La cattiveria quotidiana 118

dei coniugi Biagini
“Reverendissimo Abate, sembra che sulla tomba del frate che abbiamo spedito nelle paludi di Talimbàdia stiano succedendo miracoli strepitosi.” “Maledetti questi creduloni.” “Non possiamo distruggere la tomba?” “Non si può, purtroppo.” “Allora facciamola circondare da un muro col filo spinato. Diremo che la Chiesa deve valutare…” “E poi?” “Valuterà per un secolo, finché non si sarà acquietato il casino.”

Nessun commento: