La cattiveria quotidiana 274

dei coniugi Biagini
“A Pasquì, ce lo sai che la mi’ comare Sofonisba riceve messaggi celesti e ‘na Voce dar cielo j’a detto che li prelati so’ quasi tutti giuda e puzzoni?” “A Romolé, ma che bisogno c’era de ‘na voce celeste pe’ sapé ‘sta cosa?”

Nessun commento: