La cattiveria quotidiana 238

dei coniugi Biagini
“Ma papà, non se può più di questo martellamento di schifezze.” “Coraggio, figliolo. È la notte dei morti viventi. Ma poi viene l’alba.”

Nessun commento: