Questa è la Chiesa, questo è il mondo

di Danilo Quinto
Dopo aver letto il testo “Empia inquisizione”, desidero esprimere al prof. Giovanni Zenone la mia più profonda ammirazione per il suo coraggio. Avrebbe potuto tranquillamente tacere delle vicende di cui scrive, che riguardano un sacerdote ed egli stesso. Come ci ha insegnato Gesù Cristo, invece, ha preferito dire la verità. Ha usato la sua libertà, come deve fare ogni buon cristiano, anche andando incontro ad eventuali ulteriori ritorsioni.
C’è chi ritiene, in linea con il mondo pusillanime che viviamo, che sia meglio nasconderla la verità, usare prudenza. Come se fosse questo l’insegnamento
che deriva dal Vangelo. Dio si è fatto Uomo, Verbo, per dire la Verità. Si è fatto mettere in Croce per proclamarla. Non ci ha chiesto di occultarla, ma di gridarla. Questa è la fede: amore per la verità e per la libertà, a qualunque prezzo.
Vorrei proporre ai lettori di questo sito, ai lettori del sito di Fede & Cultura e ai lettori dei libri che con sapienza e tenacia Giovanni Zenone pubblica, di fare una piccola iniziativa. Scrivere al Vescovo di Verona (piazza vescovado n. 7 - 37122 Verona) e chiedergli perché sia stata sottratta a Giovanni la sua dignità d’insegnante di religione, e che gli venga restituita al più presto. Suggerisco a Giovanni di inviare il testo che ha scritto per email a tutti i contatti di Fede & Cultura. Subito. Proponendo quest’iniziativa.
Se questa è la Chiesa, se questo è il mondo, occorre agire. Presto.

1 commento:

martina ha detto...

Apprendo con grande dispiacere la notizia dell'intera vicenda, soprattutto per due motivi perchè stimo moltissimo il Prof. Zenone e perchè amo la Chiesa. Credo che non ci sia nulla di nuovo sotto il sole, il Signore ha avvisato circa le persecuzioni! Credo che in questi momenti bisogna affidarsi al Signore.