Malignità occasionale: non toccate i conigli

di Maria Antonietta Novara Biagini
In un paese della Toscana rossa, il sor Pancrazio incontra un amico e gli racconta:
“Andai dal beccaio a comprare un honiglio da mettere in hasserola, e sai hosa mi disse? Mi redarguì: ‘O grullo, o he tu vvoi? Il coniglio è animale d’affezione e han vietato di mascellarlo. Se voi ti do du’ bistecche di haprone.’ Me ne sono andato sahramentando. Ma tu guarda! La mi’ moje ha ammazzato du’ bimbi holl’aborto, hanno ammazzato mi padre in ospedale con la scusa dell’eutanasia, e io ‘un posso mangiarmi un honiglio?”.

Nessun commento: