La madre dei Giuda non abortisce mai

Come sappiamo sono sempre più numerosi i traditori della Fede, i seguaci di Saruman per usare l'esempio letterario di Tolkien, i cattolici del dialogo o cattolici di sinistra, o democratici che dir si voglia per esemplificare con la politica. Il mio articolo Prudenza o vigliaccheria? ha così colpito nel segno che c'è stato subito chi ha gridato di dolore e ha vomitato la rabbia di sentirsi
scoperto. Si legga l'articolo di Nicola Rosetti Giovanni Zenone. Un altro doloroso caso di “cattolicesimo contro”. Mi ha segnalato la perla un caro amico e Autore che mi ha anche inoltrato la mail che commenta la perla, che allego. Lascio a chi ha la bontà di leggere un giudizio.

Gentile Rossetti,

Ha altro da fare che non prendersela con uno che per la Fede si è speso quanto me e Lei messi insieme?

Evidentemente no.

Se vuole dare dell'integralista a Zenone, faccia pure, la libertà di parola si usa ancora da queste parti. Così come è libero di scrivere un articolo contro Zenone invece che  (ad esempio) dedicarsi al fatto che la CEI e l'Osservatore Romano hanno dato il semaforo verde al massone Monti.
Senza arrivare a criticare il Papa, qualche dubbi i cattolici - quelli veri - se lo stanno ponendo.
Lei a quanto pare no, e il suo tempo lo dedica ad attaccare un ottimo, spesso davvero eroico, editore cristiano, un uomo disposto a spendersi completamente per la sua missione nella pubblicistica cattolica, e oltre a questo, si tratta di una brava persona, il padre di sei figli (6: ha letto bene) cui è stato tolto l'insegnamento della religione, insegnamento grazie al quale alcuni alunni hanno persino trovato la vocazione.
Fossi in Lei mi vergognerei un po': glielo dico perché capisco bene che non ha altro da fare, per cui cinque minuti per vergognarsi (anche in un angolino di casa sua va bene) li deve trovare per forza.

Se durante una emergenza, Lei trova sia meglio sputare su un fratello, ebbene, forse è meglio che cambi religione (anche se a dire il vero, di religione che prescrivono la stupidità non ne conosco). Non si tratta di cultura (che non pare avere), ma di cuore e spirito, che sono elementi piuttosto fondamentali nella vita di un cristiano.
Se invece ama il nonsense, come pare da qui, allora La prego faccia apostasia e si converta ai pastafariani, il Culto dello Spaghetto Volante che tanto spopola tra i giovani atei occidentali: vedrà che nei loro forum troverà piena compresione per le Sue mancanze verso un fratello cattolico...

Ignoro chi lei sia, in verità, così come ignoro il perché mi arrivino i suoi messaggi, che altre volte ho notato essere un po' sconclusionati.
Non importa, ma la prego per favore di rimuovermi dalla sua mailing list, in cui nemmeno so come sono entrato: o così o la segnalo per spam (perché di questo si tratta).
Buon Anno!

(Nome)


2 commenti:

Anonimo ha detto...

Non condivido le tesi sostenute nell’articolo. E comunque non si può pensare che per il fatto che egli sostenga tesi non condivise da certi “cattolici adulti” si sospenda dall’insegnamento lo stesso personaggio, quando una moltitudine di insegnanti, nominati dai vescovi, non faccia altro che insegnare ai propri allievi tutto ma proprio tutto dell’Islam o del Buddismo senza mai citare la parola Cristo.
S.Giobbi

Anonimo ha detto...

Mail inviata a Rosetti:
Mi permetto di dissentire totalmente dall'articolo.
Con una montagna di insegnanti eretici, sodomiti, conviventi, etc. dovevano prendersela con Zenone?
E lei, con famosi religiosi che difendono il suicidio, cardinali appena morti pro sacerdozio femminile, preti genovesi che accompagnano amiche ad abortire, deve perdere tempo ad attaccare un cattolico - che fino a prova contraria - fa del bene alla Chiesa?
Non penso che questa sia vera carità.
Mi permetto di consigliarle di usare meglio il suo tempo.
In Jesu et Maria
Luigi Casalini