Radici Cristiane

Per info clicca

Ancora quello strano sapore di New Age...

di Mauro Faverzani
Leggi sul tema il romanzo di Benson
Incredibile, ma vero. Prima nelle parrocchie, ora anche in molte organizzazioni laicali facenti riferimento a Famiglie religiose -che si chiamino Oblati o Terz'Ordine, poco cambia-: un clima di sapore New Age continua ad aleggiare nei sacri palazzi, spesso proposto dagli stessi Padri e Madri. Che ancora propinano, ad esempio, “corsi sull'enneagramma”, spiegando ch'è “per una conoscenza più profonda di sé e dell'altro”. Meglio sarebbe che si studiassero i testi della Chiesa ed i pronunciamenti pontifici,

Romanzi

La letteratura è una mia grande passione, e in quanto appassionato soffro. Mi aspetto tanto da un romanzo. Sono rimasto così spesso deluso che da quasi dieci anni non mi arrischio più a prendere in mano una novità, aspetto che il tempo faccia la sua selezione. Ormai leggo solo classici.
(Laurence Cossé, La libreria del buon romanzo, p. 70)

Io sono Michele e sono sempre alla presenza di Dio


di Danilo Quinto
"Scoppiò quindi una guerra nel cielo. Michele e i suoi angeli combattevano contro il drago. Il drago combatteva insieme con i suoi angeli, ma non prevalsero e non ci fu più posto per essi in cielo. Il grande drago, il serpente antico, colui che chiamiamo diavolo e satana e che seduce tutta la terra fu precipitato sulla terra e con lui furono precipitati anche i suoi (...)".
È il Libro dell’Apocalisse a dirci

Il vuoto della politica e il non rispetto delle regole

di Danilo Quinto
"Siamo ancora di fronte ad una estrema difficoltà a realizzare quelle innovazioni istituzionali che potrebbero dare maggiore stabilità e credibilità al nostro sistema", ha affermato nei giorni scorsi il Presidente della Repubblica. Si riferiva al tentativo, ancora peraltro sconosciuto nel merito all’opinione pubblica perché destinato alle stanze “segrete” degli accordi

Ora d'irreligione

di Giovanni Zenone
Partendo dal presupposto che se una persona è ministro della repubblica italiana dev'essere certamente una persona di compromesso (purtroppo quasi sempre morale) soprattutto in questo governo golpista, facciamo nostra tuttavia la proposta del ministro Profumo che si cambino i programmi dell'ora di religione cattolica. È risaputo ormai - infatti - che con metodo gramsciano oltre a tutte le altre cattedre i nemici della fede  e

Una sconcertante “valutazione pastorale”


di Danilo Quinto (*)
Il film è da valutare come complesso, problematico e opportuno per dibattiti. Può essere utilizzato in programmazione ordinaria, ben tenendo presenti le ampie sfaccettature dei temi trattati, che chiamano in causa sensibilità civili e spirituali, sfere pubbliche e private, istanze

Senza la fede non si piace a Dio nemmeno se si è cardinali

di Giovanni Zenone
Rendendo la cosa una sorta di istituzione stabile il Cardinale Ravasi ha promosso e partecipato a Stoccolma in Svezia all'incontro di due giorni de Il Cortile dei Gentili durante i quali si è data la parola in perfetto spirito ecumenico a miscredenti militanti. Il risultato della discutibile iniziativa “ecumenica” e “interculturale” sono state due giornate "indimenticabili" nelle parole del gesuita

La preghiera di don Camillo


di Lorenzo Bertocchi
Signore, una volta c'era S. Michele e satanasso, il cattolico e l'eretico. Adesso, invece, è diventato liberale anche lo Smilzo.  L'altro giorno mi ha detto che sono rimasto indietro perchè ormai ci son pastori d'anime “in comunione di fede” con i mussulmani, pastori per cui il Corano è un libro sacro disceso dal Cielo. Oh, buon Gesù, forse son proprio rimasto indietro... qui, però, non si tratta di accoglienza del fratello, ma di confusione su tutta la linea. Lo Smilzo però insiste, dicendomi

Come Vendola assicura il diritto alla salute


di Danilo Quinto
Vendo la
Se c’è un settore nel quale si misura la capacità di Governo di una Regione, è quello della sanità. Quello che accade in Puglia in merito, ha dell’incredibile. Non solo la sanità “mangia” quasi il 90% del bilancio regionale e provoca voragini di debiti, ma rende un servizio che in molti casi non esiste. Qualche giorno fa, la cronaca barese di Repubblica, ha riportato questi dati: all’Istituto Oncologico Giovanni Paolo II di Bari, una donna che vuole fare una mammografia, deve attendere dicembre 2013. Il secondo screening richiede tre anni e

Dio consente il male per un bene superiore


di Danilo Quinto
La più antica Congregazione della Curia Romana è la Congregazione per la Dottrina della Fede, istituita nel 1542 da papa Paolo III Farnese con il nome di “Sacra Congregazione della Romana e Universale Inquisizione” e con lo scopo di vigilare sulle questioni della fede e di difendere la Chiesa dalle

Avanza il brutto

di Eugenio Corti
Le case nuove erano sorte attorno al vecchio nucleo: senza confronto più comode e più ricche delle vecchie, erano tuttavia incredibilmente disformi tra loro e disposte - qui come dovunque - con disordine perfino sorprendente: in qualche modo allineate, però voltate in ogni senso, le alte mescolate

Il Vaticano chiarisca se appoggia Monti


di Danilo Quinto
La Chiesa, intesa come Vaticano, dovrebbe chiarire in modo esplicito quel che appare evidente, in base a molteplici “segnali” degli ultimi mesi: il suo appoggio all’azione di questo Governo e il suo placet alla candidatura di Mario Monti a Presidente del Consiglio alle prossime elezioni. Lo dovrebbe

Il Cardinale Müller (3)


Di Danilo Quinto
Ecumenista o cattolico?
Durante un discorso in onore del vescovo luterano Johannes Friedrich, l’11 ottobre 2011, il Cardinale Müller ha affermato: "Il Battesimo è il carattere fondamentale che ci unisce sacramentalmente in Cristo davanti al mondo in una sola Chiesa visibile. Noi come cristiani, cattolici e protestanti, siamo dunque già uniti in ciò che chiamiamo la Chiesa visibile.

Quello che i preti non dicono (più)

Usa

di Rino Cammilleri
Sul suo blog www.chiesa del 30 agosto 2012 il vaticanista Sandro Magister scrive: “Che l’ateismo sia tipico dell’Occidente è una leggenda smentita dai fatti. L’ultimo grande sondaggio mondiale della Gallup sul tema lo vede primeggiare in Cina, dove quasi metà della popolazione si dichiara atea, seguita a ruota da Giappone e Corea. In Europa la miscredenza è di casa in Francia, nella Repubblica

Blasfemie


di Danilo Quinto
Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha definito "offesa a qualsiasi credo religioso" quel film che ha scatenato le proteste a Bengasi culminate nella morte dell'ambasciatore Stevens e di tre funzionari dell’ambasciata. Occorre, ha detto al termine dell'incontro con il presidente egiziano Morsi – che,

Euro

di Giovanni Zenone
Napolitano dice che l'euro è irrinunciabile. Ragione in più per rinunciarvi subito! Ogni cosa che dice Napolitano è matematicamente certo che è sbagliata, come ogni cosa che compie, non solo a partire dal golpe bianco che ha fatto imponendoci Monti. L'euro nasce con un debito del 4% in fase di acquisto dall'ente privato BCE. Per coprire questo debito

Cardinale Müller 2


di Danilo Quinto
L'ambiguità dottrinale è la tecnica modernista
Torniamo a ripetere al Cardinale Müller, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, che sarebbe suo preciso dovere spiegare le affermazioni contenute in alcuni suoi scritti. Su queste pagine, abbiamo già detto di quel che Müller ha scritto sulla Verginità della Madonna. Oggi, riportiamo quanto il Cardinale ha scritto nel suo libro "La 

Compito dell'insegnante

Oggi l'insegnante deve saper imparare, soprattutto dagli studenti e dai genitori. Se avesse l'ardire di pretendere che gli studenti imparassero dal suo insegnamento dovrà essere castigato severamente, giudicato dai giovani studenti e dagli occhiuti genitori, declassato, segregato in modo da non poter più nuocere alle giovani menti in auto-formazione. I presidi hanno il solo compito di porre grande attenzione a che questo avvenga. Se capiterà di trovare ancora dei docenti retrogradi ostinati a insegnare, nell'assurda idea che gli studenti devono imparare da loro, il preside usi tutti i mezzi coercitivi per ristabilire l'ordine rivoluzionario.
G.Z.

I cattolici e il male minore


di Danilo Quinto
Aldo Moro teorizzò il 'male minore'
Esiste una teoria di cattolici, prestigiosi e no, laici e prelati, numerosa e assordante, che ha solo l’obiettivo di perseguire il male minore. Di fatto, così, cooperano con il male. E su questo, non ci può essere discussione, perché questa cinica “strategia” ha già prodotto danni immensi nel nostro paese.

Su “Il Timone” n. 26 del luglio/agosto 2003, Mario Palmaro scriveva: “Pochi ricordano che la 194 è l’unica legge

La Vergine Maria illumini il Cardinale Müller


di Danilo Quinto
Domani, 15 settembre, è la Festa della Madonna Addolorata. Celebrata in tutti gli angoli del mondo cristiano, questa ricorrenza è tra le più sentite tra i cattolici. Chi si rivolge con la preghiera alla Vergine, sa che la sua preghiera avrà più forza e sarà esaudita. Per questa ragione, proprio in questa circostanza, noi peccatori preghiamo affinché la Vergine Madre illumini il cuore e la mente del Cardinale Gerhard Ludwig Müller, di recente

Quando un comico fa paura


di Danilo Quinto
Tutti i sondaggi elettorali attestano il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo intorno al 15%. I partiti, si guardano bene dal chiedersi perché tanti italiani sono disposti a votare le liste del comico genovese. Sarebbe forse un’occasione per emendare le loro nequizie, interrogarsi sull’exploit che si annuncia come certo dei “grillini” e invece stanno tutti lì a dare addosso, a

Vescovo musulmano a Pavia?


di Alessandro Gnocchi e Mario Palmaro
La notizia non è freschissima perché, a cercare bene, la si sarebbe trovata a pagina 3 del numero del 24 agosto del settimanale “Il Ticino”, organo della diocesi di Pavia. Non sarà freschissima, ma siccome nessuno l’ha portata in luce risulta nuova fiammante e, a voler rendere onore a quel mestieraccio che è il giornalismo, è anche enorme e può venire riassunta così: il vescovo di Pavia, monsignor Giovanni Giudici, è in comunione di fede con i musulmani. Parola sua.
Perché non si tratta di una

Pio XII e la dottrina sociale della Chiesa


di Roberto Cofano
Clicca per info e acquisti
Pio XII, al secolo Eugenio Maria Giuseppe Pacelli, fu Papa per quasi un ventennio, dal 1939 al 1958. Nato a Roma il 2 marzo 1876, morto a Castel Gandolfo il 9 ottobre 1958, scrisse 41 encicliche e condusse il governo della Chiesa in un momento difficilissimo, a cavallo fra il secondo conflitto mondiale e l’inizio della guerra fredda.
Dinanzi alle immane tragedie del XX secolo, Pio XII non emise un’enciclica tipicamente sociale, ma impartì

Ground zero e noi


di Danilo Quinto
Islam moderato
La solita cerimonia a New York e qualche tiepida dichiarazione di commemorazione: così è stato ricordato ieri l’attacco nel cuore dell’America di undici anni fa, nel quale persero la vita quasi tremila persone. Questo avviene mentre in Europa procede in maniera inesorabile l’islamizzazione del continente. Un tema al quale non viene dedicata una riga di approfondimento, un dibattito, nulla. Due anni fa, quella di

Bugie


di Danilo Quinto
“Il mio orizzonte finisce nell’aprile 2013”, dice il Presidente del Consiglio Mario Monti, a margine del workshop Ambrosetti a Cernobbio.
Una piccola bugia, funzionale a mandare nel panico i suoi attuali sostenitori politici, che non sono in grado di proporre un solo nome in alternativa al

C’eravamo tanto amati, radicali


di Leonardo Petrocelli
Clicca per acquisti e info
Vent’anni al servizio del Partito Radicale e di Marco Pannella, di cui dieci da tesoriere. Una buona porzione di vita, quindi, in cui il barese Danilo Quinto ha portato soldi e organizzato strutture, curato campagne elettorali e referendarie. Poi l’incontro con Lydia, fervente cattolica, da cui la successiva conversione ed il matrimonio celebrato in Chiesa.
Da qui in poi, la storia assume i tratti di un drammatico conflitto, lo stesso raccontato da Quinto nel volume “Da servo di Pannella a figlio libero di Dio” (Fede & Cultura edizioni, pp. 208, euro 18), presentato ieri sera nella Sala consiliare della Provincia di Bari alla presenza del presidente Francesco Schittulli (pronto a

Sepolcri imbiancati


di Danilo Quinto
In un’intervista a Left Avvenimenti dello scorso 8 settembre, la vice-presidente del Senato, Emma Bonino, risponde così alla domanda “Che differenza c’è tra Piergiorgio Welby e il Cardinale Martini?”: “Il cardinal Martini non ha rifiutato l`accanimento – ovvero un trattamento inutile, che è già vietato – ma ha rifiutato cure vitali, ovvero nutrizione e idratazione

Cosa sono le giornate per gli universitari?


di Fabio Trevisan
Fabio Trevisan illustra la dottrina sociale della Chiesa
Organizzate dall’Istituto del Verbo Incarnato (IVE) a Bracciano, si sono svolte, per la prima volta in Italia,  le “Giornate per universitari” dal 31/8 al 05/9/12.
L’intento è stato quello di offrire agli studenti un panorama assai vasto dove poter affrontare, con rigore e serenità, i temi (filosofici, teologici, storici, scientifici) riguardanti l’inculturazione della fede, ovvero per rendere cultura la fede, secondo lo spirito del fondatore dell’Istituto,

Lo strano caso dell'ex tesoriere di Pannella...


di Nichelino online
Le vicende politiche e giudiziarie dei tesorieri dei partiti recentemente hanno di nuovo tenuto banco. Affari, spese folli, fiumi di soldi pubblici incanalati per faccende private. Ovviamente senza che i leader politici, poveretti, ne sapessero nulla. Tempi duri per i tesorieri. Strano che nel gran polverone i media abbiano parlato pochissimo del tesoriere, ora ex, del Partito Radicale.
E dire che ha rimediato una condanna definitiva per appropriazione indebita, a tempo di record. Per una volta la lenta e tortuosa giustizia

Il potere della tenebre


Pubblichiamo la relazione tenuta dal Dott. Luca Poli alla presentazione del volume "Da servo di Pannella a figlio libero di Dio" nella sede della Provincia di Bari alla presenza della massime cariche civili locali.

Contribuisco con questo intervento – come ne sono capace – alla presentazione del libro di Danilo Quinto: non senza una doverosa premessa di carattere personale, solo perché la ritengo indispensabile a render più chiari senso, contesto e provenienza di quanto sto per dire sul libro, ed anche per giustificare la mia presenza qui (per certi versi “atipica”). Il fatto è che questo libro, al di là dei suoi evidenti pregi oggettivi (e come tali fruibili da tutti), assume dal mio punto di vista un “valore aggiunto” che mi aveva fatto nascere il vivo desiderio di conoscere libro, ed ancor più Autore, quando appena ne avevo appreso, dal web, null’altro che la mera esistenza.
Affollatissima sala del Consiglio Provinciale di Bari per ascoltare Danilo Quinto

Sono un Medico Specialista in Neurologia, vivo e lavoro come Medico di Famiglia in un paese di 4000 anime sui monti del Trentino, dove sono anche nato, e dove rivesto la Vicepresidenza del MPV di Baselga di Pinè (così si chiama il

In Dio ho scoperto la libertà persa con Pannella

“Habemus Papam”: un romanzo dai risvolti teologico-dottrinali


di Caius, Libertà e Persona
Clicca per info e acquisto
Pio XIV viene eletto – grazie la macchinazione di alcuni cardinali progressisti, totalmente asserviti alle istanze moderniste del Concilio Vaticano II – come “pontefice di transizione”, in quanto è creduto un personaggio insipido e vecchio, dunque facilmente manovrabile. Una semplice pedina momentanea atta a traghettare la Chiesa dal papa progressista appena spirato ad un papa che lo fosse ancora più.
La reale tempra di papa Pio XIV, tuttavia, si rivela essere tutt’altra e il

Un partitino...

di Camillo Langone
Voglio anch’io un partitino personale, un partitino finto-estremista in realtà sempre nel cuore del formaggio, un partitino che strilli contro la partitocrazia e di partitocrazia campi per secoli, un partitino costosissimo in cui le perdite siano intestate al contribuente e il patrimonio immobiliare intestato a me, un partitino con idee capricciose o semplicemente dementi con le quali semidistruggere la società italiana senza però pagare pegno, anzi, ricavandone considerazione e candidature al laticlavio a vita, un partitino che si finga vittima e agisca da ricattatore, un

Monti e la palude in cui si trova il paese

di Danilo Quinto
Oggi, a Bari, il Presidente del Consiglio inaugurerà in pompa magna la Fiera del Levante. Non nella sua sede storica, quella sul Lungomare a nord della città, ma nel Teatro Petruzzelli. Città blindata e tutti che faranno a gara per avere un “posto al sole”. Non dell’avvenire, ma della palude in cui si trova il paese. Ciò nonostante, siamo certi che Monti non deluderà le
aspettative. Ha dimostrato di saperci fare. E bene. Con grande abilità. Il Presidente del Consiglio dichiarerà, ancora

Prodi al Colle? Prima spieghi la seduta spiritica


di Danilo Quinto
L’uscita di Nichi Vendola di candidare Prodi al Quirinale in risposta alla “provocazione” di Renzi, che ha ricordato come fosse stata determinante proprio Rifondazione Comunista nella caduta del secondo Governo Prodi, si presta ad una doppia lettura. La prima è legata alla convenienza politica del Presidente della Regione Puglia, che raggiunto l’accordo elettorale con Bersani, ha necessità di eliminare qualsiasi “concorrenza” all’interno della coalizione

Il PDL sembra impazzito


di Danilo Quinto
È iniziata la sarabanda per le prossime elezioni comunali di Roma. “Repubblica” realizza uno “scoop”, raccontando della telefonata nella quale Berlusconi invita Alemanno a fare un “passo indietro”. Il Sindaco di Roma smentisce e replica sul suo account ufficiale su twitter, facendosi fotografare di spalle

con la scritta “Hic manebimus optime”, alla maniera di Obama, che ha risposto all’arringa di Clint Eastwood con una

Vendola: “voglio sposarmi”. Bindi: “Ti capisco, ma non si può fare”.


di Danilo Quinto
Un cattolico si mostra così?
Scontro al cardiopalma alla Festa nazionale del Partito Democratico di Reggio Emilia, tra Nichi Vendola e Rosy Bindi. Entrambi dichiaratamente cattolici, i due si sono divisi sul matrimonio omosessuale. Il Governatore della Regione Puglia intende sposarsi con l’uomo che ama. I DICO per lui non bastano, sono solo un acronimo. "A 54 anni – ha detto - voglio dire che mi voglio sposare con il mio compagno. Rivendico questo. Come cittadino, come persona

n. 29, ed è solo il secondo giorno

Da servo di Pannella a figlio libero di Dio PARTE SECONDA è n. 29 nella classifica dei 100 più venduti eBook di Amazon in Kindle Store > eBook Kindle > Politica > Scienze politiche.
 
La prima parte è scaricabile cliccando qui Da servo di Pannella a figlio libero di Dio PARTE PRIMA.

La preghiera di don Camillo


di Lorenzo Bertocchi
Signore, mi perdoni, ho peccato. Ho peccato perché la morte del Cardinal Martini mi fa star male. Non solo per la sofferenza che si prova di fronte alla malattia e alla morte di un fratello, ma anche, e soprattutto, perché mi prudono le mani di fronte al coro di encomi interessati ad un pastore considerato “diverso”.
Signore, anche Lei era “diverso”, ma anziché applaudirla la misero in Croce, chissà perché. Anche Lei, Signore, metteva in discussione “200 anni di storia” religiosa, ma non per cercar di adattare la dottrina alla contemporaneità, semmai per

Santa Rosalia


di Danilo Quinto
Leggere le vite dei Santi, è quanto di più bello ci sia per chi ha fede. Sarebbe un gran bene, ad esempio, leggere ai bambini queste storie reali, perché sono strumenti d’insegnamento prodigiosi, che inducono a riflettere, a porsi domande e, soprattutto, ad imitare. Ecco, l’imitazione della vita dei Santi può essere considerata l’aspirazione più grande per un

Cardinal Martini, ovvero l'antipapa

di Patrizia Stella
Da vivo lo chiamavano l’Antipapa, per le sue posizioni in totale, chiaro e netto contrasto con le direttive papali.  Ora che è morto, come per tutti i defunti, ma in particolare per quegli ecclesiastici montati e sostenuti da certa corrente massonica, è stato immediatamente canonizzato e il suo operato enfatizzato come se avesse salvato l’umanità da pericoli mortali. Si! Mi riferisco al Card. Martini, ovviamente e lo dico con le lacrime agli occhi tanta è l’amarezza che mi pervade il cuore.
Avevamo sperato in questi ultimi anni ad un suo

La canea eutanasica dopo la morte di Martini


Di Danilo Quinto
“Credo che, dopo averci insegnato molto sul significato della vita, il Cardinal Martini abbia voluto insegnarci molto anche sul significato della morte”. È la conclusione dell’articolo su Repubblica di Umberto Veronesi, dopo la morte di Martini.

Lo scienziato milanese, che fa parte di quella canea eutanasica scatenata in questi giorni, nel suo scritto richiama anche parole di Giovanni Paolo II, non citando la fonte. Sostiene che il Papa avrebbe detto: “"quando la morte si

Io non sono martiniano, sono cattolico...

di Antonio Socci
Vedendo il mare di sperticati elogi ed esaltazioni sbracate del cardinale Martini sui giornali di ieri, mi è venuto in mente il discorso della Montagna dove Gesù ammonì i suoi così:  “Guai quando tutti gli uomini diranno bene di voi” (Luca 6, 24-26).  

I veri discepoli di Gesù infatti sono segno di contraddizione: “Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo (…) il mondo vi odia. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi” (Gv 16, 18-20).

Poi Gesù indicò ai suoi discepoli questa beatitudine: “Beati voi quando gli uomini vi odieranno e quando vi metteranno al bando e v’insulteranno e respingeranno il vostro nome come scellerato, a causa del Figlio dell’uomo. Rallegratevi in quel giorno ed esultate, perché, ecco, la vostra ricompensa è grande nei cieli” (Luca 6,20-23).

Una cosa è certa, Martini è sempre stato portato in trionfo sui mass media di tutto il mondo, da decenni, e incensato specialmente su quelli più anticattolici e più ostili a Gesù Cristo e alla sua Chiesa.

Che vorrà dire? Obiettate che non dipendeva dalla sua volontà? Ma i fatti dicono che Martini ha sempre cercato l’applauso del mondo, ha sempre carezzato il

Libertà

La libertà, secondo Acton, non è il potere di fare ciò che ci piace. Tutt'altro, La libertà consiste nell'aver il diritto di fare ciò che dobbiamo fare. La libertà e la bontà delle azioni sono intimamente e inestricabilmente legate.
(Gorge Weigel, La Chiesa spiegata a chi non crede, p. 74)

Letteratura

La letteratura di oggi sono ricette scritte dai malati.
(Karl Kraus, Detti e contraddetti, p. 283)