0,0097%

Negli Stati Uniti nel 2009 ci sono stati circa 62.000 autori di abusi sessuali, 6 (sei) erano membri del clero, cioè lo 0,0097%. Come ha detto uno: 6 di troppo. Ma avete mai sentito parlare degli altri 61.994? Così è dappertutto.

12 commenti:

αθεόί ha detto...

questo modo di pensare fa veramente schifo, dire che gli altri ne hanno fatti di più per discolparsi... comunque bisogna analizzare meglio la situazione, i reati del clero sono, se vogliamo, peggio degli altri casi di violenza, intanto sono su bambini che sono indifesi, ognuno poi potrebbe aver violentato vari ragazzini dato che di solito succedono in oratorio questi casi, quindi di bambini ce n'è più d'uno. poi a rendere grave la cosa c'è che un prete è, in teoria, una persona di cui un ragazzino dovrebbe fidarsi, una seconda figura paterna che, in casi come questi, gli fa perdere ogni fiducia nel mondo degli adulti e sicuramente non porta a buoni risultati. c'è da vedere bene i numeri, le violenze del clero sono solo su bambini, non anche su gente adulta, poi, non essendo quasi mai denunciati appena avvengono, ogni prete pedofilo può compiere vari stupri su ragazzini.

p.s. 6 sono i casi denunciati, considerando che stanno spuntando casi di 30 anni fa non vedo perchè considerare valido questo numero, in ogni caso non possiamo sapere quindi metto separato.

p.p.s. qui non si parla di religione ma di cronaca e sono sicuro che molti qui saranno d'accordo almeno in parte con ciò che ho detto, quindi vi chiedo di accettare il messaggio come avete già fatto altre volte in "senza preghiera"

p.p.p.s. potete per caso mettere un link alla fonte di questi dati?

grazie

atheoi

La Voce di don Camillo ha detto...

http://segnideitempi.blogspot.com/2010/04/00097-stati-uniti-2009-62000-autori-di.html

Anonimo ha detto...

il fatto che non pubblichi quello che ho le ho inviato non è che una conferma del vostro metodo oscurantista.

Severo Policastro ha detto...

Comunque rimane la necessità di una severa punizione che colpisca nel profondo chi è colpevole, e lo renda incapace di colpire ancora. COn giustizia ma anche con fermezza e rigore.

OlatusRooc ha detto...

analizzare i dati! quando si comincia a fare statistica si può dire tutto e il contrario di tutto ( o quasi ); avete per esempio letto l'articolo sul numero di aprile di Le Scienze intitolato "Sesso, bellezza e statistica"? non a caso è sottotitolato "Nello studio di fenomeni sociali e biologici, la statistica va usata con cautela, per evitare conclusioni sbagliate", un articolo che è davvero interessante per il modo in cui affronta tematiche complesse con l'analisi statistica ( erronea) di grando campioni di dati.

Comunque, credo che, come riporta l'articolo, si possa essere colpiti da un dato solo quando esso è significativamente discostante dalla media; ci dicano i giornali dunque qual'è la probabilità che un sacerdote e un non sacerdote compiano abusi, e lo dicano con i dati e le tabelle alla mano ( e le interpretazioni di veri scienziati, non giornalisti che interpretano dati statistici...).

L'unico dato certo è che sono sei di troppo. La Chiesa non giudica i peccatori ma i peccati.

αθεόί ha detto...

riporta ad altri blog ma nessuno cita una fonte ufficiale

La Voce di don Camillo ha detto...

Caro Anonimo,
mi fregio e mi vanto del titolo che Lei mi attribuisce e di cui godo: oscurantista! Sì, in effetti sono l'opposto di un illuminista!
Prof. Giovanni Zenone Ph.D.
Direttore di Fede & Cultura

diggy ha detto...

Cortesemente evitino di fare i moralisti chi una morale non ce l'ha. I reati del clero sono reati come gli altri. Non è che un bambino, subita una violenza, sta a vedere se a fargliela è stato un prete, un ateo o un pincopallino qualunque. La violenza rimane e le conseguenze che porta pure. Tutte le palate di fango che si stanno gettando sulla Chiesa Cattolica (senza peraltro riuscirci vista la purezza e la forza del Romano Pontefice) sono infondante e chiaramente pretestuali. Lo scandalo pedofilia che si sta montando non è per curare la pedofilia, ma per attaccare la Chiesa Cattolica in se per sè. Infatti certa ideologia che ora critica la Chiesa Cattolica è la stessa che non si scandalizza di certi suoi eminenti rappresentanti (vedi il regista Polanski) che dichiaratamente hanno commesso abusi. La Chiesa Cattolica, a differenza di tutti gli altri, sta lavorando e combattendo contro lo schifo della pedofilia da parte dei suoi ministri. Cosa che altri, con percentuali di incidenza maggiori (come l'articolo di questo blog dimostra) non fanno. Anche per un solo prete machiatosi di pedofilia la Chiesa reagisce e purifica; altri, per molti più casi non lo fa. Tutto qui.

Anonimo ha detto...

Buon per lei.
Facciamo un test, novello Torquemada, chi è che diceva:
"Così conoscerete la verità, e la verità vi renderà liberi" ?
La saluto, Prof. Dott.G.Z.PHD.
Ma professore di che?

Signorina Rottermeyer ha detto...

Bisogna analizzare caso per caso.

Anonimo ha detto...

AHAHAHAH! ora l'ho capita!

Anonimo ha detto...

Buogiorno a tutti , torno da un soggiorno prolungato in terra straniera .
Non riuscivo a leggervi spesso ma sopratutto non riuscivo a scrivere .
riguardo alle statistiche vorrei dire che sei (6) abusi su minori mi sembrano effettivamente pochini , volendo si poteva fare di piu' ...
Quello che lascia sgomenta la gente non è la forma o la quantità , ma il fatto che della gente preposta (? )all'educazione
di bambini ne abbia approfittato biecamente .
Tralasciamo pure il fatto della copertura di vescovi e cardinali , cosa rimane ?
Rabbia e sgomento !
E voi dite che erano solo sei casi ? ERANO SEI MINORI !

MIcio