Opinione pubblica

di Lorenzo Penotti
La cosiddetta opinione pubblica sembra allineata a tutte le sciocchezze politicamente corrette: filo-gay, filo-islamica, pro-immigrazione, contro la famiglia, fiduciosa nella istituzioni, fiduciosa soprattutto nei magistrati, tutta dalla parte dei sindacati, laicista...
Ora finalmente, dopo 50 e più anni di menzogne frutto della collusione criminale della stragrande maggioranza dei giornalisti e dei media con questa colossale bugia, finalmente comincia a scoppiare il bubbone e si vedono i veri sentimenti e risentimenti del popolo reale, non quello fittizio della cosiddetta opinione pubblica. La gente si esprime con i mezzi che ha: la violenza. Violenza per sbarazzarsi di una immigrazione che ha snaturato e deturpato l'Italia, contro politici inetti con stipendi di
platino, timore dell'islamizzazione forzata della nostra terra cristiana, sfiducia e odio contro sindacati, politici e magistrati che hanno portato l'Italia al collasso economico e lavorativo, odio contro i dipendenti statali che sono almeno il doppio di quello che dovrebbero essere, violenza contro Equitalia, strumento dell'estorsione istituzionalizzata della proprietà privata dei cittadini.
Comincio a pensare davvero che ci voglia sangue per far cambiare rotta in maniera radicale all'Italia, che serva un dittatore che faccia piazza pulita in un colpo solo della zavorra appena citata e che li mandi a lavorare davvero, a produrre... Per timore di essere linciati i giornalisti devono cominciare a dire la verità, i magistrati a fare giustizia e a farla in pochi giorni, i sindacati devono sparire e devono devolvere i loro immensi patrimoni ai lavoratori, i politici devono essere ridotti del 90%, avere stipendi da operai, nessun privilegio e fare il bene del popolo reale, gli stranieri senza lavoro devono tornare in tutta fretta a casa loro, i pederasti devono nascondere le loro infamie e farle di nascosto senza pretendere che siano approvate, gli statali devono essere ridotti del 50%, i manager statali o parastatali devono prendere stipendi al massimo del doppio di un operaio. E il timore di essere linciati deve essere forte, irresistibile, perché per aver visto linciare a furor di popolo i loro colleghi fannulloni, ladri, improduttivi, falsi, corrotti.

1 commento:

alex ha detto...

sembra che i magistrati (verdi sentenza eternit)siano ancora lontani dall'avere timore . . . . .