Sesso e vacanze

Secondo le stime, ci sono almeno 80mila italiani - con una età media di 27 anni - che trascorreranno le loro vacanze con l’intento di fare sesso con i bambini. Andranno in giro per il mondo (le mete preferite sono Thailandia, Vietnam, Laos, Cambogia, Filippine, Nepal, Pakistan, Russia, Taiwan, Cina, Sri Lanka, India, Indonesia, Brasile, Repubblica Dominicana,
Colombia, Messico, Venezuela, Cuba, Kenya) a cercare le loro prede. Rampolli e rampolle (il turismo sessuale femminile è molto aumentato in questi anni) delle classi agiate del mondo opulento, con la bava alla bocca, abuseranno sessualmente di bambine tra gli 11 e i 15 anni o di bambini tra i 13 e i 18 anni (i dati sono di ECPAT, l’organizzazione che da anni si occupa di questo commercio organizzato). Stime internazionali rilevano che questo fenomeno coinvolge oltre due milioni di bambini nel mondo e il giro d’affari fa concorrenza a quello della droga. Le società dei paesi del sottosviluppo offrono all’intrattenimento quello che hanno per sopravvivere, i corpi dei loro bambini. Noi ce li prendiamo. Come bestie. 

Nessun commento: