Pensieri cristiani, un regalo di Natale

Clicca per info
Quando la fede illumina la storia e la vita tutto diventa più serio, più impegnato ma per questo molto più ricco e più bello. L'ultimo libro di Francesco Agnoli in offerta strenna natalizia a € 8,04 invece che 12,00!

La cattiveria quotidiana 138

dei coniugi Biagini
“Dove sei stato ieri?” “Al pranzo della Dante Alighieri.” “Che onore! E cosa c’era di buono?” “Insalata di finocchi.”

La cattiveria quotidiana 137

dei coniugi Biagini
Ma il cieco, se lo chiamiamo “non vedente”, ci vede un po’ di più?

eBook scontati del 70% e libri del 15%

Da Venerdì 28 a sabato 29 novembre tutti i nostri eBook al 70% di sconto + altre mega offerte! "Venerdì nero": scontati del 70% per un solo giorno e mezzo tutti i nostri eBook acquistati sul sito www.fedecultura.com e i libri cartacei scontati del 15%. Un'occasione lampo da non perdere: dura solo 36 ore! Ha visto che abbiamo una collana solo eBook Economici, indispensabili. Il Messale Festivo Tradizionale Summorum Pontificum per il Black Friday ha prezzo ribassato da 29 a 20 euro. Solo 24 ore.
L'offerta è prorogata a tutto sabato 29 novembre fino alle ore 23,59.

La cattiveria quotidiana 137

dei coniugi Biagini
Cartello davanti a un mendicante cieco: “Non vedente e diversamente guadagnante”. Una vecchietta si ferma e gli domanda cosa vuol dire. Risposta del cieco: “A nonnetta, vor di’ che de giorno faccio er cieco e de notte vado a rubà.”

La cattiveria quotidiana 136

dei coniugi Biagini
“AP, che facciamo di quella chiesa che abbiamo chiuso perché c’era una statua che piangeva?” “Vendiamola agli islamici.”

Briganti, furfanti, ladri, farabutti, delinquenti

di Lorenzo Penotti
Io non ho la tv, non la guardo, non la voglio. Ora il governo dice che per recuperare l'evasione sul canone rai imporrà il canone rai a tutti quelli che hanno la corrente. Così dovrò pagare anch'io per un servizio di cui non fruisco. L'Italia è una delle ultime repubbliche sovietiche. L'anno prossimo emigro. Affan... questo stato di m....

Malignità occasionale: il tema

di Maria Antonietta Novara Biagini
Tema: “Come ho passato il fine settimana”.
Svolgimento: “Sabato pomeriggio, con mamma, papà, i gemelli, mia sorella Betta e mio fratello Filippo, sono andato alle ‘Sentinelle in piedi’. Alla domenica, nella villa dei nonni in campagna c’era la festa delle loro nozze d’oro: al mattino la Messa solenne celebrata da Padre Gabriele, fratello di papà. Qui Filippo e due cuginetti hanno ricevuto la Prima

La cattiveria quotidiana 135

dei coniugi Biagini
“AP, la macchina per fabbricare i distributori automatici di ostie ha un costo esorbitante. Come facciamo a comprarla?” “Vendiamo un po’ di calici e di pissidi.”

Rosso malpelo

di Lorenzo Penotti
Si può tollerare chi sia rosso di capelli per nascita; sappiamo che è un difetto di natura e di personalità ma non dovuto alla cattiva intenzione dello sfortunato portatore. Non si può invece tollerare chi si tinga i capelli di rosso (che poi di solito è arancione circa) di proposito. Segno di volontario e pervicace cattivo carattere, oltre che di intenzionale somiglianza con un difetto elevato così a valore. Cosa particolarmente odiosa nelle donne - le uniche quasi che si tingono col colore infame - soprattutto quando sono insegnanti. Che risultano e dimostrano così essere non solo

La cattiveria quotidiana 134

dei coniugi Biagini
“AP, le vocazioni si diradano, mancano i preti... Come facciamo?” “Mettiamo su una bella fabbrica di distributori automatici di ostie.”

Malignità occasionale: metamorfosi

di Emilio Biagini
Danny der Fuchslein (Danielino il Volpacchiotto) si arrampicò sul seggiolone di fronte al computer e cominciò a smanettare. Lo schermo traslucido gli rimandava la sua immagine come gli piaceva immaginarsi: alto, biondo, bello e di gentile aspetto. Sentiva l’urgente bisogno di rintuzzare, in nome del pensiero dominante politicamente corretto, i rigurgiti di assurdità e di razzismo che pullulavano sul

La cattiveria quotidiana 132

dei coniugi Biagini
l sindacalista: “Compagni, la disoccupazione aumenta. Occorre proclamare un bello sciopero.”

L'anticristo: profezie realizzate: ora

Clicca per info
L'Anticristo profezie.
L'unica antologia con tutte le profezie sull'Anticristo. Con prefazione di Rino Cammilleri. A cura di Antonello Poddighe.
Un libro di una sconvolgente attualità, purtroppo.
Oggi scontato dell'80% in formato elettronico.

La cattiveria quotidiana 131

dei coniugi Biagini
Servizio pubblico. Insegna pubblicitaria affissa ad un autobus azzoppato e faticosamente trainato a rimorchio: “Sappiamo fare solo questo”.

La cattiveria quotidiana 130

dei coniugi Biagini 
L’ineffabile collega Dilesbo, femminista e abortista arrabbiata, in consiglio di facoltà: “È preoccupante: le iscrizioni diminuiscono. Chissà perché?”.

Malignità occasionale: imperdonabili macchie

di Maria Antonietta Novara Biagini
Conosco uno scrittore che meriterebbe molta più attenzione di quanta non ne riceva dai mass media. Ma bisogna riconoscere che è macchiato di imperdonabili difetti: 1) è cristiano senza se e senza ma, 2) è bianco, 3) è maschio, 4) è etero. Se invece fosse: 1) anticristiano, 2) nero, 3) transgender o qualche altra di quella roba lì, e in più fosse affiliato alla massoneria, sarebbe un grande personaggio, riverito e osannato dai mass media che contano. Ma lui

La cattiveria quotidiana 130

dei coniugi Biagini
Fra’ Barbullo e Fra’ Zizzacco stanno per partire in terra di missione. “Abbiamo caricato tutta l’attrezzatura agricola e quella per l’ambulatorio?” “Sì.” “E i Vangeli?” “No, quelli non ci stavano.”

Il Papa ci fa pubblicità!

 Papa Francesco cita esplicitamente il libro di Giuliano Guzzo La famiglia è una solaNon diciamo altro. 

La cattiveria quotidiana 129

dei coniugi Biagini
Fra’ Tribonzo e Fra’ Bizurco stanno per partire in terra di missione. “Abbiamo caricato la perforatrice per i pozzi?” “Sì.” “Le medicine per il dispensario?” “Sì.” “Le attrezzature di falegnameria?” “Sì.” “E i calici e le pissidi?” “Non ti ricordi che li abbiamo venduti per comprare la perforatrice?”

La cattiveria quotidiana 128

dei coniugi Biagini
PLUC. Virtù. Obbedienza pronta, cieca e assoluta alla gerarchia (vedi), unita ad una sana propensione ad aprire il portafoglio per le sane esigenze della gerarchia stessa.

Opinione pubblica

di Lorenzo Penotti
La cosiddetta opinione pubblica sembra allineata a tutte le sciocchezze politicamente corrette: filo-gay, filo-islamica, pro-immigrazione, contro la famiglia, fiduciosa nella istituzioni, fiduciosa soprattutto nei magistrati, tutta dalla parte dei sindacati, laicista...
Ora finalmente, dopo 50 e più anni di menzogne frutto della collusione criminale della stragrande maggioranza dei giornalisti e dei media con questa colossale bugia, finalmente comincia a scoppiare il bubbone e si vedono i veri sentimenti e risentimenti del popolo reale, non quello fittizio della cosiddetta opinione pubblica. La gente si esprime con i mezzi che ha: la violenza. Violenza per sbarazzarsi di una immigrazione che ha snaturato e deturpato l'Italia, contro politici inetti con stipendi di

La cattiveria quotidiana 127

dei coniugi Biagini
PLUC. Veggente. Un insignificante membro dell’imbecilgente che pretende di ricevere “rivelazioni” che andrebbero fatte, se mai, a un membro accreditato della gerarchia (vedi).

Malignità occasionale: L'omelia di don Pessetta

di Maria Antonietta Novara Biagini
Cari fratelli e sorelle, fosse oggi vi scandalisserò un po’, ma vi darò la vera spiegassione del brano evangelico che abbiamo letto. C’era una donna cananea, che era molto ricca, e quindi cattiva, e le piaceva la bella vita, e facendo la bella vita aveva fatto ammalare la figlia, che il Vangelo dice che era tormentata dal diavolo. Ai tempi arretrati di Gesù si attribuiva qualunque malattia pissicologica al diavolo; ora, noi

La cattiveria quotidiana 126

dei coniugi Biagini
PLUC. Soprannaturale. Insieme di fatti probabilmente inventati, sui quali si attende l’illuminato parere degli “scienziati” e di “Repubblica”.

La cattiveria quotidiana 125

dei coiugi Biagini
PLUC. Presunto. Titolo che spetta di diritto a qualunque “miracolo” o fatto comunque non (ancora) spiegato, e sul quale non esista un illuminato parere pubblicato su “Repubblica”.

I primi tre secoli della Chiesa: come oggi!

Clicca per info
Disponibile in eBook il nuovo libro di Stefano Biavaschi a € 4,50! Le antiche fonti della FedeEusebio da Cesarea e la prima storia della Chiesa. Da dove deriva la nostra fede? Da un gruppo di persone che sigillano anfore e corrono a cavallo. Una di queste fu Eusebio da Cesarea, vescovo della Palestina tra il 265 e il 340, che per 25 anni ha raccolto antichi manoscritti, lettere, testimonianze, attraversando da un luogo all'altro le terre del primo cristianesimo. Senza di lui un patrimonio enorme sarebbe andato perduto, e sapremmo assai meno su cos'era la chiesa prima di Costantino. Con l'acume dello storico e la saggezza del Pastore, Eusebio da Cesarea ha ricostruito la preziosa trama del cristianesimo dai tempi di Gesù e degli apostoli fino a lui, scrivendo la prima storia della Chiesa che l'umanità possiede (Historiae Ecclesiae). Tre secoli di fondamentale importanza per la nostra conoscenza sulla nascita e diffusione del cristianesimo, attraverso testimonianze di fede e di martirio, di cui anche Eusebio fu testimone oculare, fino a quando lui stesso vide l'alba della prima libertà religiosa.

La cattiveria quotidiana 124

dei coniugi Biagini
PLUC. Miracolo. Fastidioso fenomeno di non precisata origine, causa di fanatismo tra l’imbecilgente (vedi) e di altre varie rogne.

Segno e simbolo nella Liturgia: un saggio breve eBook di P. Cavalcoli

Clicca per info
di Giovanni Zenone
La questione della Sacra Liturgia e in particolare della Santa Messa è oggi senza dubbio il campo di battaglia in cui con maggior asprezza si combatte lo scontro decisivo tutto interno alla Chiesa Cattolica fra progressisti e conservatori. Padre Cavalcoli denuncia qui una certa insincerità, una certa ipocrisia o falsità nella celebrazione della liturgia che possono dipendere da una mentalità che declassa la religione e il liturgico da segno efficace della grazia a mero simbolo convenzionale ed esteriore, sia pur sempre della grazia, per cui tutto in liturgia rischia di diventare convenzionale, creativo, arbitrario, facoltativo, relativo, rimesso all’iniziativa o al buon umore del singolo. Oggi si punta molto sull’allegria, dimenticando che la Messa in fin dei conti è memoria del Sacrificio di Cristo, sacrificio che non è un mero simbolo forse anche vecchio e superato, ma vero segno efficace della nostra salvezza.
Il libro è disponibile a circa € 2,50 in Kindle, iBooks, F&C eBook e tra breve in Google Play.


La cattiveria quotidiana 123

dei coniugi Biagini
PLUC. Leggendario. Titolo che spetta di diritto a tutti i “santi” dei quali la Chiesa non possiede l’atto di nascita e non sono omologati da ‘Repubblica’.

Boldrini spera in una donna al Quirinale: no alla Bonino!

Clicca per info e acquisti
Come avevamo previsto ora che si torna a parlare di dimissioni di Napolitano ricomincia il battage per far eleggere l'abortista Emma Bonino, dopo che con un'alzata di scudi nazionale eravamo riusciti, insieme a molti altri amici della vita, a scongiurare il pericolo Bonino. Oggi è stata la stessa Boldrini a parlare di "una donna al Quirinale". Il progetto dei radicali che non hanno nemmeno un rappresentante in parlamento ma che pigliano quattrini a vagoni dallo stato va avanti imperterrito e contro la volontà popolare. Abbiamo messo in offerta super scontatissima il libro-rivelazione su chi e che razza di essere sia Emma Bonino. Emma Bonino, dagli aborti al Quirinale? Un testo imperdibile - scritto da chi le è stato accanto per vent'anni - da far acquistare in formato elettronico Kindle, iBooks e Google Play per evitare la tragedia Bonino alla guida dell'Italia.

La cattiveria quotidiana 122

dei coniugi Biagini
PLUC. Imbecilgente. Branco di idioti che crede ai miracoli e si precipita dove pensa ne sia avvenuto uno, senza curarsi di consultare “Repubblica”.

Satire clericali: un gran libro

Clicca per info e acquisti
Giovedì 6 novembre presso l'Hotel Bristol a Genova, nella prestigiosa sala Michelangelo dalle ore 18,00 si è tenuta la presentazione dello spassosissimo volume dei coniugi Biagini Satire Clericali.
Zenone e E. Biagini
Erano presenti e hanno fatto una presentazione e una lettura dei testi, oltre agli Autori, il nostro direttore Prof. Giovanni Zenone, il Prof. Guido Milanese dell'Università Cattolica con la presidenza del dott. Massimo Lussana de Il Giornale di Genova. Sono state fatte delle letture del testo satirico, il Prof. Milanese ha spiegato il valore della satira, a differenza dell'umorismo, e ha messo in rilievo il valore letterario, culturale e spirituale del libro Satire Clericali.
Milanese, Lussana, Zenone, Biagini
Il Prof. Zenone ha paragonato i coniugi Biagini a Guareschi. In un mondo e con una chiesa che ormai suscitano solo rabbia o disperazione la verve satirica dei Biagini è l'unica via per non reagire in modo sbagliato di fronte a una situazione che sta mettendo in crisi tutti i piani dell'umano.
Zenone e E. Biagini
Saper ridere o sorridere senza lasciarsi prendere dalla rabbia o dalle contumelie per i disastri che gli uomini di chiesa stanno facendo impunemente è un modo per andare avanti e "seppellirli". Un testo piacevolissimo che fa sorridere a passare momenti divertenti facendoci alla fine il regalo di una fede rafforzata e di un rinnovato e sanissimo anticlericalismo.

Liberi dal lavoro

di Ettore Gotti Tedeschi
La libertà dal lavoro e dalla fatica è una sciocca presunzione. La libertà è responsabilità e possibilità di fare anzitutto il bene, e il bene, in questo mondo, si fa faticando.

La cattiveria quotidiana 121

dei coniugi Biagini
PLUC. Giudicare. Avventata formulazione di giudizi fatta senza il previo parere di “Repubblica”.

Innamorati di Gesù

Oggi, di innamorati del suo regno celeste, Gesù ne trova molti; pochi invece ne trova di pronti a portare la sua croce. Trova molti desiderosi di consolazione, pochi desiderosi della tribolazione, molti disposti a sedere a mensa, pochi disposti a digiunare. Tutti desiderano godere con Lui, pochi vogliono soffrire per Lui. Molti seguono Gesù fino alla distribuzione del pane, pochi invece fino al

La cattiveria quotidiana 120

dei coniugi Biagini
PLUC. Gerarchia. Unico organismo abilitato a ricevere comunicazioni soprannaturali (ammesso che esistano), e a giudicare e castigare l’imbecilgente (vedi), previo parere di “Repubblica”.

La cattiveria quotidiana 119

dei coniugi Biagini
PLUC. Comandamenti. Amerai la gerarchia (vedi) con tutto il tuo cuore, tutta la tua anima e tutto te stesso. Le obbedirai ciecamente e provvederai a tutti i suoi bisogni come provvedi a te stesso. (Intendesi per PLUC il “Piccolo Lessico ad Uso dei Chierici”).

La cattiveria quotidiana 118

dei coniugi Biagini
“Reverendissimo Abate, sembra che sulla tomba del frate che abbiamo spedito nelle paludi di Talimbàdia stiano succedendo miracoli strepitosi.” “Maledetti questi creduloni.” “Non possiamo distruggere la tomba?” “Non si può, purtroppo.” “Allora facciamola circondare da un muro col filo spinato. Diremo che la Chiesa deve valutare…” “E poi?” “Valuterà per un secolo, finché non si sarà acquietato il casino.”

Accoglienza fraterna

Clicca per info
dei coniugi Biagini
Il pastore confidava nell’uomo, cioè in se stesso, e aveva deciso: basta con le discriminazioni, basta con gli steccati, siamo tutti fratelli, perbacco. Prese quindi la parola al concilio del gregge e parlò di pace e di fratellanza:
“Fratelli, un’ora nuova si annuncia per il nostro gregge. Qui fuori ci sono tanti poveri lupi macilenti che vaga-no affamati. Non dobbiamo forse noi, in spirito di fratellanza, pensare anche a loro? Non dobbiamo noi amarli e assisterli come nostro prossimo? Non dobbiamo calarci in uno spirito diverso da quello che ci ha finora animato: uno spirito più buono e aperto? Infatti, chi siamo noi per giudicare? Dobbiamo aprirci alla

Discorso di san Carlo Borromeo nell'ultimo sinodo

Vivere la propria vocazione

di san Carlo Borromeo
Tutti siamo certamente deboli, lo ammetto, ma il Signore Dio mette a nostra disposizione mezzi tali che, se lo vogliamo, possiamo far molto. Senza di essi però non sarà possibile tener fede all'impegno della propria vocazione.
Facciamo il caso di un sacerdote che riconosca bensì di dover essere temperante, di dover dar esempio di costumi severi e santi, ma che poi rifiuti ogni mortificazione, non digiuni, non preghi, ami conversazioni e familiarità poco edificanti; come potrà costui essere all'altezza del suo ufficio?
Ci sarà magari chi si lamenta che, quando entra in

Non litighiamo sulla Santa Messa

di Giovanni Cavalcoli
Il recente intervento Del Santo Padre che ha commissariato i Francescani dell’Immacolata per la questione della Messa Tridentina ripropone in modo serio ed urgente il problema di una regolamentazione della celebrazione di questo rito in coordinamento col rito nuovo.
Non possiamo che apprezzare il comunicato web di un rappresentante del benemerito Istituto religioso, nel quale si dichiara la piena adesione alle disposizioni del Papa. Sembra

La cattiveria quotidiana 117

dei coniugi Biagini
“Reverendissimo Abate, il frate che abbiamo spedito nelle paludi di Talimbàdia è morto di febbri malariche.” “Urrah!”

La cattiveria quotidiana 116

dei coniugi Biagini
“Reverendissimo Abate, il frate che abbiamo spedito nelle paludi di Talimbàdia lévita mentre dice Messa.” “Chiamate la contraerea.”

Cliente speciale

Clicca per info
dei coniugi BIagini
Tratto da Satire clericali
Personaggi:
il parroco don TENTENNA;
un PENITENTE;
una PROSTITUTA;
il diavolo FISCHIONE, invisibile, che si manifesta con una voce cavernosa e un’ombra indistinta gesticolante sul muro.

Chiesa parrocchiale. Il confessionale. Poi il sagrato di fronte alla chiesa.

TENTENNA — Allora mi ha detto tutto?
PENITENTE — Ah, mi sono dimenticato di dirle che ho rubato cinquanta euro.
TENTENNA — Male, male... Macchiarsi l’anima per soli cinquanta euro. Adesso le do l’assoluzione. Per sua

La cattiveria quotidiana 115

dei coniugi Biagini
“Reverendissimo Abate, i tremilasettecento figli spirituali del frate che abbiamo spedito nelle paludi di Talimbàdia protestano clamorosamente.” “Le proteste hanno avuto eco su ‘Repubblica’?” “No, è tutta gente semplice che non legge Repubblica.” “Allora non conta.”

Giovedì 6 novembre a Genova

Giovedì 6 novembre presso l'Hotel Bristol a Genova alle ore 18,00 presentazione dello spassosissimo volume dei coniugi Biagini
Saranno presenti gli Autori e il direttore di Fede & Cultura Prof. Giovanni Zenone
Vi aspettiamo!

Guarire si può?

di Giovanni Zenone
Se si dice che un ammalato può guarire lo si discrimina. Chi osi fare tale affermazione va messo subito alla gogna e poi indagato. Questa la chiamano civiltà!

Halloween al tempo del politicamente corretto


La cattiveria quotidiana 114

dei coniugi Biagini
“Reverendissimo Abate, i tremilasettecento figli spirituali del frate che abbiamo spedito nelle paludi di Talimbàdia dicono che siamo bugiardi.” “Mandateli al diavolo. La strada gliela insegno io.”