambientalismo e nell’economia di mercato, è destinata a crescere. Ne abbiamo serenamente parlato, a Grand Rapids, con il professor Samuel Gregg, direttore delle ricerche del think tank cattolico Acton Institute.

Professor Gregg, la prima sfida per un cattolico, quando si parla di ambiente, è il malthusianesimo, cioè la convinzione che l’umanità debba ridursi numericamente per non esaurire le risorse limitate. Come risponde Papa Francesco?
Il Papa scrive molto chiaramente che la crescita della popolazione non è un ostacolo allo sviluppo economico e non è causa diretta del degrado dell’ambiente. È interessante questo punto, perché è in

In difesa dei nostri figli

UN MILIONE DI PERSONE, DI PADRI, DI MADRI E DI FIGLI E’ ANDATO IN PIAZZA PER DIFENDERSI DALL’INDOTTRINAMENTO E PER OPPORSI ALLA DEMOLIZIONE DELLA FAMIGLIA.
Anzitutto dobbiamo dire tutti un grande grazie a Kiko e al Cammino neocatecumenale. Siete stati grandi!
Fuori da questa bellissima festa di popolo c’era solo il solito mons. Galantino che aveva sfoderato un concetto che non ha nulla a che fare col cristianesimo:
“Un cristiano che si mette CONTRO qualcuno o qualcosa già sbaglia il passo”.
Una frase che suona come UNA BOCCIATURA DELLO STESSO GESU’. E POI DI TUTTA LA STORIA DEI MARTIRI CRISTIANI E DEI GRANDI TESTIMONI DELLA FEDE!!!
I capi di CL si sono accodati all’incredibile Galantino invece che ai vescovi amici del Movimento. Così si sono trovati

La cattiveria quotidiana 317

dei coniugi Biagini
NTGCR (Nuove tecniche di gestione per congregazioni religiose). Prima lezione: non opere di bene ma speculazioni bocconiane.

Vogliamo la testa di mons. Galantino

di Lorenzo Penotti
Sono stato con tutta la mia famiglia, nonostante la fatica e la spesa, a Roma al family day con un milione e più di persone. Per manifestare non solo PER la famiglia, l'unica che esiste, quella cioè fatta di mamma, papà e figli, ma anche CONTRO l'indottrinamento gender, contro le unioni civili, contro il cosiddetto matrimonio gay, contro l'omosessualità spacciata per diritto e come un bene, contro la discriminazione che la famiglia vera subisce da questo stato nel quale se si é conviventi, separati, divorziati si hanno vantaggi fiscali rispetto a se si é sposati e con famiglia numerosa. Il segretario della Cei Galantino dopo aver combattuto contro il family

La cattiveria quotidiana 316

dei coniugi Biagini
“AAPP, ma che scandalo! Un noto stilista ghei ha lanciato una croce blasfema in argento fatta di genitali.” “Lo so, grazie. Ce l’ho già nella collezione.”

Family day

Family Day a Roma, in diretta. Piove, governo ladro! Ma dai, che forse smette!

La cattiveria quotidiana 315

dei coniugi Biagini
Ultimissime notizie. Rettifica. I cinquanta cristiani minacciati da un commando dell’ISIS sono stati massacrati dai radicali islamici perché la salumeria non conteneva più salumi. Era stata devastata da una banda di vegani.

Un libro in omaggio

Un libro in omaggio del valore di 15 euro (Gli Ebrei, di Hilaire Belloc) a chi compera su www.fedecultura.com per almeno 30 euro! Offerta valida solo per l'Italia e per un tempo limitato e fino a esaurimento scorte.

Sconti fuori dall'ordinario

Segnaliamo, in occasione del Festival di Fede & Cultura, alcuni momenti di sconti formidabili sul sito F&C. Non perdete l'occasione!

La cattiveria quotidiana 313

dei coniugi Biagini
“Papà, cos’è la società perfetta?” “È quella che non ha bisogno di satire.” “Ma esiste?” “Può darsi. In una galassia lontana, lontana...”

Le prime immagini del Festival F&C 2015

Una cascata di maiale (affettato) delizioso!
Mariella Masi canta l'Ave Maria di Schubert

Padre Andres Bonello dell'IVE

Banco vini al Gran Buffet

Uhmm!

Delizie per tutti i partecipanti

Chi non c'era ne ha fatto a meno!

Frutti di bosco e non

Banco formaggi al Gran Buffet


Assalto alla diligenza

La soprano Mariella Masi e una fan al Buffet

Ecco come sono ridotti i bimbi dopo i giochi...

Ce n'è per tutti i partecipanti, per gli altri no

La sindonologa Emanuela Marinelli beve (eh!!!)

E gli altri non sono da meno

Paolo Nardi presenta "Nonna non raccontava le favole"

Padre Andres Bonello e Giovanni Zenone
Conclusione in bellezza con la Santa Messa
Pubblichiamo alcune delle prime foto del Quarto Festival nazionale di Fede & Cultura. Ottimi relatori, 150 presenze di aficionados, qualche defezione, un Gran Buffet pantagruelico per far crepare d'invidia chi non c'era. Quanto prima pubblicheremo i video delle conferenze.

Tutti a Roma per la famiglia sabato 20 giugno

di Patrizia Stella
Sull’onda del referendum irlandese (clicca qui) e di una recente risoluzione del Parlamento europeo (clicca qui) il Governo sembra intenzionato ad approvare il disegno di legge sul matrimonio gay (ddl Cirinnà) entro il mese di luglio. A ruota seguirà il ddl Scalfarotto (omofobia) per tappare la bocca ai cattolici, e il ddl Fedeli per imporre ai nostri figli l’educazione di “genere” obbligatoria fin dalla prima infanzia (leggi qui). Per bloccarli non resta che scendere in piazza numerosi, per difendere essenzialmente:
  1. la libertà di pensiero e di opinione minacciata dalla legge sull’omofobia;
  2. la famiglia naturale formata da un uomo e da una donna con il diritto di continuare ad essere chiamati mamma e papà e non “genitore A, genitore B”
  3. il diritto di ogni bambino di avere un padre e una madre
  4. l’innocenza dei nostri figli violata dall’educazione gender imposta nelle scuole.
Vista la gravità di queste leggi inique contro l’uomo e contro la famiglia, non posso che unirmi alla voce di migliaia di italiani allarmati per quanto sta accadendo, invitando tutti a manifestare a Roma secondo le indicazioni che troverete. La posta in gioco è troppo grande perché si continui a frapporre assurde obiezioni anche tra noi cattolici. Qui la casa sta bruciando in fretta e noi che facciamo? Anzichè usare tutti uniti e compatti le pompe idriche ad alta pressione, ci mettiamo a discutere su quali possano essere i “mezzi etici” più idonei a spegnere il fuoco, adducendo motivazioni assurde per giustificare la nostra assenza? Oppure ci rifugiamo tranquilli nella preghiera tacitando

La cattiveria quotidiana 312

dei coniugi Biagini
“Papà, cos’è un criminale di guerra?” “È uno che la guerra l’ha persa.”

Malignità occasionale: considerazioni linguistiche

di Maria Antonietta Novara Biagini
“A Pasquì, ma che vor dì “Scalfa?”
“Scalfa? È l alfa rovinato, Romolé.”
“E l’“alfa che è?”
“È a’a prima lettera greca e pure er simbolo der Verbo Creatore, Romolé. Così come omega è er simbolo der Verbo che verrà a’a fine delli tempi in gloria a giudicà li vivi, cioè i salvi, e li morti, cioè li dannati. Con ‘Sc’ come prefisso sarebbe come dire ‘Screatore’. Insomma, con lo ‘Sc’ diventa nu spregiativo e se potrebbe adoperà benissimo come bestemmia.”
“Ah, mo’ è tutto chiaro.”
“Ma perché mo’o domandi, Romolé?”
“Niente, pensavo…”

Al Festival!

Clicca
Cari Amici, faccio un'ultimo appello per la partecipazione al quarto Festival nazionale di Fede & Cultura, domani alle 9 a Verona presso l'Istituto salesiano san Zeno in via don Minzoni 50 - 37138 VR.
Calibri da 90 come Adinolfi, Gotti Tedeschi, Marinelli, Agnoli ecc. e la straordinaria partecipazione (cantante) della soprano lirico-leggero Mariella Masi che ci allieterà con arie sacre. Siete ancora in tempo a registrarvi alla pagina http://www.fedecultura.com/registrati_evento.phpIn ogni modo anche se venite all'ultimo momento, anche con amici, ci sarà posto per tutti! Un'occasione di testimonianza, una difesa della famiglia, un momento di amicizia e convivialità con i massimi apologeti italiani.
Giovanni Zenone

Contro le leggi infami: urgente!

di Patrizia Stella
Vista la gravità de certe leggi inique che incombono sulla nostra testa, non posso che farmi portavoce delle istanze qui sotto esposte dagli esperti e invitare tutti, a costo di qualunque sacrificio, a manifestare a Roma secondo le indicazioni che troverete. La posta in gioco è troppo grande perché si continui a frapporre assurde obiezioni anche tra noi cattolici. Qui la casa sta bruciando in fretta e noi che facciamo? Anzichè ricorrere tutti di corsa alle pompe idriche di alta pressione, ci mettiamo a discutere su quali possono essere i mezzi “etici” più idonei da usare, a costo di lasciare che il fuoco avanzi inesorabile?  Ma  quanto siamo meschini! Per questo il mondo sta andando alla malora! E’ ora di muoversi per il bene di tutti se non vogliamo soccombere tutti! L’Italia può essere ancora il faro di luce che illumina il mondo delle tenebre, se lavoriamo tutti uniti.  Leggi sotto!

 
MOBILITAZIONE PUBBLICA IN DIFESA DI MAMMA E PAPA’ E DEI NOSTRI FIGLI

Sull’onda del referendum irlandese (clicca qui) e di una recente risoluzione del Parlamento europeo (clicca qui) il Governo sembra intenzionato ad approvare il disegno di legge sul matrimonio gay (ddl Cirinnà) entro il mese di luglio. A ruota seguirà il ddl Scalfarotto (omofobia) per tappare la

La cattiveria quotidiana 311

dei coniugi Biagini

“Papà, come mai la superpotenza superpotente vuole portare la ‘libertà’ solo dove c’è tanto petrolio?” “Perché il petrolio lubrifica i buoni sentimenti.

Nonna non raccontava le favole

Clicca per info e acquisti
di Giovanni Zenone
Un romanzo, una saga familiare come una volta, i valori vissuti, calpestati, traditi, il riscatto. Un romanzo bellissimo che trasmette la fede, che mostra gli esiti della sua perdita. Un romanzo che non solo svaga, ma che costruisce, che lascia dei contenuti di umanità, di fede, di storia che non possiamo lasciare che siano prerogativa dei nemici dell'Italia, della famiglia, della Tradizione cattolica. Dalla penna felicissima di Maria Antonietta Novara Biagini un romanzo che resterà nel cuore e nella mente di chi lo leggerà. In offerta super-lancio, in occasione del Festival di Fede & Cultura, col 25% di sconto! 

Le due forze

di Giovanni Zenone
Mentre i clericali di ogni specie gettano fumo negli occhi con un linguaggio democristiano che smorza i toni, e che è pertanto un linguaggio della bugia, oggi dobbiamo gridare forte e chiaro che sulla questione del gender e delle "unioni civili" e "matrimonio omosessuale" e adozioni a omosessuali le forze sono due. Quelle a favore del tutto, o parzialmente o con dei distinguo a queste porcherie, sono le forze delle tenebre, le forze del male, i sodali del diavolo, anche se sono preti, vescovi o

La cattiveria quotidiana 310

dei coniugi Biagini
“Papà, qual è la potenza che ha ragione?” “È quella che ha i bombardieri più grossi.”

No al gender nelle scuole, sì all'unica famiglia esistente!

Sull’onda del referendum irlandese (clicca qui) e di una recente risoluzione del Parlamento europeo (clicca qui) il Governo sembra intenzionato ad approvare il disegno di legge sul matrimonio gay (ddl Cirinnà) entro il mese di luglio. A ruota seguirà il ddl Scalfarotto (omofobia) per tappare la bocca ai cattolici, e il ddl Fedeli per imporre ai nostri figli l’educazione di “genere” obbligatoria fin dalla prima infanzia (leggi qui). Per bloccarli non resta che scendere in piazza numerosi, perché qui è in gioco il futuro dei nostri figli. Per questo ti invito a partecipare al grande evento del 20 giugno prossimo (allego locandina):

Difendiamo i nostri figli
Stop al gender nelle scuole

Sabato 20 giugno, ore 15:30
in piazza San Giovanni a Roma

Pullman da Verona: partenza il 20 giugno al mattino presto, rientro a Verona in tarda serata. Prezzo: circa 40 euro a testa. Per informazioni e prenotazioni, scrivi o telefona al sottoscritto (cell. 335 825 4847, email alberto.zelger@iol.it) comunicando nome-cognome, numero delle persone da iscrivere e almeno un numero di cellulare; poi provvederò a trasmettere le iscrizioni alla segreteria organizzativa.

A chi trova faticoso il viaggio in pullman, posso suggerire il viaggio in treno: partenza da Verona alle ore 8:50 con arrivo a Roma alle 11:40 oppure partenza da Verona alle ore 10:26 (via Padova) con arrivo a Roma alle 14:35; per il ritorno: partenza da Roma alle ore 18:15 con arrivo a Verona alle 21:05 oppure partenza da Roma alle 18:50 con arrivo a Verona alle 00.18.

Ti aspetto.
Alberto Zelger

Cell. 335 825 4847

Enciclica sull'ambiente: prepariamoci!

Clicca per info e acquisti
di Giovanni Zenone
Il 18 giugno esce l'enciclica di Papa Francesco sull'ecologia. Un aiuto efficace, pragmatico e fortemente orientativo è già disponibile, nella Collana Pensiero Sociale Cristiano dell'Acton Institute del Michigan (USA) edita in Italia da Fede & Cultura. Non perdete questa piccola perla per avere argomentazioni solide e ben fondate quando ci verranno a dire che il Papa e la Chiesa hanno fatto una svolta nella direzione dell'ideologia ecologista e ambientalista della "decrescita felice". Il libro sarà disponibile in carta dal 25 giugno. Disponibile già ora anche in Kindle!

La cattiveria quotidiana 309

dei coniugi Biagini
A proposito di teologia della liberazione, qualcuno si è domandato come si fa poi a liberarsi dei liberatori?

La cattiveria quotidiana 307

dei coniugi Biagini
“Segretario, mi servono esempi per la predica sulla teologia della liberazione, mi passi l’Enciclopedia del Terrorismo.” “Subito, Eminenza eminentissima.” “Vediamo... di Fidel Castro ho già parlato, Che Guevara ormai è inflazionato...” “Ci sarebbe questo Miguel Mendoza, che ha sbudellato tre gendarmi e un donna incinta...” “Magnifico, mi serve questo. Abbiamo dei santini di questo Mendoza?”

La cattiveria quotidiana 306

dei coniugi Biagini
Glorie storiche della civile Inghilterra. Contea dello Yorkshire. Escursione alle rovine dell’abbazia di Fountains. Un ragazzino, stupito davanti al mare di rovine di quella che era una volta una splendida abbazia, domanda alla guida: “Sono stati gli islamici dell’ISIS?” La guida, non senza orgoglio, risponde: “No, no, ci abbiamo pensato noi, parecchi secoli prima.”

La cattiveria quotidiana 305

dei coniugi Biagini
“Altissimo Prelato, in Turbidistan hanno decapitato altri duecento cristiani...” “Adesso non mi disturbi. Sto preparando l’omelia di apertura al congresso dei transgender.”

Quando evadere le tasse diventa un dovere

di Pierfrancesco Nardini
Con la riscoperta di s. Tommaso è chiaro che il dovere fiscale deriva da un obbligo di coscienza, perché si radica nel diritto di natura, ossia nell'idea che debba essere finalizzato al bene comune. Ciò significa, però, che ogni suddito o cittadino - almeno in linea di principio - è in grado di comprendere se un tributo sia 'giusto' o meno (c. d. giustizia legale). In questo senso, un tributo è giusto o ingiusto non solamente in base alla sua entità, al 'peso' che grava sul cittadino o se è equamente distribuito, ma anche in base a chi lo istituisce e soprattutto, alle finalità per cui è stato istituito. I teologi morali elencano alcune condizioni generali affinché un tributo sia giusto. La dottrina cattolica è molto esigente in proposito. Basta che una di queste condizioni manchi, o ci sia anche solo il fondato sospetto che manchi, che il tributo è da considerare ingiusto e non deve essere pagato. Addirittura si commette peccato se lo si paga!
1) AUTORITÀ LEGITTIMA La prima condizione è la legitima auctoritas: un tributo dev'essere pagato solo ad un'autorità legittima. Ma cosa rende legittima un'autorità secondo il

La cattiveria quotidiana 304

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, perché indo’ se riunischeno li ministri se chiama gabinetto?” “Perché dellì solo cagate escheno.”

Festival 2015

Clicca sull'immagine
Ultime possibilità per partecipare a un grande evento di Fede & Cultura, di testimonianza, di impegno civile e cattolico. Con personaggi di grande caratura. Iscriviti oggi stesso per aiutare l'organizzazione. Non farlo negli ultimi giorni... Grazie

La cattiveria quotidiana 303

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, hai sentito ch’hanno depenalizzato cento reati, anche quello de corruzione de li minori?” “E pe’ forza, Romolé, si no deveno sbatte in gattabuia tutte e’e maestre che fanno li giochini in classe pe’ educà li pupi.”

La cattiveria quotidiana 302

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, come mai li satanisti scimmiottano a’a Messa nostra e nun scimmiottano mai e’e funzioni protestanti?” “Perché quelle so’ già scimmiottature da’a Messa, Romolé.”

Ettore Gotti Tedeschi inaugura la nuova sede di Fede & Cultura

La cattiveria quotidiana 301

dei coniugi Biagini
A Pasquì, annamo a’a Messa de mezzanotte?” “Nun se po’, Romolé.” “E perché, Pasquì?” “Perché fa freddo.” “E nun se po’ accenne er termo?” “No, perché er gasolio inquina.” “E chi l’ha detto?” “ L’ha detto er prete.” “Ah, be’, se l’ha detto er prete… Vor dì che ce annamo bere mezzo litro de li Castelli, così nun inquinamo cor gasolio.”