Pax-christi? No grazie!!!

Si è dimesso - dopo che è venuto a galla che ha due figli adolescenti - il vescovo ausiliare di Los Angeles Gabino Zavala, esponente di spicco dell'episcopato statunitense, presidente di Pax Christi Usa, noto per le sue battaglie in favore degli immigrati e degli omosessuali, e per l'abolizione della pena di morte. Come dire: gratta la parola pace, l'arcobaleno, la difesa degli immigrati, la condanna della pena di morte e trovi lo sporcaccione. Sempre così. Basta guardare il loro logo per capire perchè: Pax in grande, christi in minuscolo. E ancora quell'associazione (di che stampo lo si capisce ormai bene) la chiamano cattolica!
Giovanni Zenone

2 commenti:

αθεόί ha detto...

le vostre carte dicono
"Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola donna, sobrio, prudente, dignitoso, ospitale, capace di insegnare, non dedito al vino, non violento ma benevolo, non litigioso, non attaccato al denaro. Sappia guidare bene la propria famiglia e abbia figli sottomessi e rispettosi, perchè se uno non sa guidare la propria famiglia, come potrà aver cura della Chiesa di Dio?"
1Tm 3,2-5

eppure levate la moglie che deve avere (non per sport, per guidare la chiesa fuori dalla quale non c'è salvezza), oltre tutto uno ci fa l'abitudine all'omofobia cattolica, ma ora nemmeno l'immigrazione e la pena di morte si possono attaccare? ricordatevi che dovete essere ospitali e non violenti...

atheos

Anonimo ha detto...

Frocione